Incontro a Rathgar (Dublino) con Enzo Farinella: ”S. Brigida, una Santa nel cuore dell’Europa e amata dal suo popolo”

27 Marzo ore 19,30, Sala di San Patrizio - Rathgar (Dublino) convegno ''I tre Santi Patroni d’Irlanda''

Il 27 marzo alle ore 19,30 nella Sala di San Patrizio a Rathgar (Dublino) si svolgerà l'incontro dal tema  ''I tre Santi Patroni d’Irlanda''. All'evento culturale parteciperà, il giornalista Enzo Farinella, cultore del monachesimo in Irlanda e autore del volume ''Il Contributo culturale dei monaci irlandesi all’Italia e all’Europa''. Focus dell'intervento del professor Farinella, sarà ''S. Brigida, una Santa nel cuore dell'Europa e amata dal suo popolo''. Secondo lo studioso, ''la devozione di Santa Brigida, una tra le Sante più  conosciute e venerate, si radica nel cuore dell'Europa.

 Onorata in ogni cattedrale dal  Grisons in Francia fino al mare tedesco, la badessa che viene venerata da tutte le Abbazie  irlandesi, è  Patrona delle parrocchie, città, contee e regioni,( Mary del Gael, la perla d'Irlanda).

Durante l'età della cavalleria,S. Brigida era così venerata come modello di donna, che i cavalieri e signori nobili di tutto il mondo la presero ad esempio da far seguire alle fidanzate e alle loro  spose.

La fede di Brigida, i suoi poteri di guarigione, la sua ospitalità, la sua generosità, la sua grande abilità con gli animali e la sua compassione per i poveri e gli oppressi, il suo senso di giustizia verso i più bisognosi di questo mondo, la sua solidarietà accogliente, il suo amore per Dio e le persone sono assai conosciute.

Oggi questo modello di virtù e compassione per i poveri dovrebbe essere un obiettivo in un mondo disuguale in cui si evidenzia un divario sempre crescente, il 20% della popolazione possiede la maggior parte della ricchezza e consuma l'80% delle risorse della terra, mentre gli abbienti che sono soprattutto bambini, muoiono di siccità, fame, malattie, guerre o relativa ricaduta, ogni singolo giorno!

Il rispetto che Brigida aveva per la terra e per la natura dovrebbe essere considerato oggi come una delle  “ispirazioni”, necessarie per tutti noi che soffriamo dei continui e repentini cambiamenti climatici che evidenziano la sempre più drammatica fragilità del nostro pianeta.

Che la benedizione di Dio per gli uomini possa sempre salvarci''!

Stampa Articolo