La Thailandia colpita dalla tempesta Pabuk

Piogge torrenziali, venti a oltre 80 chilometri orari e mareggiate si sono abbattuti sulla zona meridionale del paese, colpendo la zona dei villaggi turistici
epa07261520 A view of debris on a road and a house (back) partially submerged in floodwaters caused by tropical storm Pabuk at a village in Pak Phanang district, Nakhon Si Thammarat province, southern Thailand, 04 January 2019. Thousands of people evacuated from their homes after 11 southern coast provinces have been put on a weather warning as tropical storm Pabuk brought heavy downpours, strong winds and high waves. Pabuk is the first tropical storm to hit the country outside of the monsoon season in nearly 30 years, media reported. EPA/STRINGER THAILAND OUT

Per l’arrivo della tempesta tropicale Pabuk, centinaia di turisti sono rimasti bloccati nelle isole del golfo della Thailandia. Gli aeroporti regionali e i battelli sono rimasti fermi fino a sabato in attesa dell’uragano, il primo dopo 30 anni che colpisce le isole in alta stagione. Era il 1989, quando il ciclone ‘Typhoon Gay’ causò la morte di oltre 400 persone.

Piogge torrenziali, venti a oltre 80 chilometri orari e mareggiate si sono abbattuti sulla zona meridionale del paese, colpendo la zona dei villaggi turistici. Le autorità hanno messo a punto protocolli di evacuazione molto stringenti per garantire la sicurezza dei visitatori e la compagnia Bangkok Airways ha cancellato i voli verso l’isola di Koh Samui, una delle mete più frequentate dai turisti. Le isole non sono raggiungibili neanche via mare, con il servizio traghetti che è stato sospeso. Gli abitanti dell’isola sono barricati in casa con le provviste.

Nakhon Si Thammarat, 200 persone sono state evacuate. E tutto il dipartimento è pronto per l’emergenza

Un pescatore  travolto da un’onda, disperso un suo collega e due anziani sono affogati a Nakhon Si Thammarat. Sono vittime della  tempesta di Pabuk nella provincia di Pattani.

Stampa Articolo