User Pass Password Dimenticata? | Registrati

Benvenuto!

:: Magazine

Domani il via al Mondiale Para-Archery con qualificazione per Tokyo 2020

Scarzella confermato Vicepresidente Vicario World Archery

Il presidente FITARCO e World Archery Europe Mario Scarzella è stato confermato Vicepresidente Vicario World Archery al 53° Congresso di 's-Hertogenbosch (Ned). Sarà il terzo mandato al fianco del Presidente WA e Vicepresidente CIO Ugur Erdener


:: Rubrica

Dom 02 Giugno 2019 - 23:09


Immagine Principale



Al 53° Congresso World Archery in svolgimento a 's-Hertogenbosch, in Olanda, sede nelle prossime due settimane dei Mondiali di qualificazione Paralimpica e Olimpica per Tokyo 2020, ennesimo grande attestato di stima per il Presidente FITARCO Mario Scarzella che, al termine delle votazioni, è stato confermato Vicepresidente Vicario della Federazione Internazionale di Tiro con l'Arco con 78 voti favorevoli, 3 contrati e 2 astenuti. Scarzella, che ricopre dal 2006 il ruolo di Presidente World Archery Europe, è divenuto Consigliere World Archery nel 2005 ed è stato eletto come Primo Vicepresidente WA la prima volta nel Congresso di Torino 2011. La votazione in Olanda permetterà al dirigente italiano di ricoprire il ruolo di vicario per il terzo mandato consecutivo. 


"Sono emozionato e felice. Sono stato confermato Vicepresidente Vicario della Federazione Internazionale quasi all'unanimità, un risultato che rappresenta  l'ennesimo attestato di stima da parte del Congresso World Archery - ha detto il Presidente Scarzella dopo la sua rielezione -. Sono soddisfatto perché questa rielezione rappresenta la vittoria di tutto il movimento italiano: abbiamo una grande considerazione a livello globale nell'ambiente arcieristico e questa votazione ne è la testimonianza. In questi anni di lavoro insieme al Presidente Ugur Erdener abbiamo raggiunto risultati rilevanti per la crescita del tiro con l'arco, ottenendo di anno in anno un incremento di tutti i numeri. Ottimi risultati riconosciuti anche dal CIO che, non a caso, ha promosso la nostra disciplina ai Giochi Olimpici, inserendo nel programma, a partire da Tokyo 2020, una competizione in più che prima non era prevista, la gara a squadre misteNaturalmente non ci accontentiamo e lavoreremo con la stessa passione che ci ha spinti finora per continuare a far crescere questa meravigliosa e affascinante disciplina sportiva". 

 

____

 

DOMANI IL VIA ALLA RASSEGNA IRIDATA PARALIMPICA: IN PALIO I PASS PER TOKYO 2020

Nel frattempo la città olandese di ‘s-Hertogenbosh si prepara ad essere la Capitale dell’arco mondiale per la prima metà del mese di giugno. Nei Paesi Bassi si svolgeranno infatti i Campionati del Mondo Para-Archery, dal 3 al 9 giugno, e poi quelli per normodotati, dal 10 al 16. 
La posta in palio è doppia in entrambi i casi, in Olanda non solo verranno assegnati i titoli iridati ma anche i primi pass per le Olimpiadi e le Paralimpiadi di Tokyo 2020. 
I primi a scendere sulla linea di tiro i migliori arcieri paralimpici del mondo: saranno oltre 300 a giocarsi le loro carte nelle divisioni arco olimpico, compound, W1 e Visually Impared. L’Italia si presenterà all’appuntamento al gran completo con 18 atleti e da campione in carica con la squadra compound maschile e nel mixed team arco olimpico. 

IL PROGRAMMA – I mondiali scatteranno ufficialmente domani, lunedì 3 giugno, con le 72 frecce di ranking round del compound, dell’arco olimpico e dei Visually Impaired, il giorno successivo toccherà ai W1, mentre martedì pomeriggio sarà tempo di primi scontri sia a squadre che individuali. Mercoledì le squadre tireranno fino alle semifinali ma il momento clou sarà nel tardo pomeriggio quando verranno assegnate le medaglie dei Visually Impaired. Giovedì lunga giornata di sfide con tutti i match fino alle semifinali individuali e mixed team. Venerdì ci sarà l’occasione per chi ancora non è entrato nel lotto dei qualificati per Tokyo 2020 di provare a staccare il pass grazie al torneo secondario di qualificazione alle Paralimpiadi. Sabato e domenica saranno invece i giorni decisivi del Mondiale con tutte le finali di W1 e compound, al sabato, e arco olimpico, domenica. 

