User Pass Password Dimenticata? | Registrati

Benvenuto!

Migranti, diecimila arrivi in 5 giorni L'Onu: “Un peso enorme per l'Italia”

Il ministro degli Esteri, Gentiloni, chiede all’Ue di rafforzare l’operazione “Triton” - Il ministro degli Interni, Alfano, sollecita l’impegno del Commissario all’Immigrazione Avramopoulos


::

Gio 16 Aprile 2015 - 14:58


Immagine Principale



Immagine: Soccorso in mare di migranti

 

Diecimila sbarcati in pochi giorni in Italia. Una “vera e propria emergenza umanitaria”, l'ha definita il presidente della Conferenza delle Regioni Sergio Chiamparino al termine di un incontro con il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, per far fronte al problema dell'accoglienza. “L'Italia - riconosce l'Onu - sta portando un fardello enorme per conto dell'Europa sul problema dell'immigrazione”. E il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, chiede un rafforzamento dell'operazione Triton. La prossima settimana Alfano vedrà a Roma il commissario europeo all'immigrazione, Dimitris Avramopoulos, al quale chiederà un maggiore impegno a sostegno dell'Italia.

Intanto si susseguono gli interventi di soccorso nel Canale di Sicilia e gli arrivi di migranti nei porti siciliani. Il Viminale dovrà poi smistarli in strutture sparse su tutto il territorio nazionale, per evitare che il peso ricada, come adesso, su poche regioni (un terzo degli accolti si trova in Sicilia e Lazio). Tutte le prefetture sono impegnate a trovare soluzioni alloggiative sul territorio. “L'obiettivo - spiega Chiamparino - è di non lasciare le regioni rivierasche del Sud ad affrontare da sole questo fenomeno”. Per la prima accoglienza ai migranti il ministero sta lavorando al progetto di creare “hub” regionali, ossia dei centri, come il villaggio San Giuliano di Puglia (Campobasso) in grado di ospitare almeno un migliaio di stranieri, in attesa che vengano verificati i requisiti dei richiedenti asilo. Si pensa anche i utilizzare caserme dismesse dalla Difesa. L'Italia torna poi a bussare alla porta di Bruxelles.

“L'impegno - fa notare Gentiloni - è al 90% sulle spalle della Marina italiana, ma l'emergenza non riguarda solo l'Italia. Bisogna dare più soldi all'operazione europea (Triton) in corso. Abbiamo il dovere di salvare vite e accogliere le persone in modo civile, ma abbiamo anche il dovere di chiedere alla comunità internazionale di impegnarsi”. Una prima risposta è arrivata dal portavoce dell'Onu, Stephane Dujarric, che ha ammesso come Roma stia “portando un fardello enorme per conto dell'Europa”.

L'Alto rappresentante per la politica estera europea Federica Mogherini auspica “una maggiore e migliore solidarietà dell'Ue” e annuncia che intende convocare, nelle prossime settimane, una riunione congiunta dei ministri degli Esteri e dell'Interno per coordinare le nostre politiche in modo più europeo”. Una soluzione sembra però lontana senza la stabilizzazione della Libia. Anche di questo si parlerà martedì prossimo al Consiglio supremo di Difesa, presieduto dal Capo dello Stato Sergio Mattarella. 


Stampa Articolo Print Img




Ti potrebbe interessare:


Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro


::

Gio 16 Aprile 2015 - 14:58





0 commento/i




Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro
Sede Giornale: Messina - Roma

Homepage | Foto | Video | Redazione | Disclaimer | Contatti




© Copyright 2014-2017


Feed RSS