User Pass Password Dimenticata? | Registrati

Benvenuto!

ROMA. Cronisti aggrediti: al Cinema Sacher numerosi all' incontro di L'Espresso su antifascismo

L'iniziativa voluta da L'Espresso, si è svolta dopo l'aggressione subita dai giornalista Federico Marconi e dal fotografo Paolo Marchetti al termine delle celebrazioni in memoria dell'eccidio di Acca Larenzia al cimitero del Verano


:: Editoria/Giornalismo

Dom 13 Gennaio 2019 - 22:48


Immagine Principale



Roma, 13 gennaio 2019 -  Centinaia di persone ieri si sono ritrovate, al Cinema Sacher di Roma per ragionare sulla parola 'antifascista' dopo l'aggressione subita lunedi' pomeriggio al cimitero del Verano dal giornalista Federico Marconi e dal fotografo Paolo Marchetti de L'Espresso da parte di militanti neofascisti romani. L'evento ha registrato una partecipazione popolare ampia, con alcune persone rimaste anche fuori dalla sala per motivi di capienza. I due cronisti sono stati violentemente aggrediti al termine delle celebrazioni in memoria dell'eccidio di Acca Larenzia - nel gennaio 1978 due attivisti del Fronte della Gioventu' vennero uccisi di fronte alla sezione del Msi in zona Appio - con spinte, minacce e la richiesta di consegnare le schede di memoria della macchinetta fotografica. Per l'episodio Giuliano Castellino e Vincenzo Nardulli, esponenti di spicco rispettivamente di Forza Nuova e Avanguardia Nazionale, sono stati iscritti sul registro degli indagati della Procura di Roma con l'accusa di minacce, lesioni personali e violenza privata. Sul palco del Sacher il direttore de L'Espresso Marco Damilano ha dialogato con protagonisti del mondo della cultura, del giornalismo, dell'attivismo sociale e con alcuni studenti del liceo Virgilio chiedendo loro una parola e un racconto di esperienze personali associate all'antifascismo. Un modo per ragionare su come la pratica antifascista faccia parte della vita quotidiana delle persone. Tra gli interventi si sono alternati l'attore Fabrizio Gifuni, la scrittrice Michela Murgia, lo storico Guido Crainz, il sindacalista Aboubakar Soumahoro, il cronista antimafia Giovanni Tizian. "La lunga fila delle parole che state dicendo qui e che ci sono giunte sul nostro sito ci dice che siamo tanti a credere nel valore dell'antifascismo. La mia parola e' istituzioni, una parola antifascista, credo che molti cittadini si identifichino nel presidente Mattarella. Non dobbiamo essere soli ma continuare ad incontrarci e costruire comunita', noi continuiamo a farlo dalle pagine del nostro settimanale", ha spiegato Damilano chiudendo l'iniziativa. (AGI)

 

Fonte: Il Notiziario (in 15 capitoli), curato da Franco Abruzzo/portavoce del MIL

https://www.francoabruzzo.it

 


Stampa Articolo Print Img




Ti potrebbe interessare:


Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro


:: Editoria/Giornalismo

Dom 13 Gennaio 2019 - 22:48





0 commento/i




Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro
Sede Giornale: Messina - Roma

Homepage | Foto | Video | Redazione | Disclaimer | Contatti




© Copyright 2014-2017


Feed RSS