Parte FMStreaming. Dal 5 dicembre i musei senesi parlano di contemporaneo… alla radio

On air per 15 giorni - dal 5 dicembre, per la Giornata del Contemporaneo Amaci fino al 20 la Fondazione Musei Senesi inauguraFMStreaming, un inedito progetto di narrazione dei musei senesi attraverso la radio. Protagonisti dieci artisti contemporanei toscani di rilievo internazionale selezionati grazie alla curatela di FuoriCampo. I loro contributi audio (siano essi racconti in prima persona o opere d'arte vere e proprie) saranno trasmessi sulla piattaforma Radioarte e quindi resi disponibili, da gennaio, sul canale podcast di FMS

Gli artisti contemporanei toscani raccontano i musei senesi: è questo il filo rosso del primo ciclo di appuntamenti di FMStreaming, il progetto audio di Fondazione Musei Senesi finanziato dalla Regione Toscana nell’ambito del bando ToscanaInContemporaneao 2020, tramite il Centro Pecci di Prato.

Si comincia il 5 dicembre in occasione della Giornata del Contemporaneo AMACI e si prosegue fino al 20: 15 giorni di appuntamenti quotidiani che saranno trasmessi sulla web radio e piattaforma sperimentale Radioarte e saranno poi disponibili sul nuovo canale podcast di FMS che sarà lanciato a gennaio.

Pensato per mettere in dialogo lo sguardo contemporaneo e le collezioni dei musei senesi, il progetto inaugura un vero e proprio palinsesto radiofonico che interseca contenuti d’artista e discussioni critiche sul ruolo che il museo interpreta al giorno d’oggi, rispetto al linguaggio contemporaneo

Dieci artisti toscani, selezionati da FuoriCampo che si occupa della curatela artistica per questa sezione del progetto, sono stati dunque chiamati a interpretare i musei senesi, riflettendo al contempo sul senso profondo del museo come presidio identitario, tanto più in questo momento di “sospensione”.

Fondazione Musei Senesi ha inoltre esteso l’invito, a livello istituzionale e proprio per mettersi in gioco a sua volta, ad esperti e professionisti dell’arte contemporanea, attivi sullo scenario internazionale, ma con un background senese. A loro spetterà il compito di riflettere su come il contemporaneo e i musei del territorio possano instaurare una discussione critica, se e come i due filoni spesso considerati contrapposti o perfino stridenti possano, invece, riunificarsi e dialogare in un rapporto di continuità o di rottura tra il passato e l’oggi. 

«Un progetto a più voci – afferma il direttore scientifico di FMS, Elisa Bruttini – che offre una lettura inedita dei musei e riaccende il loro rapporto con gli artisti contemporanei attraverso un format digitale che l’attuale situazione impone ma che, comunque, è oggi una modalità necessaria per raggiungere i diversi pubblici. FMStreaming è dunque un contenitore di storie che, nel tempo, verranno affidate ad altri creativi o agli stessi visitatori, per condividere le diverse esperienze e discutere il ruolo del museo in chiave di arte pubblica». 

«Il legame strettissimo dei musei senesi con il proprio territorio–- osserva Jacopo Figura, presidente dell’Associazione FuoriCampo – ha stimolato un pensiero più profondo che va oltre la singola collezione e riguarda la responsabilità di ognuno, e degli artisti in particolare, di prendersi cura dei musei e della cultura che essi veicolano, ripensando la loro funzione nell’ottica di valorizzare l’energia e la capacità di descrivere il presente conservando il passato». 

«Questo tempo, seppur non scelto da noi – commenta Federico Fusi, fondatore dell’associazione Inner Room – Radioarte – Open Zona Toselli – ci fa capire che quando non si possono esporre le opere si può comunque esporre il potenziale. Siamo stati ben lieti di produrre e trasmettere questo primo ciclo di FMStreaming sulla nostra piattaforma che dal 2001 porta l’arte e gli artisti alla radio».

** 

FMSTREAMING: I DETTAGLI DEL PROGETTO

FMStreaming è un progetto di Fondazione Musei Senesi, realizzato in collaborazione con FuoriCampo e Radioarte e finanziato dalla Regione Toscana, tramite il Centro Pecci – Fondazione per le Arti Contemporanee in Toscana di Prato, nell’ambito del bando ToscanaInContemporaneao 2020.

Dal 5 al 20 dicembre 2020 coinvolgerà 10 artisti contemporanei toscani e 5 esperti professionisti dello scenario internazionale, più un progetto speciale legato a una mostra in corso; tutti i contributi e le conversazioni saranno trasmessi su www.radioarte.it e disponibili in podcast da gennaio 2021.

