- Paese Italia Press - https://www.paeseitaliapress.it -

Bosnia-Erzegovina: sicurezza e crisi istituzionale

Immagine:Denis Zvizdic ,presidente del Consiglio dei ministri della Bosnia – Erzegovina

 

Sarajevo – "La situazione della sicurezza in Bosnia-Erzegovina ha compiuto progressi significativi, e le partenze verso i campi di battaglia stranieri sono praticamente ridotte ad un numero minimo. E coloro che stanno tornando, sono meno di 50”, ha detto Zvizdic al telegiornale di FTV. Il capo del governo non ha specificato da quali campi di battaglia stiano tornando e neanche il periodo al quale i dati si riferiscono.

Zvizdic, commentando il rinvio della visita dell'Alto rappresentante Ue Federica Mogherini, ha detto che è dispiaciuto perché questa sarebbe stata l'occasione per presentare i risultati delle attività precedenti relative all'integrazione europea e alla situazione della sicurezza in BiH e della regione. La visita della Mogherini è stata cancellata perchè l'aereo non ha potuto atterrare all'aeroporto di Sarajevo a causa della nebbia, come ha riferito l’ufficio Consiglio dei ministri.

La recente crisi istituzionale in BiH tiene ancora bloccato il lavoro dell'Assemblea parlamentare e della Presidenza, ed alcuni politici hanno annunciato la paralisi governo esecutivo. Zvizdic ha confermato che il Consiglio dei ministri in questo momento lavora su diverse competenze previste dall'agenda europea, e assicura che questa istituzione continuerà a lavorare a pieno regime.

La BiH è la seconda tappa del giro che l’Alto rappresentante Ue, per la politica estera e di sicurezza Federica Mogherini sta effettuando nei Balcani occidentali. L'1 marzo è stata in visita a Montenegro.