Il Museion di Bolzano è #10YearsOn. il programma di questo anno speciale

La stagione si apre con BODY CHECK. Martin Kippenberger – Maria Lassnig

#10YearsOn: il 24 maggio 2018 Museion compie dieci anni nella sede disegnata dagli architetti KSV di Berlino. Collocato in un territorio unico come l’Alto Adige Südtirol, alla confluenza di culture e lingue, Museion non ha mai smesso, in questi anni, di rimanere ON:attivo, pulsante, con proposte artistiche inconsuete, come la sede che lo ospita. 

Non a caso Museion ha portato, spesso in prima nazionale, le posizioni artistiche più attuali e radicali della scena contemporanea da Tatiana Trouvé a Klara Lidén, da Korakrit Arunanondchai a Lili Reynaud-Dewar fino a Francesco Vezzoli.

Il programma 2018 rispecchia l’anima multiforme e i filoni degli ultimi anni. La stagione si apre con BODY CHECK. Martin Kippenberger – Maria Lassnig. A dieci anni dall’esposizionedell’opera di Martin Kippenberger “Zuerst die Füsse, lo storico dell’arte Veit Loers rilegge il lavoro dell’artista tedesco e lo mette in connessione, per la prima volta, con una posizione femminile che ha segnato la storia dell’arte degli ultimi decenni come Maria Lassnig.

La valorizzazione della collezione, in dialogo con prestigiose raccolte internazionali pubbliche e private, continua con la mostra “Tutto. Prospettive sull’arte italiana”, in collaborazione con la Sammlung Goetz di Monaco, mentre l’attenzione ai linguaggi della scultura prosegue con la personale dell’artista svizzero John Armleder, organizzata in collaborazione con il museo il MADRE-Museo d'arte contemporanea Donnaregina di Napoli. Ricchi gli appuntamenti intorno al mese del compleanno, tra cui un progetto di Olaf Nicolai e l’inaugurazione di Somatechnics, a cura di Simone Frangi. 
—————-

Immagine di copertina
A sinistra: Martin Kippenberger, Ohne Titel (aus der Serie Das Floß der Medusa) 1996, © Estate of Martin Kippenberger, Galerie Gisela Capitain, Cologne
A destra: Maria Lassnig, Illusion von den versäumten Heiraten II, 1998
Maria Lassnig Stiftung. Foto: Roland Krauss

Stampa Articolo