Sequestrati in Libia due italiani e un canadese

Bruno Cacace e Danilo Calonego rapiti a Ghat, lavorano per un'azienda italiana in Libia

Due Italiani, Bruno Cacace e Danilo Calonego  e un cittadino canadese sono stati rapiti a Ghat, nel sud-ovest della Libia. Il sequestro secondo i media locali, sarebbe avvenuto per mano di un’organizzazione criminale del luogo. Esclusa l’ipotesi jihadista.  Il tre sono stati fatti scendere da un paio di malviventi dall’auto che  li trasportava, immobilizzando prima il conducente. Gli italiani rapiti sono entrambi dipendenti dell azienda piemontese Con.I.Cos, che all’aeroporto di Ghat  svolge interventi di manutenzione.

Stampa Articolo