User Pass Password Dimenticata? | Registrati

Benvenuto!

L'arte dice no al MUOS, collettiva a Laveronica Arte Contemporanea di Modica (Rg) - giovedì 29 dicembre ore 19

Perché nessuno un giorno possa dire che quando tutto è accaduto ci siamo voltati dall'altra parte. (dal testo "Artists against MUOS")


:: Cultura Arte Spettacolo

Mar 27 Dicembre 2016 - 18:41


Immagine Principale



Immagine:Maddalena Migliore, Occupazione della base militare USA Niscemi 2013, wallpaper 300 x 200 cm - Courtesy the artist and Laveronica arte contemporanea 

 

Modica (RG) - Giovedì 29 dicembre alle ore 19.00 nei locali della Galleria Laveronica Arte Contemporanea di Modica, in Via Grimaldi 93 sarà inaugurata la collettiva “Artists against MUOS”. Esporranno Antenne 46, Francesco D’Amore, Francesca Dimanuele, Giuseppe Firrincieli, Guglielmo Manenti, Maddalena Migliore, Matilde Politi, Irene Puglisi, Maria Domenica Rapicavoli. In mostra pezzi d'archivio - giornali, pizzini, volantini, comunicati - ma anche video, fotografie, incisioni, vignette e libri d’artista, tra reportage e denuncia, tra satira e impegno civile.  


Da anni a Niscemi la comunità locale e migliaia di attivisti da tutta Italia protestano contro il MUOS, Mobile User Objective System, una rete di comunicazioni satellitari in grado di pilotare i droni per la guerra a distanza, costruita dagli Stati Uniti d'America nel mezzo di una riserva naturale. C'è il timore che le emissioni ad alta frequenza delle sofisticate apparecchiature possano causare gravi danni alla salute degli abitanti e all'ambiente nel raggio di decine di chilometri. Senza contare gli scenari legati alla disponibilità di un'arma che dovrà ripagarsi con guerre future. In questa vicenda le istituzioni italiane hanno usato il guanto di velluto con il potente alleato e il pugno di ferro con i cittadini inermi. Il primo, dopo vari rinvii, ha acceso le antenne. Sugli altri, invece, sono piovute denunce e querele. I processi si celebreranno a gennaio.

“Dall'incontro con gli uomini e le donne del movimento - spiegano Corrado Gugliotta e Sveva D’Antonio, titolari de Laveronica Arte Contemporanea - è nata l'esigenza di raccontare l'esperienza di vita e di lotta in una mostra. In primo luogo, per far conoscere la vicenda del MUOS a un pubblico più vasto e far sì che gli attivisti ricevano la solidarietà dell'opinione pubblica. Secondariamente, per promuovere un’arte politica, scomoda, capace di saltare fuori dagli schemi, di scegliere da che parte stare. Artists Against MUOS vuole rendere omaggio, alla vigilia di un momento non facile, a chi in questi anni ha lottato dal basso contro poteri invisibili e invincibili, usando talvolta la creatività per vincere il silenzio della stampa, per ribaltare un'argomentazione, per scuotere le coscienze sopite degli indifferenti, per smascherare la corruzione degli apparati di potere”.

La mostra resterà aperta fino al 25 marzo. Visite: dal martedì al sabato, ore 10.00-13.00 e 16.00-20.00.

 

 

----

 

 

 

 

 


Stampa Articolo Print Img




Ti potrebbe interessare:


Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro


:: Cultura Arte Spettacolo

Mar 27 Dicembre 2016 - 18:41





0 commento/i




Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro
Sede Giornale: Messina - Roma

Homepage | Foto | Video | Redazione | Disclaimer | Contatti




© Copyright 2014-2017


Feed RSS