Covid-19. Palermo, Missione Speranza e Carità costretta a chiudere porte agli ultimi. Fratel Biagio: molti bussano per freddo

Le disposizioni di contenimento diffusione epidemiologica da Coronavirus emesse dal Governo, hanno indotto la Missione Speranza e Carità fondata da Biagio Conte a sospendere l'opera di accoglienza . I volontari della Missione sono disponibili a rendersi utili in altre strutture per salvare dal freddo i senza tetto

Palermo, 26 marzo 2020 – La Missione Speranza e Carità di Palermo, fondata dal fratello laico Biagio Conte,tiene a rispettare le disposizioni delle Autorità di non accogliere chi chiede ospitalità perché conscia dell’emergenza virus. Ma abbiamo tante persone che bussano alle nostre porte, (donne e uomini); a causa del maltempo sono aumentate le richieste di un tetto e di cibo. Sappiamo, grazie alla continua collaborazione con le Istituzioni, che il Comune di Palermo si sta prodigando con solerzia per aprire dei luoghi di prima accoglienza per fronteggiare questa emergenza virus. Siamo disponibili, afferma Fratel Biagio, ad offrire in queste nuove strutture, alcuni volontari e dei missionari a sostegno dei senza tetto.”

Stampa Articolo