Turchia al voto anticipato: Maggioranza assoluta per Erdogan – incendi e gas lacrimogeni tra curdi e polizia

L’Hdp filo-curdo entra in parlamento con 59 seggi

di Redazione

 

Aggiornamento – Con la chiusura alle 17 delle urne in Turchia, Erdogan riconquista la maggioranza assoluta che aveva perso al voto del 7 giugno, per la prima volta dal 2002. L'Akp del presidente raggiunge infatti il 49,3% dei voti,  accaparandosi 315 seggi su 550.

Alle elezioni politiche anticipate di oggi, la Turchia giunge per la mancanza di un  accordo dei partiti di formare  un governo di coalizione,  dopo che alla tornata di giugno  il presidente  Recep Tayyip Erdogan perse  la maggioranza per governare da solo.

 Il partito filo – curdo Hdp , raggiunge il 10,4% delle preferenze, riconfermando la sua presenza in Parlamento con 59 seggi.  

L’affluenza alle urne è stata di circa l’87%,  contro quella di giugno che si è fermata all’83,9% .

 

""In tutto il Paese un clima di tensione e pericolo ha accompagnato il voto di oggi, a rischio  di scontri soprattutto nel sud-est a maggioranza curda, dove da questa estate si sono registrate centinaia di vittime per il conflitto con il Pkk. ad Ankara.

A Diyarbakir, dopo la notizia del successo elettorale di Erdogan, diffusa dalla Tv privata Ntv, sono in corso disordini con barricate e incendi  dei manifestanti curdi a cui  la polizia turca risponde   con l’uso di  gas lacrimogeni. 

Stampa Articolo