User Pass Password Dimenticata? | Registrati

Benvenuto!

:: Uno Spaccato del Paese Italia

A Trapani: Progetto «Medithéâtres - Grande musique dans les anciens théâtres de la Méditerranée»

« Medithéâtres - Grande musique dans les anciens théâtres de la Méditerranée»


:: Rubrica

Mar 29 Maggio 2018 - 23:30


Immagine Principale



« Medithéâtres - Grande musique dans les anciens théâtres de la Méditerranée» è un progetto di cooperazione transfrontaliera con la Tunisia avviato dall'Ente Luglio Musicale Trapanese, in partnership con il Distretto Turistico della Sicilia Occidentale, gli Amici della Musica di Trapani, per la parte italiana e dell'AMVPPC - Agence de Mise en Valeur du Patrimoine et de Promotion Culturelle, di Conect - Confédération des Enterprises Citoyennes de Tunisie e dell'Orchestre Symphonique Tunisien, per la parte tunisina. Il progetto, che nasce nell'ambito di un Accordo Quadro di Partenariato sottoscritto anche dal Comune di Trapani, ha superato la prima fase di selezione dei progetti presentati in adesione al Bando ENI Italia-Tunisia 2014-2020. Esso si prefigge l'obiettivo di creare un polo turistico culturale d'eccellenza legato all'opera litica e alla musica sinfonica e prevede la strutturazione di un'offerta turistica e culturale integrata, legata alla grande musica eseguita nei siti di interesse storico della Sicilia e della Tunisia. A tal fine, i partner del progetto adotteranno piattaforme promozionali comuni e si doteranno di un piano strategico condiviso di posizionamento sul mercato del turismo culturale internazionale. Il piano si baserà su campagne di comunicazione finalizzate a promuovere itinerari turisticoculturali legati dal filo conduttore di una storia comune e del progetto culturale che oggi la Sicilia e la Tunisia condividono. Per quanto concerne l'aspetto più prettamente relativo alla cooperazione culturale transfrontaliera, da sottolineare che l'Ente Luglio Musicale Trapanese - Teatro di Tradizione condividerà con i partner tunisini il proprio specifico know how relativo alla produzione dell'opera lirica e all’organizzazione di eventi culturali. Ma anche le maestranze del paese africano sono coinvolte nel progetto: proprio in questi giorni è stata avviata la fase di produzione di scenografie, propedeutica all’ avvio di un Polo produttivo specializzato con stabilimenti in Tunisia (per costruzioni scene e confezionamento costumi) e in Sicilia (per assemblaggio semilavorati e adattamento scene e costumi). Particolarmente qualificate anche le partnership che caratterizzeranno la realizzazione della fase di start-up del progetto, al quale è stato dato avvio indipendentemente dall'esito dell'istanza di finanziamento a valere sul programna ENI 2014-2020, in quanto la realizzazione di Medithéatres è considerata dal Luglio Musicale quale proprio obiettivo strategico per il prossimo triennio. Il teatro di tradizione di Trapani, pertanto, è disposto a realizzarlo anche con risorse proprie e dei propri partner. Come accennato, la prima fase di Medithéâtres collaboreranno partner di alto profilo quali l’Ambasciata d'Italia e Istituto Italiano di Cultura di Tunisi, il Ministero degli Affari Culturali della Tunisia, il Festival International de Carthage, il Festival International de Musique Synfonique d'El Jem, che daranno supporto al Luglio Musicale per l'allestimento, la promozione e la messa in scena dell'opera AIDA di Giuseppe Verdi nei teatri antichi di El Jem (30 giugno 2018) e di Cartagine (5 luglio 2018) e la realizzazione della "Messa da Requiem" dello stesso autore, presso il Museo Archeologico di Sousse (2 luglio 2018). Si tratta di produzioni d’eccellenza, che avranno capofila la parte italiana, e che contribuiranno a consolidare il ruolo strategico della Sicilia nelle politiche culturali del Mediterraneo.