USPI sempre a sostegno degli editori: flessibilità al centro del nuovo contratto di lavoro USPI-CISAL. Infografica illustrativa

Come orientarsi all'interno delle misure applicative del nuovo contratto di lavoro giornalistico siglato lo scorso 15 novembre da Unione Stampa Periodica Italiana (USPI) e Confederazione Italiana Sindacati Autonomi Lavoratori (CISAL): Uspi illustra agli editori in una infografica riassuntiva le possibilità offerte dal nuovo contratto di lavoro del quale la flessibilità è il vero punto di forza di questo nuovo strumento per gli editori



La flessibilità del nuovo contratto di lavoro USPI-CISALL firmato lo scorso 15 ottobre, è sicuramente il vero punto di forza di questo nuovo strumento per gli editori.
 D’altra parte, qualcuno potrebbe riscontrare qualche difficoltà nell’utilizzo delle molte figure professionali del nuovo contratto o magari qualcun altro potrebbe aver bisogno di aiuto per orientarsi e scegliere il miglior ruolo per assumere il proprio redattore, collaboratore o corrispondente.
 È per questo motivo che USPI ha pensato di aiutare tutti gli editori che volessero quantomeno capire le possibilità offerte dal nuovo contratto con un’infografica riassuntiva:
Il nuovo contratto, che regolamenta i rapporti di lavoro di natura redazionale nei settori della comunicazione e dell’informazione periodica locale e on line e nazionale no profit, nasce dall’esigenza di garantire sostenibilità e sviluppo ad un settore messo a dura prova dalla crisi economica e sanitaria nella quale aziende e lavoratori devono essere messi nelle condizioni di assicurare un servizio essenziale per i cittadini, qual è appunto il diritto di essere informati da operatori dell’informazione e della comunicazione adeguatamente tutelati contrattualmente e professionalmente.
 
All’interno dell’infografica l’editore può facilmente trovare le principali informazioni riguardanti il contratto e, tramite i link, accedere alla lettura dei singoli documenti che lo compongono, trovando, quindi, la soluzione più pertinente alla situazione specifica che intende risolvere.
 
In ogni caso, per ulteriori approfondimenti si rimanda al NotiziarioUSPI.it e al sito di Unione Stampa Periodica Italiana
 
Stampa Articolo