AGE E MOVIMENTO EUROPEO SOLLECITANO IL RILANCIO DEL PROCESSO DI INTEGRAZIONE

Accogliendo la proposta di Prodi invitano ad esporre le bandiere italiane ed europea il 21 marzo, inizio di primavera e festa di San Benedetto patrono d’Europa

Il Parlamento che uscirà dalle prossime elezioni europee dovrà assumersi il compito di completare l’unificazione. Lo auspicano l’Associazione dei giornalisti europei e il Movimento europeo, che in una dichiarazione congiunta sottolineano come solo un sistema federale possa garantire lo stato di diritto, il rispetto del principio di sussidiarietà, un pilastro sociale fondato su politiche e regole comuni, una politica di accoglienza e inclusione. L’AGE e il Movimento europeo, unitamente alle organizzazioni collegate, rilanciano l’invito di Prodi ad esporre il 21 marzo, inizio di primavera e festa di San Benedetto patrono d’Europa, le bandiere dell’Italia e dell’Europa. Per chiedere, con questo gesto silenzioso ma indicativo, il rilancio del processo di integrazione. L’appello dell’ AGE e delle associazioni che fanno parte del Movimento europeo fa rilevare come una effettiva integrazione politica possa contribuire anche alla sicurezza interna ed esterna. L’Europa politicamente unita – si legge – assicurerebbe il governo unitario dell’ Unione Economica e Monetaria e una prosperità condivisa da tutti gli stati membri. Una vera Europa federale, conclude il documento, sarebbe il collante di una democrazia sovranazionale che coinvolgerebbe paesi e cittadini nella promozione dello sviluppo economico e sociale del continente. L’Europa dei cittadini, si sottolinea, dovrà impegnarsi per uno  sviluppo sostenibile e per il rispetto del pluralismo dell’informazione.

 

Stampa Articolo