« Medithéâtres - Grande musique dans les anciens théâtres de la Méditerranée» è un progetto di cooperazione transfrontaliera con la Tunisia avviato dall'Ente Luglio Musicale Trapanese, in partnership con il Distretto Turistico della Sicilia Occidentale, gli Amici della Musica di Trapani, per la parte italiana e dell'AMVPPC - Agence de Mise en Valeur du Patrimoine et de Promotion Culturelle, di Conect - Confédération des Enterprises Citoyennes de Tunisie e dell'Orchestre Symphonique Tunisien, per la parte tunisina. Il progetto, che nasce nell'ambito di un Accordo Quadro di Partenariato sottoscritto anche dal Comune di Trapani, ha superato la prima fase di selezione dei progetti presentati in adesione al Bando ENI Italia-Tunisia 2014-2020. Esso si prefigge l'obiettivo di creare un polo turistico culturale d'eccellenza legato all'opera litica e alla musica sinfonica e prevede la strutturazione di un'offerta turistica e culturale integrata, legata alla grande musica eseguita nei siti di interesse storico della Sicilia e della Tunisia. A tal fine, i partner del progetto adotteranno piattaforme promozionali comuni e si doteranno di un piano strategico condiviso di posizionamento sul mercato del turismo culturale internazionale. Il piano si baserà su campagne di comunicazione finalizzate a promuovere itinerari turisticoculturali legati dal filo conduttore di una storia comune e del progetto culturale che oggi la Sicilia e la Tunisia condividono. Per quanto concerne l'aspetto più prettamente relativo alla cooperazione culturale transfrontaliera, da sottolineare che l'Ente Luglio Musicale Trapanese - Teatro di Tradizione condividerà con i partner tunisini il proprio specifico know how relativo alla produzione dell'opera lirica e all’organizzazione di eventi culturali. Ma anche le maestranze del paese africano sono coinvolte nel progetto: proprio in questi giorni è stata avviata la fase di produzione di scenografie, propedeutica all’ avvio di un Polo produttivo specializzato con stabilimenti in Tunisia (per costruzioni scene e confezionamento costumi) e in Sicilia (per assemblaggio semilavorati e adattamento scene e costumi). Particolarmente qualificate anche le partnership che caratterizzeranno la realizzazione della fase di start-up del progetto, al quale è stato dato avvio indipendentemente dall'esito dell'istanza di finanziamento a valere sul programna ENI 2014-2020, in quanto la realizzazione di Medithéatres è considerata dal Luglio Musicale quale proprio obiettivo strategico per il prossimo triennio. Il teatro di tradizione di Trapani, pertanto, è disposto a realizzarlo anche con risorse proprie e dei propri partner. Come accennato, la prima fase di Medithéâtres collaboreranno partner di alto profilo quali l’Ambasciata d'Italia e Istituto Italiano di Cultura di Tunisi, il Ministero degli Affari Culturali della Tunisia, il Festival International de Carthage, il Festival International de Musique Synfonique d'El Jem, che daranno supporto al Luglio Musicale per l'allestimento, la promozione e la messa in scena dell'opera AIDA di Giuseppe Verdi nei teatri antichi di El Jem (30 giugno 2018) e di Cartagine (5 luglio 2018) e la realizzazione della "Messa da Requiem" dello stesso autore, presso il Museo Archeologico di Sousse (2 luglio 2018). Si tratta di produzioni d’eccellenza, che avranno capofila la parte italiana, e che contribuiranno a consolidare il ruolo strategico della Sicilia nelle politiche culturali del Mediterraneo.

 


Stampa Articolo Print Img




Ti potrebbe interessare:


Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro


:: Rubrica

Mar 29 Maggio 2018 - 23:30





0 commento/i




Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro
Sede Giornale: Messina - Roma

Homepage | Foto | Video | Redazione | Disclaimer | Contatti




© Copyright 2014-2017


Feed RSS