User Pass Password Dimenticata? | Registrati

Benvenuto!

‘’Risa’’ edito da ‘’La nave di Teseo’ collana ‘Oceani’ in libreria dall'1 marzo

‘Risa’storia e leggenda di una Messina sommersa. Il nuovo libro di Michele Ainis

L’autore, noto costituzionalista italiano, trasferisce nel suo primo romanzo lirico la forte appartenenza alla sua città ricca di identità da riscoprire

di Mimma Cucinotta


::

Dom 04 Marzo 2018 - 16:50


Immagine Principale

Immagine Principale

Messina - Un viaggio nel tempo che svela verità nascoste e dimenticate della sua terra in riva allo Stretto. Michele Ainis, tra i più noti costituzionalisti italiani, torna nella sua Messina con  un romanzo lirico che tra storia e leggenda riporta alla luce Risa, la città sommersa nei laghi dei due mari dove Diego dalla Pianura Padana, decide di recarsi per far visita all’ultimo familiare rimasto, Jacopo il fratello prete.  Ma presto il protagonista del volume si renderà conto che nulla è come ricordava. Persone, luoghi, monumenti, immagini,  riferimenti salienti della memoria di Diego sono scomparsi come inghiottiti dal vortice degli specchi d’acqua di Faro e Ganzirri che sboccano nel Tirreno e lo Jonio.

 Uscito l’1 marzo ‘’Risa’’ edito da ‘’La nave di Teseo’ per la collana ‘Oceani’ è il nuovo libro di Michele Ainis che dalla bellezza della  Costituzione, passa alla magicità della sua città. Messina, dalla superba identità dove la straordinarietà degli scenari si amplificano nella duplicità dei luoghi a partire dai due mari, lo Ionio e il Tirreno ai rilievi montuosi , i Nebrodi e i Peloritani, alla città emersa e sommersa cancellata per volere di Nettuno il dio dei terremoti che “con un colpo di tridente staccò dalla Calabria la Sicilia’’ e provocò in due millenni  36 cataclismi. Una identità perduta in un eccesso di identità che Diego dolorosamente vive nel suo ritorno a Messina dove non ritrova fontane e  monumenti a cominciare dal prestigioso e storico Collegio di Sant’Ignazio di piazza Cairoli,   impietosamente ridotto in macerie e sparito nel 1973 per favorire la costruzione di un edificio ospite per anni di un punto Standa, complici politica e stampa del tempo.

 

A distruggere i suoi ricordi al suo arrivo a Messina anche la scomparsa della chiesa di Jacopo, suo fratello prete. Sparita. Nessuno ricorda  sia mai esistita ! Anche i tratti distintivi della casa di famiglia sono del  tutto cambiati  rispetto a come li ricordava. Si apre dunque a Diego una sconvolgente situazione emotiva e con l’aiuto di Camilla una studentessa conosciuta lungo il viaggio in treno e di Tano il bibliotecario, si mette alla ricerca dell’enigma delle cose scomparse e della loro memoria. Una ricerca che si fonde con l’appello conclusivo dell’autore ai vigili del fuoco, al genio civile, alla sovrintendenza… perché riportino allo scoperto “prima che sia tardi”, “quei pezzi di territorio urbano annegati” dal terremoto. Ritrovino Risa che tra mito e storia riposa in fondo al lago di Faro.

 

Biografia

Michele Ainis, nato a Messina vive a Roma. E' ordinario di Istituzioni di diritto pubblico all'Università di Teramo, dove è stato prorettore vicario (nel 2001) e preside della facoltà di Giurisprudenza (dal 2001 al 2005). Ha pubblicato numerosi saggi, è membro del comitato di direzione di varie riviste giuridiche, ed ha tenuto conferenze in Italia e all’estero. Dopo aver collaborato al Corriere della sera, nel 1998 diviene  editorialista della Stampa di Torino per passare negli ultimi anni a Repubblica. Nel 2003 è stato eletto nel direttivo dell’Associazione italiana dei costituzionalisti. Coordina la Scuola di scienza e tecnica della legislazione “Mario D’Antonio” costituita presso l’Isle. Ha fatto parte di varie commissioni ministeriali di progettazione e di studio. Fra i suoi libri si ricordano: La legge oscura. Come e perché non funziona (Laterza, 2002), La cura (Chiarelettere, 2009), Chiesa padrona. Un falso giuridico dai Patti lateranensi a oggi(Garzanti, 2009), Privilegium. L'Italia divorata dalle lobby  (Rizzoli, 2012), Romanzo nazionale. L'Italia e gli inganni della politica (Dalai, 2013), L'ordinamento della cultura. Manuale di legislazione dei beni culturali(Giuffré, 2015). È coautore con Vittorio Sgarbi di La Costituzione e la Bellezza (La nave di Teseo, 2016).

 


Stampa Articolo Print Img




Ti potrebbe interessare:


Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro


::

Dom 04 Marzo 2018 - 16:50





0 commento/i




Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro
Sede Giornale: Messina - Roma

Homepage | Foto | Video | Redazione | Disclaimer | Contatti




© Copyright 2014-2017


Feed RSS