User Pass Password Dimenticata? | Registrati

Benvenuto!

ARCO, Italia iridata con le Junior Olimpico Lucilla Boari, Vanessa Landi e Tatiana Andreoli

Campionati Mondiali Giovanili - Qualificazione Giochi Olimpici Giovanili Rosario (Arg), 2-8 ottobre 2017


:: Sport

Lun 09 Ottobre 2017 - 22:42


Immagine Principale



Nella giornata di chiusura dei Mondiali Giovanili di Rosario (Arg) Lucilla Boari, Vanessa Landi e Tatiana Andreoli vincono il titolo iridato a squadre juniores arco olimpico. Le azzurre, dopo una esaltante rimonta che le vedeva sotto 4-0, battono in finale la Cina allo shoot off 5-4 (26-25) e ora sono pronte a partire con il C.T. Wietse van Alten per i Mondiali Senior di Città del Messico che prenderanno il via la prossima settimana. Tutte e tre saranno titolari in Messico, così come la junior compound Sara Ret, che a Rosario ha chiuso al 4° posto individuale. 

Un risultato storico quello raggiunto dal terzetto: il primo oro della squadra junior femminile italiana nella storia dei Mondiali Giovanili. Un obiettivo che assume una rilevanza speciale anche considerando l'eccellente percorso di Andreoli, Boari e Landi che, prima si di superare la Cina nella finalissima, avevano battuto nei turni precedenti avversarie di grandissimo rilievo: agli ottavi la Russia, sconfitta 5-4 allo spareggio (21-20), ai quarti, con un netto 6-0, il trio favorito della Sud Corea e in semifinale, sempre 6-0, la Polonia.  

 

Per la prima volta nella sua storia l’Italia è campione del Mondo con la squadra femminile Junior. Lo straordinario risultato arriva grazie alle frecce di Lucilla Boari, già titolare a Rio 2016, classe '97 di Rivalta sul Mincio (Mn) in forza agli Arcieri Gonzaga, alla grossetana classe '97 Vanessa Landi degli Arcieri Montalcino e la più giovane del gruppo, l'arciera di San Giorgio di Susa (To), classe '99, Tatiana Andreoli degli Arcieri Iuvenilia. Tre atlete prodotto della Scuola Federale FITARCO di Cantalupa (To) che, dopo questo titolo giovanile, avranno anche la grande soddisfazione di raggiungere Città del Messico con il C.T. Wietse van Alten per giocarsi da titolari il Mondiale Senior la prossima settimana. 


UNA FINALE TUTTA IN RIMONTA - A Rosario, in Argentina, le tre azzurrine vincono una finale thrilling contro la Cina di Jiaman Li, Xiaoqing Long e Zhiyun Xu. I primi due set sembrano regalare una facile vittoria alla super potenza asiatica che si porta sul 4-0 grazie agli impressionanti parziali di 57-51 e 59-53. L’Italia però non muore mai, vince il terza parziale 53-51 tenendo accese le speranza e poi compie il capolavoro della gara pareggiando i conti con il 55-50 che rimanda il verdetto allo shoot off. Nelle tre frecce di spareggio Boari, Landi e Andreoli tirano due 9 e un 8, frecce pesanti che fanno crollare le cinese schiacciate dalla pressione e incapaci di andare oltre a due 8 e un 9. Finisce così 5-4 (26-25) e il Tricolore può alzarsi sul cielo di Rosario accompagnato dall’inno di Mameli.

LE PAROLE DELLE PROTAGONISTE - Molto lucida la disamina dell'atleta olimpica Lucilla Boari: "E' stato bello e difficile vincere allo spareggio, visto che eravamo sotto per 4-0. Le nostre avversarie ci hanno aiutato un pochino permettendoci di rimontare, noi ne abbiamo approfittato vincendo i due set successivi. Poi, allo shoot-off, eravamo focalizzate sull'obiettivo e siamo state un po' più fortunate di loro vincendo per un punto". 
Grande soddisfazione e una carica di fiducia importante per le azzurre in vista del Mondiale Senior a Città del Messico: "Una vittoria che ci dà grandi motivazioni - dice Vanessa Landi - Questa medaglia d'oro è il risultato del nostro lavoro e della nostra convinzione: ci siamo dette, sì, ce la possiamo fare!". 

IL PERCORSO DELLE AZZURRE - Il successo delle tre azzurrine, che nonostante la giovane età, come detto, si andranno a giocare anche il Mondiale dei “grandi”, nasce da lontano. L’ottava posizione dopo la qualifica non è un risultato esaltante, anzi complica i piani dell’Italia dell’arco olimpico Junior femminile perché la pone dalla parte più dura del tabellone. Il primo scontro è contro la Russia, squadra solida e di tradizione, sconfitta allo shoot off 5-4 (22-21). Una vittoria che gonfia il petto di Lucilla Boari, Vanessa Landi e Tatiana Andreoli che ai quarti si trovano davanti la Corea del Sud, dominatrice assoluta di questi Mondiali Giovanili. Le tre azzurrine firmano l’impresa con un 6-0 di grandissimo valore che spinge poi al secondo 6-0 della propria corsa, quello contro la Polonia in semifinale, che vale l’accesso alla sfida per l’oro con la Cina.

Il titolo iridato della squadra femminile Junior dell’arco olimpico è il risultato migliore dell’Italia a questi Mondiali Giovanili che vedevano al via Allievi e Junior dell’arco olimpico e del compound. Nelle scorse giornate di gara grande prova di Sara Ret che nel compound Junior ha concluso la sua corsa individuale al quarto posto. Due quarti posti sono arrivati anche con la squadra olimpico allievi maschile e con il trio femminile junior compound. Nel complesso un'edizione nella quale l'Italia ha dimostrato di essere competitiva e di aver lavorato nella giusta direzione con i suoi giovani che hanno il difficile compito di proseguire la tradizione vincente in ambito internazionale della FITARCO. 

 

 

?LA PAGINA DELL'EVENTO CON LE NOTIZIE E I LINK UTILI

?http://www.fitarco-italia.org/eventi/dettaglioEvento.php?id=342

 

 

CREDITS "WORLD ARCHERY" 


Stampa Articolo Print Img




Ti potrebbe interessare:


Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro


:: Sport

Lun 09 Ottobre 2017 - 22:42





0 commento/i




Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro
Sede Giornale: Messina - Roma

Homepage | Foto | Video | Redazione | Disclaimer | Contatti




© Copyright 2014-2017


Feed RSS