User Pass Password Dimenticata? | Registrati

Benvenuto!

Roma 10 aprile ore 10.00 – 12:30 presso il Palazzo della Farnesina - Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, piazzale della Farnesina, 1

Progetto EMPLOY: conferenza su ''Migrazioni e Sviluppo'' alla Farnesina il 10 aprile

''Formazione e lavoro per un’alternativa sostenibile alla migrazione nelle zone rurali del Wolaita, Etiopia'' è il tema che affronterà Giuseppe Rotunno del Comitato di Collegamento di Cattolici per una Civiltà dell’Amore


:: Economia

Mer 05 Aprile 2017 - 16:38


Immagine Principale

Immagine PrincipaleImmagine Principale

Roma - Lunedì 10 aprile ore 10.00 -  si svolgerà presso la Sala Conferenze Internazionali del Ministero la Conferenza su “Migrazioni e Sviluppo”. Durante l’evento organizzato dalla Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale con il sostegno del Comitato di Collegamento di Cattolici per una Civiltà dell’Amore *, tra i vari interventi verranno presentati dall’Ing. Giuseppe Rotunno del Comitato, i Progetti di sviluppo relativi ad agricoltura, energia, acqua e una Campagna di formazione e lavoro per un’alternativa sostenibile alla migrazione dalle zone rurali del Wolaita, Etiopia. 

Tale iniziativa verrà finanziata dai Bandi europei ed italiani che hanno come scopo quello di sostenere la creazione di un tessuto microimprenditoriale nei Paesi poveri, attraverso un’azione di progettazione partecipata e di formazione in loco resa possibile dalla collaborazione tra Soggetti promotori come il CCCA e il mondo missionario, ONG e imprese italiane. Ciò che si intende perseguire è, pertanto, un approccio etico al continente africano, che in molti definiscono “il continente del futuro”: aiutare le imprese europee a crescere sul mercato africano accompagnando, nel contempo, la crescita del mercato locale in modo sostenibile.

 

La conferenza  di lunedì prossimo, offrirà  l’occasione per una  migliore comprensione e approfondimento del fenomeno migratorio, che in questa prima parte del XXI vive una fase di particolare complessità, e  farà riflettere su azioni in corso e soluzioni sostenibili. I fattori alla base del crescente flusso migratorio spaziano dalle guerre ai conflitti interni e al terrorismo, dai cambiamenti climatici alla mancanza di risorse naturali, dal sotto-sviluppo economico alla debolezza del tessuto educativo e sociale, finanche al desiderio di ricerca di migliori opportunità di vita per le classi medie.

 

 La Cooperazione Italiana si prefigge l’obiettivo primario di sradicare la povertà, ridurre le disuguaglianze, migliorare le condizioni di vita delle popolazioni e promuovere uno sviluppo sostenibile e inclusivo. Comprendere e meglio affrontare le cause profonde delle migrazioni si traduce in un serio, concreto e continuativo impegno collettivo di istituzioni, società civile e organizzazioni internazionali. La conferenza intende pertanto essere, al contempo, presa d’atto delle azioni intraprese, momento di riflessione e occasione per volgere uno sguardo lungimirante al futuro, nello spirito partecipativo e di inclusività che contraddistingue la Cooperazione Italiana.In particolare, l’obiettivo è quello di dare luogo ad un’internazionalizzazione virtuosa, che sia vera cooperazione allo sviluppo in termini di formazione del personale locale, con il trasferimento di know how produttivo e in particolare tecnologico.

 

Programma

10.00 - 10.45

 Indirizzo di saluto del Direttore Generale per la Cooperazione allo Sviluppo, Amb. Pietro Sebastiani, che presiede e modera

 Vice Ministro della Cooperazione allo Sviluppo, Mario Giro

 Dott. Giampiero Gramaglia: nessi fra sviluppo e movimenti di popolazioni

Dott.ssa Paola Alvarez, Organizzazione Internazionale per le Migrazioni, Ufficio per il Coordinamento per il Mediterraneo

Direttore Centrale per le Politiche Migratorie e i Visti, Min. Plen. Luigi Maria Vignali: Fondo per l’Africa strumento di partenariato migratorio

Modera: Dott.ssa Laura Frigenti, Direttore dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo

 

10.45 – 11.35 Testimonianze della società civile impegnata sul campo

 Dott. Cleophas Adrien Dioma - Coordinatore del gruppo di lavoro su “migrazioni e sviluppo” del Consiglio Nazionale per la Cooperazione allo Sviluppo

 Dott. Chen Ming – Rappresentante dell’Associazione Nuova Generazione Italo-Cinese (ANGI) e membro del Coordinamento Nazionale Nuove Generazioni Italiane (CoNNGI)

 Dott.ssa Silvia Stilli – Portavoce dell’Associazione delle Organizzazioni Italiane di Cooperazione e Solidarietà Internazionale (AOI)

 Dott. Antonio Raimondi – Portavoce del Coordinamento Italiano ONG Internazionali (CINI) ? Dott. Sandro De Luca – Direttore per l’Africa del Comitato Internazionale per lo Sviluppo dei Popoli (CISP) (Link2007 Cooperazione in rete)

 

11.35 – 12.15 Esempi virtuosi di coinvolgimento del settore privato con la società civile in progetti su migrazioni e sviluppo

 Ing. Giuseppe Rotunno – Segretario Nazionale del Comitato di Collegamento dei Cattolici per una Civiltà dell’Amore

 Agricoltura – Dott. Carlo Parlagreco e Dott. Marco Foschini, Coldiretti

 Energia – Ing. Roberto Vigotti, Segretario Generale di Res4Africa

 Acqua – Dott. Marco Staderini, Presidente Sogesid S.p.A.

12.15 – 12.30 Conclusioni: Direttore Generale per la Cooperazione allo Sviluppo, Amb. Pietro Sebastiani

 

VILLAGGIO WOLAJTA una lampada a cherosene: in tutti i villaggi ci sono scuole e dunque tutti i bimbi studiano, ma non avendo elettricità studiano alla luce delle lampade a cherosene ammalandosi:

1. agli occhi, per i quali il fumo di cherosene è dannoso;

2. ai polmoni, che respirano il fumo di cherosene mentre studiano,

3. all'apparato digerente in quanto il fumo di cherosene impregna tutte le pentoel e brocche di casa.

 

CONFERENZA “Migrazioni e Sviluppo”

10 aprile 2017

ore 10.00 – 12:30

presso il Palazzo della Farnesina  

Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale

Roma – piazzale della Farnesina, 1

* L’Associazione di Volontariato Comitato di Collegamento di Cattolici per una Civiltà dell’Amore, costituita il 2 ottobre del 1992 e dal 1995 di diritto Onlus, opera principalmente su due livelli: uno che prevede la realizzazione di microprogetti e  il secondo che riguarda interventi di maggiore dimensione come l’avvio di microimprese in Africa e nello specifico nell’area del Sahel.

                                                         


Ultima modifica Lun 10 Apr 2017 - 22:24


Stampa Articolo Print Img




Ti potrebbe interessare:


Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro


:: Economia

Mer 05 Aprile 2017 - 16:38





0 commento/i




Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro
Sede Giornale: Messina - Roma

Homepage | Foto | Video | Redazione | Disclaimer | Contatti




© Copyright 2014-2017


Feed RSS