I CONVOCATI AZZURRI – Nell’arco olimpico seconda partecipazione ai Mondiali per Roberto Airoldi degli Arcieri Cameri protagonista anche a Pechino nel 2017 e vincitore con Elisabetta Mijno del bronzo mixed team ai Giochi di Rio 2016. Insieme a lui vestirà l’azzurro Giulio Genovese (Dyamond Archery Palermo), esordiente nella competizione iridata, e Stefano Travisani (Fiamme Azzurre) che in Cina vinse il titolo iridato mixed team con Elisabetta Mijno, anche lei convocata per le sfide in Olanda. Insieme alla campionessa delle Fiamme Azzurre a ‘s-Hertogenbosh ci saranno anche Annalisa Rosada (Compagnia Arcieri Del Leon) e Veronica Floreno (Dyamond Archery Palermo): il terzetto è lo stesso che due anni fa vinse il bronzo a squadre. Per il ricurvo le riserve a casa saranno Giuseppe Verzini (Arcieri Cormòns) e Kimberly Scudera (Arco Club Gela).

Nel compound l’Italia arriva da campione in carica con la squadre maschile che ha poi ribadito il suo potenziale vincendo l'oro anche nella rassegna continentale del 2018: a vestire l’azzurro saranno quindi Alberto Simonelli (Fiamme Azzurre), Matteo Bonacina (Arcieri Castiglione Olona) e Giampaolo Cancelli (Arcieri Torrevecchia). Anche nel femminile non cambia la squadra rispetto al 2017. In campo scenderanno ancora Eleonora Sarti (Fiamme Azzurre), Giulia Pesci (Arcieri Ardivestra) e Maria Andrea Virgilio (Dyamond Archery Palermo), per loro le motivazioni saranno altissime visto che nell’ultima edizione dei Mondiali chiusero quarte ad un passo dal podio. Il posto di riserva a casa è stato assegnato a Paolo De Venuto (Frecce Azzurre).
A Pechino l’Italia vinse il bronzo nel W1 maschile a squadre ma rispetto a quella volta c’è una novità, considerando l'infortunio di Fabio Azzolini nella recente trasferta di Olbia. Insieme ai confermati Daniele Cassiani (Arcieri Fivizzano) e Salvatore Demetrico (Dyamond Archery Palermo) ci sarà Gabriele Ferrandi (Arcieri Ardivestra) che torna su una linea di tiro mondiale dopo la convocazione del 2011 a Torino. Nel femminile convocazione per la giovane e già vincente Asia Pellizzari(Arcieri Del Castello), anche lei alla seconda apparizione mondiale dopo quella del 2017, recentemente vincitrice dell'oro individuale alla Para-Archery European Cup di Olbia. 

Ai Campionati Mondiali di ‘s-Hertogenbosh ci sarà spazio anche per la categoria Visually Impaired: l’Italia si schiererà con il campione europeo in carica Matteo Panariello nel V.I. 1 e con il vicecampione europeo Giovanni Maria Vaccaro nel V.I. 2/3.
Lo staff azzurro che seguirà gli arcieri in Olanda sarà composto dal Capo Missione Oscar De Pellegrin, dal Responsabile Tecnico Guglielmo Fuchsova, dagli allenatori Gabriele Meneghel e Antonio Tosco, dagli assistenti tecnici Stefano Mazzi e Fabio Fuchsova, dallo psicologo Gianni Bonas, dalla fisioterapista Chiara Barbi e dalla guida per i Visually Impaired Paolo Del Nista. 

FOTO WORLD ARCHERY


Stampa Articolo Print Img




Ti potrebbe interessare:


Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro


:: Rubrica

Dom 02 Giugno 2019 - 23:09





0 commento/i




Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro
Sede Giornale: Messina - Roma

Homepage | Foto | Video | Redazione | Disclaimer | Contatti




© Copyright 2014-2017


Feed RSS