User Pass Password Dimenticata? | Registrati

Benvenuto!

IL CANILE MILLEMUSI DI PORTELLA-CASTANEA UNA REALTÀ CHE INORGOGLISCE LA CITTÀ DI MESSINA

La Lega Nazionale per la Difesa del cane opera attivamente dagli anni ’50 - L’Adozione è un gesto umanitario missionario

di Maria Chiara Luca


::

Lun 23 Febbraio 2015 - 13:33


Immagine Principale

Immagine Principale

Messina. In una città che ci lascia sempre più perplessi e amareggiati, in un territorio dove l’inciviltà è all’ordine del giorno e dove gli Enti pensano esclusivamente ai loro interessi economico/politici e non all’utilità sociale, formativa, innovativa e lavorativa dei suoi cittadini, si fa strada una realtà che da lustro alla città di Messina: “Il Canile Millemusi”.
La Lega Nazionale per la difesa del cane nasce nel 1950 e d'allora si batte senza sosta per aiutare gli animali in difficoltà. Si tratta di un'associazione privata, senza finalità di lucro e che non riceve finanziamenti dallo Stato, ma opera su tutto il territorio nazionale, grazie al sostegno generoso dei suoi soci e all'impegno di molti volontari.

La sezione di Messina ha iniziato ad operare negli anni '50 gestendo un canile nella zona di Faro che ospitava circa 50 animali. Nel 1980 il Comune affidò alla Lega, il “Forte Schiaffino”, che veniva adibito a canile per la gestione dei cani del territorio, naturalmente con tutte le più o meno gravi carenze che una struttura in pessime condizioni poteva comportare. Nel 2005 venne nominata commissario straordinario la Sig.ra Caterina Merenda, che un anno dopo fu eletta Presidente, la quale risulta tutt'ora in carica, coadiuvata dal Consiglio direttivo. Grazie all'assiduo impegno della Presidente, degli impiegati e dei volontari che la affiancano è stato possibile apportare notevoli migliorie per una più consona vivibilità degli animali, pur tra mille difficoltà determinate dalla inidoneità della struttura.

La loro tenacia e forza di volontà, nel cercare di garantire il meglio per i loro amici animali, è stata finalmente ripagata con la convenzione stipulata con un privato, con l’accordo con il Comune, che sostiene il mantenimento degli ospiti già presenti e futuri, ed, infine, con la costruzione di un canile-rifugio a norma, che riesce ad accogliere dignitosamente i nostri amici animali, ovvero il Canile Millemusi di Portella-Castanea (ME).

Il canile, ubicato nelle colline di Portella, ad oggi accoglie 420 cani sfortunati che hanno subito abbandoni, maltrattamenti e soprusi. I piccoli pelosi sventurati che arrivano al canile in pessime condizioni fisiche e/o psicologiche, trovano lì la loro fortuna ed una temporanea famiglia.

La Presidente, gli impiegati ed i volontari sono una vera famiglia ed un concreto punto di riferimento per i cani che soggiornano nel canile. Gli impiegati ed i volontari si adoperano tutte le mattine per effettuare la pulizia delle casette a schiera destinate ai cani, facendo uscire a turno i pelosi, e la pulizia della nursery dove risiedono i cuccioli ed i cani bisognosi di cure mediche; nel contempo vengono forniti i pasti, organizzate le forniture, effettuati gli adempimenti legali ed eseguito il controllo sanitario degli amici a 4 zampe. Non dimenticandosi mai di somministrare una sana dose giornaliera di coccole. Una mole di lavoro pesante che viene affrontata da loro con una disinvoltura, una dedizione, una costanza ed una pazienza rara da riscontrare al giorno d’oggi.

La Lega Nazionale per la Difesa del Cane ha, inoltre, istituito, a Messina, il servizio delle guardie zoofile della città. Essi svolgono, anzitutto, opera di prevenzione e repressione contro il maltrattamento degli animali. Affiancano gli organi pubblici a tali scopi destinati, nella vigilanza sull'osservanza delle leggi e regolamenti generali e locali relativi alla protezione degli animali, alla difesa del patrimonio zootecnico, faunistico e ambientale. Il servizio si compone di dieci volontari presenti sul territorio della città.

