Aperto oggi a Trieste il Forum della società civile dei Balcani occidentali

Il Forum CSF punta ad includere il maggior numero di organizzazioni civili nel Processo di Berlino

Trieste, 11 luglio 2017 – Si è aperto stamattina a Trieste il  Forum della società civile (CSF – Forum della società civile del Vertice Balcani occidentali). Si svolge in parallelo con il vertice intergovernativo dei paesi dei Balcani occidentali ed i paesi membri dell'Unione Europea ed ha riunito più di 250 attivisti e rappresentanti della società civile della regione con l'obiettivo di fornire una piattaforma per il contributo al cosiddetto Processo di Berlino, e per stabilire un dialogo con i leader dei paesi della regione.

Il CSF in Trieste è il terzo dopo  i colloqui precedentemente condotti ai CSF a Vienna nel 2015 ea Parigi nel 2016, ed é dedicato alle sfide dei paesi di Balcani occidentali che non sono membri dell'Unione europea.

"""CSF rappresenta un processo di consultazione destinato a includere il maggior numero di organizzazioni e rappresentanti della società civile della regione. Dopo il forum a Vienna e quello a Parigi, abbiamo già notevolmente approfondito la cooperazione e ora abbiamo bisogno di lavorare sulla coerenza e la legittimità di un'azione comune" ha  detto Franz Karl Prüller della ERSTE Foundation.

Il CSF ha lo scopo di stabilire una piattaforma ed i un reale meccanismo di cooperazione delle organizzazioni della società civile, per ottenere un dialogo costruttivo con i leader dei sei paesi della regione.

"""E necessario che i leader dei paesi dei Balcani occidentali capiscono le nostre intenzioni e il nostro interesse per una collaborazione costruttiva per lavorare sulle questioni più importanti regionali , attraverso il Processo di Berlino", ha chiarito nel corso dell'incontro, Hedvig Morvai dal Fondo europeo per i Balcani occidentali.

I partecipanti del Forum discuteranno oggi e domani delle sfide affrontate dai paesi dei Balcani occidentali attraverso vari pannelli e workshop, e sulla base delle raccomandazioni per le politiche comuni che sono state formulate in occasione della riunione di esperti a Tirana lo scorso  aprile.

Le raccomandazioni sono raggruppate sulla base delle priorità del Vertice intergovernativo sui Balcani occidentali e sono state sviluppate attraverso le consultazioni speciali con il Ministero degli Affari Esteri italiano, ospite del vertice intergovernativo a Trieste.

"Ambiente, Energia e cambiamenti climatici"; "Comunicazione del Processo di Berlino al momento della salita del populismo"; """Rafforzamento del ruolo della società civile nel contesto delle migrazioni"; "Bregzit – un'arma a doppio taglio" e "Media e giornalismo nei Balcani occidentali" sono stai i temi dei workshop  e pannelli  affrontati  oggi al Forum.

Per il secondo giorno del Forum è in programma  il panel e  discussione sulle politiche, nel quadro del Vertice di leader regionali, nell'intenzione di  creare nuove raccomandazioni per le politiche comuni.

Il Forum della società civile a Trieste è stato organizzato su iniziativa congiunta della Fondazione ERSTE, del Fondo europeo per i Balcani, la Fondazione Friedrich Ebert, il Dialogo del Sud-Est Europa, in collaborazione con la Fondazione Heinrich Boell, l'Iniziativa Centro Europea (CEI), il Centro Internazionale per la politica (CeSPI), Istituto affari internazionali (IAI) e l'Osservatorio per i Balcani e il Caucaso. L'iniziativa è sostenuta dalla banca Intesa Sanpaolo e Generali Bank.

Agenda

 

Stampa Articolo