User Pass Password Dimenticata? | Registrati

Benvenuto!

Roma, il Cinema America torna in Piazza San Cosimato

Dialogo riaperto con il Comune di Roma dopo la totale diserzione del Bando “Estate Romana”

di Luca Cricenti


:: Cultura Arte Spettacolo

Sab 23 Giugno 2018 - 18:29


Immagine Principale

Immagine PrincipaleImmagine Principale

Roma - L’ennesimo colpo di scena nella battaglia per Piazza san Cosimato. Questa volta a spuntarla sono incredibilmente (soprattutto per come si era messa la situazione negli ultimi mesi) i Ragazzi del Cinema America. Infatti, tornando all’ultimo scontro con il Vicesindaco Luca Bergamo e alle successive dichiarazioni della Consigliera comunale (e vicepresidente della Commissione Cultura) Gemma Guerrini, la storia di amore tra Piccolo Cinema America e Piazza San Cosimato, dalla quale nacque l’imponente arena, sembrava giunta al capolinea. Se da un lato il Vicesindaco aveva osteggiato la richiesta di occupazione di suolo pubblico dei Ragazzi del Cinema America, ritenendola inaccettabile da un punto di vista regolamentare e per la presenza di finanziamenti politici indiretti, dall’altro la Consigliera Guerrini aveva sminuito come mero “feticismo” la proiezione di vecchi film e una mossa di propaganda del Partito Democratico. Si ricordi a titolo di cronaca che la Guerrini è una degli 11 inquilini di Piazza San Cosimato che si sono sempre lamentati dell’Arena in Piazza. Fu quindi istituito un Bando “Estate Romana” che regolasse in maniera molto restrittiva l’accesso e l’utilizzo della piazza, tra cui l’occupazione per soli 5 giorni consecutivi della piazza e la smobilitizzazione di tutta l’arena per i restanti due giorni (questo per ogni settimana, con un limite di 30 giorni di attività), e che soprattutto desse la possibilità ad altre aziende o associazioni di proporsi per l’utilizzo della piazza. Ciò non è avvenuto. Anzi vi è stata una vera e propria diserzione del Bando, il quale non ha ricevuto neppure una proposta. Nel mentre Piazza San Cosimato ha subito le incurie di una mancata qualificazione e il vandalismo della movida notturna. Infatti, tutto si può dire, ma non che i Ragazzi del Cinema America non si siano sempre prodigati per mantenere la dignità di questo luogo storico di Roma. Per fare un facile esempio, a marzo di quest’anno (nonostante non avessero l’opportunità di utilizzare la Piazza) hanno finanziato la ristrutturazione del mercato, con tende nuove per un valore di 10.000 euro. Quindi tornando ad oggi, il Comune di Roma ha fatto un vero e proprio dietrofront. Si è riaperto un dialogo tra Ragazzi e Comune e qualche giorno fa, i Ragazzi del Cinema America hanno riproposto la richiesta di occupazione di suolo pubblico con le opportune garanzie già presentate a febbraio. E stavolta il Vicesindaco Bergamo non ha potuto che accettarla, aggiungendo tra le righe di essere sempre stato dalla parte dei Ragazzi del Cinema America: “Ho sempre detto che l'arena del Piccolo Cinema America è un progetto di qualità anche se questo non era sufficiente per concedere l'uso della piazza nel quadro di regole a cui siamo soggetti”. Dello stesso avviso il Presidente della Regione Lazio, Zingaretti, che ha reso nota la sua felicità per il risultato ottenuto dai Ragazzi: “Sono contento che il proiettore dei ragazzi dell'America si riaccenda a piazza San Cosimato”. Soddisfazione anche per il presidente dell’associazione, Valerio Carocci: “Siamo molto soddisfatti del tavolo che si è aperto in Campidoglio: il vicesindaco Luca Bergamo ha accettato l'offerta che facemmo a febbraio, ovvero di pagare noi l'occupazione di suolo pubblico (evitando qualunque contributo, anche solo indiretto) e di intervenire con sette serate di proiezioni consecutive, di cui però due in cuffia che, grazie alla collaborazione con Radio Rock, non recheranno alcun disturbo per la quiete degli undici residenti che avevano animato qualche protesta”. Quest’ultima sarà infatti la novità, già proposta e rifiutata dal Comune a febbraio, di proiettare per due sere con un impianto insonorizzato (le famose cuffie offerte da Radio Rock). Inoltre sarà proiettato un solo film a sera, con l’impegno di non finire dopo la mezzanotte. Un ritorno, quindi, con alcune condizioni, ma comunque un ottimo risultato. Soprattutto perché negli ultimi mesi i Ragazzi del Cinema America hanno saputo reagire con cuore, rimanendo a Roma e aumentando l’offerta di buon cinema gratuito, diffondendola per tutta la città. Sono state infatti aperte tre arene: una al Lido Turistico di Ostia, un’altra al Parco della Cervelletta e una al Liceo Kennedy. Mentre le prime continueranno a operare (la prima fino all’8 settembre, la seconda fino al 29 luglio), l’ultima passerà il testimone a Piazza San Cosimato, la quale entrerà in funzione il 2 luglio (con Hook-Capitan Uncino – il 10 luglio “Febbre da Cavallo” con Gigi Proietti presentatore) per 32 serate di buon cinema. Tutto sommato quest’episodio può riassumersi in un modo esemplare di sfruttare una crisi per rinascere e diventare ancora più grandi, sulle orme dell’idea di crisi di Einstein: “La crisi è la più grande benedizione per le persone e le nazioni, perché la crisi porta progressi”. Così è stato per i Ragazzi del Cinema America che lungi dall’abbattersi di fronte a un ostacolo hanno saputo reagire innovandosi. Questo deve essere un monito e un comportamento esemplare per tutti, anche perché “non possiamo pretendere che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose”.

Stampa Articolo Print Img




Ti potrebbe interessare:


Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro


:: Cultura Arte Spettacolo

Sab 23 Giugno 2018 - 18:29





0 commento/i




Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro
Sede Giornale: Messina - Roma

Homepage | Foto | Video | Redazione | Disclaimer | Contatti




© Copyright 2014-2017


Feed RSS