Ad ogni modo occorre precisare che nonostante il Canile Millemusi sia l’eldorado per i cani abbandonati e maltrattati è pur vero che ogni cane ha il diritto di avere una famiglia che lo segua giorno e notte e gli doni l’affetto e le cure di cui necessita. È per questo che recandosi al canile è possibile adottare i nostri amici pelosi, non per moda o per capriccio, ma per spirito di dedizione, con l’impegno di garantirgli un’adeguata sopravvivenza all’interno della famiglia affidataria.

L’adozione è un gesto umanitario missionario che vede al suo interno: spirito di adattamento famiglia-cane e cane-famiglia, capacità di problem solving, spirito di integrazione, perseveranza, costanza e capacità emotive.
Chi scegli di adottare, comprare o accogliere un animale deve compiere la sua missione adeguatamente e fino alla fine.


-----------------------------------
OGNUNO DI NOI PUÒ…

Donare: ognuno di noi, raccordandosi con la direzione, può donare viveri, medicinali, coperte, cucce o qualsiasi altra cosa utile al fabbisogno dei cani.
Donare il suo tempo: ognuno di noi, raccordandosi con la direzione, può mettere a disposizione il proprio tempo per i bisogni dei cani che vivono all’interno del canile.
Adottare un cane: è possibile adottare mediante un affido un amico del rifugio. Chi desidera adottare un cane per amarlo ed accudirlo potrà recarsi al Canile Millemusi di Portella-Castanea e parlare con le persone preposte alle adozioni tutti i giorni, compresi i festivi, dalle ore 8,30 alle ore 12,30. Dopo l'affido sarà cura della Lega provvedere al controllo post-adozione per verificare le condizioni in cui il cane vive.
Adottare un cane a distanza: è un tipo di affido rivolto, soprattutto, a quanti non hanno la possibilità di ospitare un quattro zampe a casa propria; inoltre, alcuni trovatelli sono di difficile adozione, o per il carattere o in quanto non in buona salute, e quindi bisognosi di cure anche dispendiose. Per loro la Lega propone questo gesto di affetto importante. Consiste in un contributo minimo mensile di 20,00 euro che verrà utilizzato per il mantenimento e le cure mediche necessarie per una migliore qualità della vita. Questo gesto simbolico sarà quindi fondamentale anche per alleviare le notevoli spese a carico del rifugio. Potete scegliere il cagnolino da adottare a distanza recandovi personalmente al rifugio e se ne avrete la possibilità, potrete trascorrere un po' del vostro tempo libero andando al canile per coccolare o portare a passeggio, in loco, il vostro cane adottivo. L’offerta va inviata a mezzo posta sul c/c n° 12538989 intestato alla Lega Nazionale per la difesa del cane sezione di Messina.
Diventare socio della Lega Nazionale per la difesa del cane: diventare socio significa schierarsi apertamente e concretamente dalla parte degli animali, offrire una testimonianza d'amore e sensibilità nei loro confronti. Con la propria iscrizione si dà un personale sostegno all'impegno dell'associazione contribuendo al miglioramento del rifugio, così da renderlo sempre più accogliente. Farlo è semplice: basta rivolgersi alla sezione della Lega all'indirizzo: "Lega Nazionale per la Difesa del cane sezione provinciale di Messina" - sede: SS. 113 Km. 23,300 - Piano Torre – 98163 Messina Tel.: 090 846052

Per informazioni di ogni genere contattare il 335319508 o recarsi al canile Millemusi dalle 9:30 alle 12:30





Stampa Articolo Print Img



Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro


::

Lun 23 Febbraio 2015 - 13:33





0 commento/i




Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro
Sede Giornale: Messina - Roma

Homepage | Foto | Video | Redazione | Disclaimer | Contatti




© Copyright 2014-2017


Feed RSS