User Pass Password Dimenticata? | Registrati

Benvenuto!

Piano di investimenti per l’Europa: l’Italia contribuisce con 8 miliardi di euro

il finlandese,Jyrki Katainen, vicepresidente della Commissione europea: "Il calcio d’inizio è stato dato! L’Italia è il quarto Stato membro che stanzia un contributo importante per il nostro piano di investimenti per l’Europa"


:: Uno Sguardo all' Europa

Gio 12 Marzo 2015 - 16:09


Immagine Principale



Immagine : Jyrki Katainen, vicepresidente della Commissione europea

Bruxelles - L’Italia ha annunciato che contribuirà nella misura di 8 miliardi di euro a progetti che beneficiano di finanziamenti da parte del Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS), l’elemento chiave del piano di investimenti da 315 miliardi di euro per l’Europa.

I contributi saranno versati tramite la Banca nazionale di promozione italiana, ovvero la Cassa depositi e prestiti (CDP), una società per azioni a controllo pubblico che gestisce una parte consistente del risparmio nazionale. L’Italia è così il quarto paese che contribuisce al piano, ancor prima che il Fondo europeo per gli investimenti strategici sia stato formalmente istituito.

Jyrki Katainen, vicepresidente della Commissione europea responsabile per l’occupazione, la crescita, gli investimenti e la competitività, ha dichiarato: "Il calcio d’inizio è stato dato! L’Italia è il quarto Stato membro che stanzia un contributo importante per il nostro piano di investimenti per l’Europa. Sono lieto di constatare che gli Stati membri stanziano il proprio denaro a sostegno di quello in cui credono, aiutandoci a ricavare il massimo dal nostro piano e a creare posti di lavoro e crescita stabile in Europa.»

L’annuncio è stato dato lo stesso giorno in cui i ministri delle finanze dell’Unione europea approvavano la proposta della Commissione per un regolamento relativo al Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS). La Commissione è pronta a fornire tutto il supporto tecnico necessario per fare sì che la proposta venga rapidamente adottata dai colegislatori.

Contesto

Le Banche nazionali di promozione svolgono un ruolo cruciale nel fare ripartire gli investimenti in Europa: possiedono infatti le competenze necessarie per attuare il piano di investimenti garantendo l’uso più efficiente delle risorse pubbliche. L’Italia è il quarto paese ad annunciare un contributo erogato tramite la propria banca di promozione nazionale: la Germania aveva annunciato in febbraio che contribuirà con 8 miliardi di euro al piano di investimento tramite la Kreditanstalt für Wiederaufbau (KfW); sempre in febbraio, la Spagna aveva annunciato un contributo pari a 1,5 miliardi di euro attraverso l’Instituto de Crédito Oficial (ICO), mentre venerdì scorso la Francia ha annunciato un impegno di 8 miliardi di euro attraverso Caisse des Dépôts (CDC) e Bpifrance (BPI).

La crisi economica ha provocato una forte riduzione degli investimenti in tutta Europa. Ecco perché urgono sforzi collettivi e coordinati a livello europeo per invertire questa tendenza e riportare l’Europa sulla via della ripresa economica. Sono disponibili risorse in quantità adeguata, ma è necessario mobilitarle in tutta l’UE a sostegno degli investimenti. Non esiste un’unica, semplice soluzione, non c’è un pulsante della crescita che deve essere semplicemente pigiato, e non esiste una soluzione valida per ogni contesto.

La Commissione sta mettendo a punto un approccio basato su tre pilastri: le riforme strutturali per riportare l’Europa su un nuovo percorso di crescita; la responsabilità di bilancio per ripristinare la solidità delle finanze pubbliche e cementare la stabilità finanziaria; gli investimenti per rilanciare la crescita e mantenerla nel tempo. Il piano di investimenti per l’Europa è al centro di tale strategia.

Per ulteriori informazioni:

Website - Linkedin - Twitter - @jyrkikatainen

IP/15/4588
Press contacts
Annika BREIDTHARDT (+ 32 2 295 61 53)
Siobhan BRIGHT (+32 2 295 73 61)
General public inquiries:
Europe Direct by phone 00 800 67 89 10 11 or by email

Stampa Articolo Print Img




Ti potrebbe interessare:


Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro


:: Uno Sguardo all' Europa

Gio 12 Marzo 2015 - 16:09





0 commento/i




Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro
Sede Giornale: Messina - Roma

Homepage | Foto | Video | Redazione | Disclaimer | Contatti




© Copyright 2014-2017


Feed RSS