Le "stelle" nel parco di Taiano (Varese)

viaggio tra scienza e arte

Si concluderà il 17 giugno il festival dei punti cardinali, nel parco di Taino (in provincia di Varese), che vanta il “luogo dei quattro punti cardinali”, scultura-monumento di Giò Pomodoro. Il tema scelto per questa edizione, le stelle, è una occasione per coinvolgenti viaggi tra arte e scienza.

Vasto il programma: concorso di fotografia per ragazzi, festa del benessere, arte, musica. Grazie alla collaborazione con l’osservatorio Schiaparelli di Varese, è stato possibile osservare pianeti e costellazioni, con telescopi posti nel parco e le spiegazioni degli esperti Luca Buzzi e Massimo Marini. Ma anche storie dell’universo, raccontate da Amalia Ercole Finzi, ingegnere aerospaziale responsabile della sonda Rosetta, e da Corrado Lamberti, astrofisico e divulgatore.

GG Superstar è stato il primo degli eventi musicali, una produzione creata per suggerire come le scoperte di Galileo Galilei abbiano rivoluzionato il mondo scientifico, ma anche le attività umane, culturali e sociali. Protagonisti: Christian Frattina, autore e conduttore dello spettacolo, l’ensemble barocco Coin du Roi, l’attore Claudio Moneta, i danzatori Kenzo Kusuda, Bruna Gondoni e Marco Bendoni.

Sabato sedici giugno appuntamento con i Carmina Burana di Carl Orff: la Corale Arnatese e il suo coro di voci bianche, il coro Voces de las Américas, solisti, pianisti, percussionisti, coordinati dalla direzione musicale di Romano Longoni.

La chiusura del festival, il giorno successivo, sarà un viaggio musicale e visivo nel tempo e nello spazio, con il quintetto Galec ed uno spettacolo di video mapping creato dai visual designers di Karmachina.

Altri appuntamenti in trasferta, l’opera da camera Cendrillon di Pauline Viardot al Teatro dell’Olmo e, nella vicina Sesto Calende, Nuit d’etoiles, con il soprano Anna Chierichetti ed il pianista Maurizio Carnelli e, presso l’abbazia di San Donato, Misa Criolla di Ramirez. Ancora: il trio polacco (soprano, violoncello e pianoforte) Celloice per una esecuzione dal titolo Dream with meworkshop di movimento e danza, tenuto da Kenzo Kusuda, artista ospite d’onore di questa edizione, ed una sessione di yoga e campane tibetane nel parco, aperta a tutti.

Il festival è organizzato dall’Associazione Pauline Viardot di Taino, in collaborazione con TDA Teatro, Coin du Roi, DoppioDiesis produzioni, Mambo adv, con il patrocinio dei comuni di Taino e Sesto Calende e con il sostengo della Fondazione Comunitaria del Varesotto e dell’associazione Elvira Berrini Pajetta.   

Stampa Articolo