User Pass Password Dimenticata? | Registrati

Benvenuto!

Recuperati dai Carabinieri migliaia di pezzi archeologici

Tra i reperti sequestrati anche anfore greche e affreschi pompeiani - 40 persone indagate, 15 agli arresti domiciliari


:: Archeologia

Lun 26 Gennaio 2015 - 08:46


Immagine Principale



Immagine: Una parte del materiale archeologico sequestrato


Più di millecinquecento reperti archeologici sono stati recuperati dai Carabinieri del Nucleo Tutela del Patrimonio Artistico, a due giorni dall’operazione che ha portato al recupero in Svizzera di altri cinquemila pezzi, per un valore di quasi cinquanta milioni di euro. Oltre due milioni e mezzo invece per l’ultimo recupero. Pezzi che per il ministro del Beni culturali Franceschini devono tornare nelle regioni d’origine. In carcere sono finite tre persone, e un’altra quindicina sono ai domiciliari. Una quarantina in totale gli indagati. L’inchiesta era stata avviata nel 2011, sulla base di alcune segnalazioni di una ripresa degli scavi clandestini nell’area dell’antica Cales. Tra i reperti recuperati, anche anfore greche e affreschi pompeiani.

Stampa Articolo Print Img



Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro


:: Archeologia

Lun 26 Gennaio 2015 - 08:46





0 commento/i




Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro
Sede Giornale: Messina - Roma

Homepage | Foto | Video | Redazione | Disclaimer | Contatti




© Copyright 2014-2017


Feed RSS