Neelie Kroes, responsabile dell’Agenda digitale Ue incontra a Roma Nonna Lea e il suo Robot badante

Il progetto pilota per assistere anziani che a casa sono soli, è stato avviato nel maggio scorso e si concluderà nel 2015

Nonna Lea, 94 anni, vive nella sua casa di Roma in compagnia da 5 mesi con "Mister Robin", il robot badante che interagisce con familiari ed amici nei momenti di bisogno della signora Lea.
Il progetto "GiraffPlus" è stato finanziato della Commissione europea per 3 milioni di euro, nell’ambito degli investimenti dell’UE nei settori della tecnologia avanzata, studiata per venire in aiuto alle "generazioni d’argento".
Neelie Kroes, vice presidente e commissario responsabile per l’Agenda digitale Ue è andata in visita a casa di nonna Lea ed ha verificato di presenza l’utilità assoluta del robottino nella vita quotidiana delle persone ormai non più perfettamente autonome.
Altri sei anziani in Italia hanno a casa il robot badante che l’Ue ha inserito nei suoi progetti di solidarietà.
Nonna Lea al secolo Lea Mina Ralli, adesso è più serena nello svolgimento delle sue attività quotidiane in casa ed ha tranquilizzato anche i suoi figli che sono in contato con lei con dispositivi di video chiamate azionati dal Robot badante.

Stampa Articolo