User Pass Password Dimenticata? | Registrati

Benvenuto!

Germania, Seehofer chiede espulsioni immediate. Crisi Merkel

Smentita di Praga, Budapest e Varsavia che contraddicono la cancelliera su accordi sull'immigrazione.

di Mimma Cucinotta


::

Dom 01 Luglio 2018 - 20:39


Immagine Principale



Berlino - Salta l’intesa Roma – Berlino sui respingimenti rapidi dei richiedenti asilo già registrati. ‘’Un accordo con l’Italia non era possibile’’. "l'Italia intende ottenere prima la riduzione dei migranti che arrivano sul suo territorio. Il premier Giuseppe Conte ha detto che hanno l’impressione di essere stati a lungo piantati in asso’’ così la cancelliera tedesca Angela Merkel in un'intervista alla Zdf, nell'imminenza dei delicati vertici di Cdu e Csu sul tema delle migrazioni.

La Merkel attraversa un periodo di crisi ed è messa alle strette sui migranti dai compagni del suo governo. In particolare il ministro dell’Interno Horst Seehofer alleato  del Csu non si è ancora pronunciato sulle misure che la Merkel ha trattato al tavolo del Consiglio europeo a Bruxelles. Stasera Seehofer dovrebbe dire se reputa sufficienti queste misure. Nel corso della giornata sono previste diverse riunioni e la cancelliera non ha inteso anticipare il risultato. Ad aggravare la situazione già molto difficile per la Merkel anche la smentita di Praga, Budapest e Varsavia su ‘’nuovi accordi per prendere richiedenti asilo da altri Paesei europei. La Polonia rientra tra i 14 ‘’volenterosi’’citati dalla cancelliera tedesca  che nel Consiglio Ue del 28-29 giugno si sono detti favorevoli alla cogestione dei movimenti secondari riaccogliendo i richiedenti asilo registrati sul proprio territorio orientati ad andare in Germania. Sembrava che le intese  strette a Bruxelles, perché di bilaterali si è trattato tra Belgio, Francia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Lituania, Lettonia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo, Svezia, oltre che da Ungheria, Polonia e Repubblica Ceca (insieme alla Slovacchia nel Gruppo di Visegrád, compatto nel rifiuto del sistema di ripartizione dei profughi) e Germania avessero dato alla Merkel   un po' di respiro stretta nella morsa delle crisi di governo e lo spettro delle elezioni anticipate.

E’ stato un equivoco ha detto Angela Merkel, dispiaciuta delle smentite arrivate da Polonia, Ungheria e Repubblica Ceca proprio sui respingimenti veloci.’’ Forse è più corretto parlare di "scambio a livello politico" ha sottolineato la cancelliera  sulla puntualizzazione di questa mattina giunta da  Varsavia - in ordine di tempo - dopo Praga e Budapest che tramite un Portavoce del governo è stato twittato ‘’che non era stata stipulata nessuna intesa con il governo tedesco mirata ad accelerare le procedure di respingimento dei migranti registrati altrove’’.

Al Vertice di Bruxelles si è lavorato  per una tenuta dell’Unione europea. "Abbiamo fatto molto per questo accordo in Europa. Non sono certo rimasta seduta zitta nell'angolo’’ ha rimarcato la Merkel  sostenendo ‘’ insieme l’Ue è forte’.

Sulle diatribe interne  inoltre la cancelliera  ha detto di non poter prevedere la risoluzione del contrasto con il ministro degli Interni Horst Seehofer e con la Csu  entro questa sera. Ha auspicato che la Cdu e il suo partito gemello bavarese possano continuare l'alleanza che va avanti dal 1949. 

Seehofer chiede da tempo che la Germania respinga unilateralmente i migranti già registrati in altri paesi mentre Merkel ha avviato trattative bilaterali e nell’incontro della notte scorsa con il ministro durante il quale ha presentato una serie di condizioni,  tra cui quella di non agire in modo unilaterale , come minaccia con la chiusura dei confini Seehofer .


Alcuna dichiarazione è stata rilasciata dai due leader a margine della riunione a porte chiuse nell’ufficio a Berlino della cancelliera  ier. Non è chiaro se Merkel e Seehofer abbiano raggiunto un’intesa che servirebbe  ad influenzare le riunioni in corso oggi da cui dipende il futuro del governo della GroKo, della Csu a Monaco e della Cdu di Merkel a Berlino.


Stampa Articolo Print Img




Ti potrebbe interessare:


Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro


::

Dom 01 Luglio 2018 - 20:39





0 commento/i




Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro
Sede Giornale: Messina - Roma

Homepage | Foto | Video | Redazione | Disclaimer | Contatti




© Copyright 2014-2017


Feed RSS