CASO WILLY, APPELLO A MATTARELLA DA ‘ARTEMISIA ONLUS’ E ‘VIVERE SENZA PAURA’

Una lettera inviata dalle onlus ‘Artemisia’ e ‘Vivere senza paura’ per chiedere al Presidente della Repubblica di intervenire sull’”assenza di sanzioni esemplari e dell’effettività della pena“
{"subsource":"done_button","uid":"CC0B88C9-5850-44ED-A170-60FE6777A53D_1599981951042","source":"other","origin":"unknown","source_sid":"CC0B88C9-5850-44ED-A170-60FE6777A53D_1599982067392"}

Una lettera inviata dalle onlus ‘Artemisia’ e ‘Vivere senza paura’ per chiedere al Presidente della Repubblica di intervenire sull’”assenza di sanzioni esemplari e dell’effettività della pena“.

Questo il contenuto dell’appello firmato dalle presidenti Maria Stella Giorlandino (Artemisia onlus) e Maria Grazia Cucinotta (Vivere senza paura onlus) alla luce della terribile morte di Willy Monteiro, il ragazzo morto a seguito del pestaggio di un gruppo di balordi a Colleferro.

“Chiediamo a Lei, Presidente, garante della Costituzione, di vigilare perché in questo caso, così come negli altri che affliggono la nostra Società, le Istituzioni deputate a reprimere le condotte che contrastano così aspramente con il senso di comune appartenenza al genere umano, prima ancora che allo Stato, siano ferme ed efficaci” – si legge nella lettera -.

“Viviamo in un’epoca in cui la sovrastruttura della società del benessere e il primato dell’etica individuale e del soddisfacimento degli istinti del singolo hanno oscurato qualsiasi interrogativo spirituale, ideologico, intellettuale. Non è l’unico episodio, davanti al quale ci siamo trovate a operare e riflettere, più spesso gli omicidi di donne, colpevoli solo di essere tali, l’assenza di sanzioni esemplari e dell’effettività della pena, da tutti i punti di vista, sia quello punitivo, sia quello dissuasivo, sia ancora quello educativo“, concludono Giorlandino e Cucinotta.

Artemisia Onlus e Vite senza paura onlus sono due Associazioni che operano mosse dalla medesima necessità di essere a fianco delle fasce più bisognose della popolazione, per la tutela della persona nel suo insieme, per la costituzione di una rete di persone e di associazioni qualificate, che mettano a disposizione le proprie professionalità, il proprio tempo, tutte le energie perché un mondo migliore sia davvero possibile.

Stampa Articolo