Parte la presidenza di turno del Consiglio Ue del secondo semestre europeo a guida lettone.Il 9 gennaio il via all’Anno europeo per lo sviluppo 2015

Europa competitiva, digitale e di impegno il focus dei lavori dei prossimi sei mesi

di Redazione

[blue]Immagine:Il primo ministro della Lettonia Laimdota Straujuma e il presidente della commissione Ue Jean Claude Juncker
[/blue]
[blue]Parte la presidenza di turno del secondo semestre europeo del Consiglio Ue alla guida della Lettonia, mentre il premier Matteo Renzi ha in programma nei prossimi giorni un intervento al Parlamento,di chiusura ufficiale del primo semestre europeo di presidenza italiana .

Gli appuntamenti di questa settimana si svolgeranno a Riga oggi e domani in un incontro del collegio dei commissari europei che segnerà l’inizio della presidenza lettone, ‘su come tradurre rapidamente l’ambizione in azione , sulla base di obiettivi prioritari che ci accomunano, sottolinea il presidente della commissione europea Jean Claude Juncker, mirati a migliorare il contesto degli investimenti e realizzare un’Europa digitale senza confini e una Unione dall’energia forte’.

Il 9 gennaio sarà inaugurato dal premier della Lettonia Straujuma e il presidente Juncker, l’Anno europeo per lo sviluppo 2015 che darà il via a nuove politiche per l’eliminazione della povertà e la promozione dello sviluppo e di economia sostenibile.[/blue]

Stampa Articolo