Premio Mani Tese per il giornalismo investigativo, consegna dei riconoscimenti il 2 maggio. Fondazione Giangiacomo Feltrinelli a Milano

All'evento parteciperanno, fra gli altri: Emilio Ciarlo, direttore comunicazione Aics; il direttore di Fanpage, Francesco Piccinini; i giornalisti Tiziana Ferrario, Gad Lerner e Gianluigi Nuzzi

Giovedì 2 maggio 2019, dalle 18 alle 20, si svolgerà nella sede della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli a Milano la cerimonia di premiazione del Premio Mani Tese per il giornalismo investigativo e sociale.

All’iniziativa, dal titolo ‘Il dovere di indagare, il diritto di sapere’, parteciperanno, fra gli altri: Emilio Ciarlo, direttore comunicazione Aics (Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo); il direttore di Fanpage, Francesco Piccinini; i giornalisti Tiziana Ferrario, Gad Lerner e Gianluigi Nuzzi.

Il programma della serata prevede una tavola rotonda sul tema ‘Giornalisti e Ong: i nuovi nemici pubblici?’; la presentazione dei migliori progetti d’inchiesta in tema business & human rights e infine la premiazione del progetto vincitore del premio.

Il premio Mani Tese per il giornalismo investigativo e sociale intende sostenere la produzione di inchieste originali su tematiche concernenti gli impatti dell’attività di impresa sui diritti umani e sull’ambiente in Italia e/o nei Paesi terzi in cui si articolano le filiere globali di produzione. 

Obiettivo del premio è portare alla luce fatti e storie di interesse pubblico finora ancora poco noti e/o dibattuti, con un taglio sia di denuncia sia di proposta.

@fnsisocial

da Il Notiziario curato da Franco Abruzzo/portavoce del MIL  https://www.francoabruzzo.it

Stampa Articolo