User Pass Password Dimenticata? | Registrati

Benvenuto!

SEBASTIANO ARDITA

Cura Italia libera i boss?

Nella realtà dei fatti non è così. Alla pretestuosa fuoriuscita dal carcere dei boss mafiosi posti al 41 bis, due magistrati, in atto Consiglieri togati del CSM Consiglio Superore della Magistratura, il palermitano #NinoDiMatteo (già sostituto procuratore presso la DDA di Caltanissetta, pubblico ministero a Palermo nel 1999 tra i protagonisti delle indagini sulle stragi di mafia nelle quali rimasero uccisi i giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, nel 2012 presidente Associazione nazionale magistrati (ANM)] e #SebastianoArdita (già procuratore aggiunto della Repubblica presso i Tribunali di Catania e di Messina, direttore generale dell’Ufficio detenuti del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria (Dap), attualmente consigliere dell’organo dell’autogoverno dei giudici CSM e Presidente della Commissione su carceri ed esecuzione della pena),avevano contestato la decisione di concedere alcune forme di detenzione alternativa ai detenuti in condizioni specifiche, definendola un "indulto mascherato" e un "pericoloso segnale di distensione"


0 Commenti04 Maggio 2020 - 19:11


Pagine totali: 1 || 1

..

Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile: Mimma Cucinotta
Condirettori: Domenica Puleio - Silvia Gambadoro
Vice Direttore: Roberto Sciarrone (Roma)
Direttore Editoriale: Silvia Gambadoro (Roma)
Sede Giornale: Messina - Roma



Homepage | Foto | Video | Redazione | Disclaimer | Contatti





© Copyright 2014/2020

Feed RSS