A Taormina e Messina l’anno nuovo è iniziato in musica

Il successo dei concerti dell'Orchestra Plettro

Si riparte con la musica e i tradizionali concerti di capodanno dell’Orchestra a Plettro Città di Taormina, che negli anni sono diventati gli eventi più attesi del cartellone delle festività natalizie della Perla dello Jonio. Il primo concerto- scrivono gli organizzatori- si è svolto sabato 1 gennaio al Palacongressi, il secondo nella mattinata di domenica 2 gennaio al Teatro Antico e il terzo domenica pomeriggio al Palacultura di Messina. L’Orchestra a Plettro Città di Taormina è diretta dal M° Antonino Pellitteri fin dal 2008, al suo fianco i maestri, Emanuele Buzi (mandolino solista), Alfredo D’Urso (chitarra solista), Elisabetta Monaco (liuto cantabile), Giovanni Caruso (percussioni), accompagnati  dall’entusiasmo e l’esperienza di tutti i componenti dell’Orchestra.

A Taormina.- spiega la nota stampa- i concerti sono stati organizzati  dall’Amministrazione comunale in collaborazione con la Fondazione Taormina Arte Sicilia e l’Associazione Albergatori. Il classico appuntamento con la buona musica, si ripete a Taormina da più di quarant’anni e nel tempo ha sempre dato valore alle aspettative del suo pubblico. L’applaudito spettacolo tenuto al Palazzo dei Congressi di Taormina il 1 gennaio  è stato aperto da capolavori del grande repertorio sinfonico-operistico,  dai celebri valzer di Strauss e da alcuni fuori programma molto apprezzati dal pubblico. La serata è stata presentata da Cino Restuccia, il quale ha ringraziato quanti hanno reso possibile la realizzazione dell’evento ed ha concluso, con la lettura di un messaggio augurale inviato dal Sindaco di Taormina Mario Bolognari.

Al Teatro Antico l’applaudito concerto è stato baciato da una calda giornata di sole e dall’eccellente contributo dato dai tre tenori: Francesco Cusumano, Alfio Marletta e Simone Massimino.  La maestosità del Teatro con vista sull’Etna innevata e il golfo di Giardini hanno fatto da cornice  al repertorio musicale iniziato, con “O sole mio” a seguire: E vui durmiti ancora, Marechiare, Strauss Fantasia di Valzer, Non ti scordar di me, Nel blu dipinto di blu, Valzer dei fiori, Funiculì funiculà, O surdato nnammurato, Bellini Sinfonia da Norma e da tanti bis richiesti a suon di applausi.

Il concerto serale di Messina di domenica 2 gennaio su invito dell’Accademia Filarmonica, ha concluso il weekend dell’Orchestra a Plettro, che si è esibita  al Palacultura, con la pregevole partecipazione del mezzosoprano Emy Spadaro. L’esigente pubblico di Messina ha  apprezzato con sentiti applausi il ricco repertorio musicale dell’Orchestra a Plettro Città di Taormina. Lo spettacolo- conclude la nota stampa- presentato da Rachele Gerace, ha inaugurato la seconda parte della  stagione concertistica dell’Accademia Filarmonica  di Messina.

Stampa Articolo Stampa Articolo