User Pass Password Dimenticata? | Registrati

Benvenuto!

Oggi a Lugano, la conferenza di Alan David Baumann: Il Racconto della Shoah con la forza dei colori . Per non dimenticare

Oggi, 20 gennaio alle ore 16.30 la Conferenza di Alan David Baumann presso la sede dell’Amicizia Ebraico-Cristiana

di Silvia Gambadoro


::

Dom 20 Gennaio 2019 - 10:16


Immagine Principale



In occasione delle prossima ricorrenza del  Giorno della Memoria   (27 gennaio) si terrà oggi, presso  il Centro Comunitario di Lugano  sede dell’Associazione Amicizia Ebraico-Cristiana , in  via Landriani 10,  la conferenza di Alan David Baumann dal titolo “Per fortuna ci sono i colori, Arte, Shoah e Memoria”. (Ingresso libero)

     Alan David Baumann membro della comunità ebraica e giornalista,  è figlio di due grandi artisti, Eva Fischer  e Alberto Baumann.  Entrambi hanno vissuto e testimoniato attraverso l’arte, gli orrori della guerra e del nazismo: Eva Fischer, pittrice di fama internazionale, perse  33 familiari durante la Shoah, fra questi suo padre. Riusci’ a  scampare alla stessa sorte fuggendo da Belgrado  e consegnandosi  in Italia dove  fu  rinchiusa  nel  campo di prigionia sull’Isola di Curzola per  poi  nascondersi a Bologna, dove visse  sotto falso nome.  Durante gli anni bui del nazismo, con la sua bicicletta,  intraprese  l’attività partigiana affiggendo manifesti  che esortavano alla lotta  contro i nazifascisti.  “Eppure non si è mai sentita una vera partigiana” racconta il figlio,  “per lei lo era solo chi combatteva con le armi in mano”.  

Finita la guerra a Roma  la Fischer ha contatti con tutti i più grandi artisti e intellettuali dell’epoca, (a Roma frequentava Via Margutta, i suoi amici erano Picasso, Chagall, Dalì, De Chirico, ma anche Mafai e Guttuso, Tot, Campigli, Carlo Levi e molti altri esponenti della cultura di quegli anni)  .

Tra i soggetti da lei più rappresentati, i mercati di Roma, l’orchestra della Rai, i paesaggi architettonici mediterranei, le famose biciclette,  che attraverso le sue tele aveva umanizzato, rendendole stanche, felici, innamorate, annoiate. Opere straordinarie, che testimoniano tutta l'espressività  creativa  della pittrice. Eppure  cio' che aveva vissuto era sempre presente nel suo io più profondo, come un'ombra malinconica e silenziosa: solo negli anni ‘80  i suoi stessi familiari  scoprono  il “diario segreto”:  numerose opere sull'orrore dei  campi di concentramento,  che la Fischer  aveva dipinto nel corso degli  anni senza mai farne parola. Sulle tele, i colori della devastazione,  della sofferenza fisica e morale, raccontata attraverso gli occhi senza luce di chi è stato privato di tutto cio' che ci rende esseri umani: l'identità, gli affetti, la dignità la libertà.  Una testimonianza drammatica e commovente,  che in occasione della prossima ricorrenza della giornata della Memoria, Alan David Baumann racconterà in questa sua conferenza e in molti altri progetti legati alla Shoah e alla memoria di cio’ che è stato.  Tra le prossime iniziative da segnalare il  concerto-evento, Musicaust, insieme a Maria Di Pasquale, professore accademico pianista presso la Fondazione Milano.  Musicaust  nasce dal ritrovamento da parte della musicista di alcune musiche di autrici che hanno vissuto durante il periodo della Shoah: alcune deportate, altre "solamente" discriminate e nascoste. Queste donne,  pur vivendo nella clandestinità, organizzavano concerti, perché  ritenevano che la  cultura fosse l’unica forma per sopravvivere al nazismo. “Il popolo ebraico è scampato a tanti nazismi, a tanti olocausti grazie alla propria cultura, alla capacità di andare oltre, di superare l’orrore, grazia alla fantasia. Credo che l’olocausto sia un’epoca e come tale vada  trasmessa perché la negazione è l’anteprima della ripetizione. Per evitare che la storia e l’orrore  si ripeta".  

Musicaust  sarà ospitato dalla città di Alfonsine, provincia di Ravenna, il prossimo 27 gennaio.

  

Leggi anche:  http://www.paeseitaliapress.it/news_8612_Per-fortuna-ci-sono-i-colori-Arte-Shoa-e-Memoria-raccontate-da-Alan-David-Baumann-figlio-della-pittrice-Eva-Fischer-e-dellartista-Alberto-Baumann.html


Stampa Articolo Print Img



Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro


::

Dom 20 Gennaio 2019 - 10:16





0 commento/i




Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro
Sede Giornale: Messina - Roma

Homepage | Foto | Video | Redazione | Disclaimer | Contatti




© Copyright 2014-2017


Feed RSS