Oro dentro. Un archeologo in trincea: la storia di Fabio Maniscalco nel libro di Laura Sudiro e Giovanni Rispoli – Roma Palazzo Braschi il 26 maggio

La difesa del patrimonio culturale dalla guerra in Bosnia, Albania, Kosovo, Medio Oriente, che Maniscalco ha pagato duramente

Esistono vari modi di lavorare sui beni culturali: insegnare, prodigarsi nelle istituzioni, denunciare incuria e malefatte. Ma c’è anche chi decide di farsi testimone in prima persona, mettendo in gioco tutto se stesso.

Fabio Maniscalco, archeologo, ha pagato duramente il suo impegno. Nato a Napoli il primo agosto 1965, ha sviluppato le sue pionieristiche esperienze nella tutela del patrimonio culturale a rischio in varie parti del mondo (Bosnia, in particolare Sarajevo, Albania, Kosovo, Medio Oriente) per strapparlo alla barbarie della guerra.

Un tumore provocato dall’esposizione all’uranio impoverito durante le missioni nei Balcani lo ha stroncato il primo febbraio 2008. “Oro dentro. Un archeologo in trincea:Bosnia, Albania, Kosovo, Medio Oriente”, ed. SkiraQuesto libro racconta la sua storia.

Laura Sudiro (Valdagno 1976), giornalista, è autrice di documentari. L’archeologia è la sua seconda laurea ma la prima passione: ne scrive per periodici e riviste on-line.

Giovanni Rispoli (Melfi 1952), giornalista, ha scritto sulla storia italiana del Novecento. Ha lavorato come autore ed editor di libri d’arte e di fotografia.

Stampa Articolo