Crisi dei migranti: Nell’ultimo anno coinvolti più di 60 milioni di persone

I dati resi noti dal segretario delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon - Le condizioni disperate di certe aree costringono i popoli all’esodo

All’Assemblea generale delle Nazioni Unite si è tenuto mercoledì 30 settembre un incontro di alto livello sui flussi di migranti e rifugiati. Il segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon, ha ribadito che quella che si sta affrontando è la più grande crisi di migranti e rifugiati dalla Seconda guerra mondiale: “Nell’ultimo anno – ha precisato – oltre 60 milioni di persone sono state obbligate a lasciare le proprie case. Le condizioni disperate di certe aree costringono i popoli di tutto il mondo a migrare. La crisi siriana ne è una tragica e drammatica illustrazione”.

Le Nazioni Unite hanno creato una apposita pagina web dedicata ai flussi migratori e ai rifugiati. La pagina contiene informazioni, news, foto e video costantemente aggiornati sulla pressione migratoria in Europa e in tutto il mondo. Attraverso questo portale digitale si possono conoscere le storie di chi scappa da guerre e conflitti, ma anche le dichiarazioni di esperti e di leader del mondo. La campagna di solidarietà prevede l’hashtag ?#‎protectmigrantsrefugees. Viene anche indicato il link della nuova pagina: http://www.un.org/en/news/infocus/migration/

Stampa Articolo