Gli artisti coinvolti sono tra i maggiori nomi toscani del panorama nazionale e internazionale: Marco Bagnoli, Massimo Bartolini, Emanuele Becheri, Francesco Carone, Michelangelo Consani, Maurizio Nannucci, Giovanni Ozzola, Remo Salvadori, Namsal Siedlecki ed Eugenia Vanni

A rappresentare i diversi profili professionali interverranno, invece, Serena Fineschi come artista, di origini senesi ma che vive e lavora tra Siena e Bruxellles; Lorenzo Giusti come direttore di museo (la GAMEC di Bergamo, protagonista di un’esperienza radiofonica nata proprio nello scorso lockdown); Flavio Misciattelli, fondatore del Pastificio Cerere di Roma ma qui come collezionista e mecenate; Luca Quattrocchi, docente di arte contemporanea all’Università di Siena; Massimiliano Tonelli come giornalista (è il direttore di Artribune).

Infine, come progetto speciale, Fondazione Musei Senesi ha invitato Michela Eremita a ripercorrere l’installazione sonora e la mostra di Luca Pancrazzi “Paesaggio Ciclico Variato” attualmente allestita al Museo del Paesaggio di Castelnuovo Berardenga (al momento sospesa a causa dell’emergenza sanitaria).

**

I PARTNER DEL PROGETTO

Fondazione Musei Senesi è la rete museale delle terre di Siena nata nel 2003 per coordinare, promuovere e valorizzare gli oltre quaranta musei diffusi nel territorio senese, secondo la logica del “museo diffuso” e di un patrimonio culturale che si fonde con le tradizioni, il paesaggio e le comunità.

FuoriCampo dal 2011 affianca ad una rigorosa attività espositiva una programmazione trasversale rivolta a diffondere le tematiche ed i linguaggi del contemporaneo sul territorio senese, attraverso residenze con artisti internazionali e progetti curatoriali realizzati in collaborazione con istituzioni pubbliche e private. 

radioarte© è una piattaforma radio compartecipativa e atemporale, interamente dedicata alla disciplina della sound&radio arte sia come trasmissione che come produzione; attiva dal 2001, attualmente opera attraverso la propria stazione web www.radioarte.it attiva h24 e 7 giorni su 7, anche in supporto a progetti culturali con palinsesti ad hoc o droni radiofonici.

** 

IL CALENDARIO DEL PROGRAMMA
I contributi degli artisti e le conversazioni coi professionisti saranno trasmessi tutti i giorni dal 5 al 20 dicembre in tre passaggi in replica alle 9.30, 14.30 e 19.30 su www.radioarte.it

5/12 introduzione a cura di FMS-FuoriCampo-radioarte + intervista a Lorenzo Giusti

6/12 intervista a Massimiliano Tonelli

7/12 intervista a Luca Quattrocchi

8/12 intervista a Flavio Misciattelli

9/12 intervista a Serena Fineschi

10/12 progetto speciale: conversazione con Michela Eremita e trasmissione dell’installazione sonora “Piove o no” di Luca Pancrazzi (realizzata in occasione della mostra “Paesaggio Ciclico Variato” in corso al Museo del Paesaggio di Castelnuovo Berardenga)

11/12 Emanuele Becheri – Museo Civico Pinacoteca Crociani di Montepulciano

12/12 Remo Salvadori – Palazzo Borgia Museo Diocesano di Pienza

13/12 Marco Bagnoli – Museo Civico Archeologico e della Collegiata di Casole d’Elsa

14/12 Massimo Bartolini – Museo Archeologico del Chianti senese di Castellina in Chianti

15/12 Michelangelo Consani – Museo della Mezzadria senese di Buonconvento

16/12 Namsal Siedlecki – Parco Museo Minerario di Abbadia San Salvatore

17/12 Eugenia Vanni – Palazzo Corboli Museo Civico e Diocesano d’Arte Sacra

18/12 Francesco Carone – Museo Archeologico Antiquarium Poggio Civitate di Murlo

19/12 Maurizio Nannucci – Camminamenti sulla cinta muraria di Monteriggioni

20/12 Giovanni Ozzola – Sala d’Arte San Giovanni e Rocca di Tentennano di Castiglione d’Orcia 

Immagini: Remo Salvadori, artista, ph. Attilio Maranzano – Elisa Bruttini, direttore scientifico FMS, con Radioarte durante le registrazioni delle interviste  Lorenzo Giusti, direttore della GAMEC di Bergamo, ph. Lorenzo Palmieri

Stampa Articolo