Attentato al Consolato d’Italia al Cairo – Un morto e 9 feriti, nessun italiano

Il tritolo usato dai terroristi per l'esplosione sarebbe lo stesso materiale usato per l'assassinio del procuratore capo egiziano Hisham Barakat.
A general view shows the destroyed facade of the Italian consulate building following a powerful bomb explosion, killing one person, in the capital, Cairo, on July 11, 2015. The consulate in central Cairo was closed at the time of the explosion around 6:30 am (0430 GMT), which brought down the facade of the building and could be heard across the capital. AFP PHOTO / MOHAMED EL-SHAHED (Photo credit should read MOHAMED EL-SHAHED/AFP/Getty Images)

L’esplosione di una bomba,  alle 6.30 di questa mattina, alla sede Consolare italiana  al Cairo, ha provocato un morto e nove feriti. Nessun italiano.

 Un attacco diretto all’Italia .. così  il ministro degli Esteri italiano Paolo Gentiloni ha definito l’attentato terroristico ed ha continuato l’Italia non si farà intimidire e che risponderà con “rinnovata determinazione nel contrasto al Daesh e al fanatismo terrorista.

L’attentato è avvenuto per mezzo di una carica esplosiva, comandata a distanza, posta sotto un’auto  ed azionata con un telecomando. Oltre alla facciata esterna del Consolato – che era chiuso – hanno subito danni anche alcune abitazioni vicine. 

Per l’attacco Sarebbe stato utilizzato dai  terroristi, secondo gli esperti, 250 chili di tritolo. Stesso materiale usato   per l’assassinio del procuratore capo egiziano Hisham Barakat.

Stampa Articolo