LE NUOVE SFIDE DELLA PREVENZIONE PER I TUMORI FEMMINILI

Si è svolto a Marino (Roma) il convegno " Infezioni da HPV e carcinogenesi-impatto sulla salute pubblica- attualità e prospettive"

ROMA – Infezione da HPV e carcinogenesi, strategie vaccinali  anti HPV e vaccino nonavalente, diagnosi e terapia per le lesioni del collo dell’utero, politiche sanitarie  e corretta informazione all’utenza: sono queste le tematiche trattate nel convegno medico che si è svolto a Marino il 18 ottobre, organizzato dalla ASL Roma 6  nell’ambito delle attività di screening citologico.  Focus del congresso la stretta correlazione tra  il papilloma virus e alcune patologie tumorali sia nella donna che nell’uomo e l’importanza di interventi di prevenzione primaria (vaccino HPV) e secondaria (programmi di screening ) come strumento di tutela della comunità soprattutto per le fasce più fragili della popolazione e  i giovani.  

Nell’ambito del programma di screening dell’ASL Roma 6 che coinvolge circa 140.000 donne tra i 30 e i 64 anni  residenti nel territorio dell’Azienda sanitaria, si utilizza da gennaio 2017 il test per la ricerca in biologia molecolare del Papilloma Virus come test primario in sostituzione del pap test.  Una strategia che  consente di migliorare i percorsi di diagnosi precoce .

Stampa Articolo