User Pass Password Dimenticata? | Registrati

Benvenuto!

L’Europa e il mondo raccontati nel 2018 da Paese Italia press

Migliaia di notizie ed approfondimenti tra politica, storia, arte, cultura e tanto altro

di Mimma Cucinotta


:: Editoriale

Mar 01 Gennaio 2019 - 19:36


Immagine Principale



Anche per il 2018 Paese Italia press.it chiude l’anno con migliaia di articoli e approfondimenti. Uno sguardo all’Europa e sul mondo raccontando  eventi importanti di storia, cultura, politica passando per scienza, tecnologia e il legame geopolitico dato dalle contrapposizioni commerciali tra Stati Uniti e Cina, l’incontro a Singapore tra Donald Trump e Kim Jong-un e il ritiro degli Usa dall’accordo con l’Iran.  

 

Abbiamo parlato dell’inferno della guerra in Siria, vissuto dalla popolazione civile piegata e dilaniata dai sette lunghi anni di conflitto, dove le organizzazioni umanitarie hanno operato in condizioni impossibili per raggiungere i civili colpiti da raid aerei soprattutto nel governatorio di Aleppo. Attività di soccorso e cordoni umanitari spesso interrotti in violazione dei diritti umani e della protezione dei civili. Un inferno infinito intorno alla gente siriana stremata e uccisa da una guerra di difficile soluzione politica e umanitaria.  

L’Osservatorio Siriano per i Diritti Umani (SOHR), organizzazione non governativa con sede a Londra, ha stimato tra documentati e non, oltre 500mila morti della popolazione civile e secondo recenti dati dell’UNHCR circa otto milioni di siriani, risultano sfollati all’interno e fuori dal Paese.

 

E’ stato raccontato di Gaza e la vita nella Striscia, dove la popolazione subisce da una parte il blocco imposto da Israele ed Egitto, dall'altra le divisioni tra le fazioni palestinesi promotori di proteste contro le autorità israeliane, con lanci di razzi e perdite di vite umane.  

 

Dalla Siria e Gaza al Mediterraneo e i diritti negati. L’odissea di Aquarius con oltre cento migranti salvati a largo delle coste libiche e per quindici giorni in balia delle onde a bordo dell’imbarcazione operata da SOS Mediterranée e Medici senza Frontiere, insieme al caso Diciotti, la nave della Guardia costiera bloccata per giorni al porto di Catania per ordine del ministro dell’Interno Matteo Salvini, hanno diffuso al mondo spregiudicatezza e intolleranza nei confronti dello straniero che per ignoranza, xenofobia e disinformazione spesso è percepito come diverso.

 

Dagli aggiornamenti quotidiani delle attività della Commissione europea, agli sterili negoziati per la  Brexit, alla dichiarazione d’indipendenza della Catalogna sfociata nella dura repressione messa in atto dal Governo spagnolo di Mariano Rayoj contro  l’ex capo della Generalitat Carles Puigdemonte i suoi consellers, sotto lo sguardo di  una schizofrenica Unione europea in crisi di identità e al centro di una regressione del processo di integrazione, dove nessun Paese membro è capace ad esercitare un ruolo guida al di fuori dei propri confini.

La Francia, più di ogni altro Stato potrebbe avere la volontà di farlo, ma non può. La situazione finanziaria francese non è tranquilla malgrado Parigi faccia voli pindarici per non ammetterlo. La recente protesta dei gilet gialli lo dimostra. Un’opposizione, la più eclatante contro il presidente Emmanuell Macron.  L’unico Paese che potrebbe assumere la guida dell’Ue è Berlino per capacità e disponibilità finanziaria. Ma per la Germania non è periodo, l’era della cancelliera Merkel è al tramonto.

I sovranisti nella scena politica europea attuale stanno prevalendo su principi democratici e diritti civili. Sembrerebbe che per determinare l’agenda di chi governa, alle forze populiste non serva vincere le elezioni.

 

Al centro del nostro spazio riservato alla Storia, la Grande Guerra.  Articoli e testimonianze sono stati dedicati al centenario dell'armistizio che segnò la fine della prima guerra mondiale. 

 

Ancora tanti temi passando da arte e cultura, con notizie di grandi mostre nazionali ed europee,  eventi e spettacoli, all’archeologia e la valorizzazione del territorio ad emergenze del settore dell’Editoria e del giornalismo e tanti altri fatti della vita, nell’ultimo anno appena concluso sono stati raccolti e documentati con impegno e verità, dalle redazioni di Messina e Roma di Paese Italia press.

Grazie ai nostri lettori con l'augurio di un 2019 tra bollicine e serenità!!!

 


Stampa Articolo Print Img




Ti potrebbe interessare:


Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro


:: Editoriale

Mar 01 Gennaio 2019 - 19:36





0 commento/i




ULTIMI ARTICOLI

Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro
Sede Giornale: Messina - Roma

Homepage | Foto | Video | Redazione | Disclaimer | Contatti




© Copyright 2014-2017


Feed RSS