User Pass Password Dimenticata? | Registrati

Benvenuto!

MedFilm Festival 2016. Alla 22^ edizione il più antico festival di cinema internazionale di Roma

Dal 4 al 12 novembre al cinema Savoy le proiezioni e al Macro sei Letture dal Mediterraneo

di Toni Saracino


:: Cultura Arte Spettacolo

Lun 07 Novembre 2016 - 13:24


Immagine Principale



Anche quest’anno puntualmente riappare l’unico appuntamento italiano specializzato nella diffusione del cinema del Mediterraneo ed Europeo.

Attraverso il cinema di qualità narrato conlungometraggi, cortometraggi, documentari (90 in totale per l’attuale edizione) e da quest’anno anche con incontri letterari che si terranno al Macro,e il coinvolgimento delle biblioteche comunali e i centri culturali delle periferie,il MedFilm si fa promotore, già dal 1995, del dialogo interculturale e la cooperazione commerciale tra l’Europa e i Paesi del Sud Mediterraneo fino al Medioriente. La diversità dell’Altro è riconosciuta nella sua essenza di valore culturale e la cultura come stimolo e motore per l’economia. Il dialogo interculturale e la tutela dei diritti umani, la lotta al razzismo ealla xenofobia sono i primi obiettivi del MedFilm accanto all’educazione e la formazione socio-culturale dei giovani, la promozione e diffusione della cultura europea e mediterranea.

E per i giovani il MedFilm ha aperto una collaborazione con l’Istituto Superiore Cine-TV Roberto Rossellini di Roma per permettere agli studenti della scuola di realizzare nella pratica ciò che hanno imparato nella teoria. Operatori e montatori, quindi, si scateneranno intervistando spettatori e registi, filmando i momenti più interessanti del festival, dibattiti e incontri letterari compresi.

La serata di apertura della manifestazione, subito dopo la consegna del premio alla carrieraa Gianni Amelio da parte del Presidente fondatore e Direttore artistico, Ginella Vocca, inaugura i lavori con la proiezione del lungometraggio egiziano Brooks, Meadows and LovelyFaces del regista YousryNasrallah, in concorso per Amore e Psiche. Un film complesso che nasconde la propria anima ribelle dietro il più apparente intrico di trame tra uomini e donne che desiderano chi non li desidera e amano chi ama un altro nello scenario compulsivo tipico di una festa di matrimonio tra musiche, danze e gastronomia.

Il programma del MedFilm è ricchissimo e molte sono le sezioni dei vari concorsi nelle diverse specialità filmiche. Due focus importanti sono accessi su Tunisia e Iran presenti con lungo e cortometraggi. Per gli Agents de Changement del Nuovo Cinema Tunisino vieneproiettatoThe last of us, già premiato alla 73^ Mostra di Venezia quale Opera Prima, che narra l’odissea del giovane N dal deserto sub-sahariano verso l’Europa. Molti i cortometraggi tra la commedia e il dramma migratorio di quanti vengono presentati dai media come invasori e minaccia al benessere degli occidentali.

Cinque lungometraggi e cinque corti per Beyond Words del Nuovo Cinema Iraniano: storie di famiglie, di ragazzi che tentano di prendere in mano la propria vita contro un destino già dato, di matrimoni insinceri, di bizzarre ultime volontà e funerali, di aggressioni violente e fughe, di conflitti generazionali e tradizioni difficili da rispettare, di fantasie leggendarie e…manichini.

 

Anche il cinema italiano ha il suo spazio tra Le Perle, Alla scoperta del nuovo cinema italiano, consette lungometraggi e sei corti.

Tra gli eventi speciali, il Progetto MigrArti ovvero il Cinema senza frontiere. Sono quattro i corti italiani che verranno proiettati dopo l’introduzione dell’Assessore allo Sviluppo delle Periferie, Infrastrutture e Manutenzione Urbana di Roma Capitale, Paolo Masini.

 

I premi: Amore e Psicheper il Concorso ufficiale; Open Eys per il Concorso documentari; Methexis per il Concorso cortometraggi, Lux Film Prize. Tra i dieci film in selezione ufficiale al Premio Lux è La pazza gioia di Paolo Virzì.

Tra i corti fuori concorso: Corti dalle carceri, cinque corti realizzati da detenuti delle case circondariali di Pesaro, Palermo, Nuoro, Brindisi e Genova per raccontare vita e reclusione, ma anche le speranze oltre le mura di sorveglianza;Sguardi dal futuro, otto corti realizzati dagli studenti delle scuole di cinema che compongono la giuria del Concorso Internazionale Cortometraggi.

 

Il programma completo può essere visionato nel sito ufficiale del Med: http://www.medfilmfestival.org

 


Stampa Articolo Print Img




Ti potrebbe interessare:


Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro


:: Cultura Arte Spettacolo

Lun 07 Novembre 2016 - 13:24





0 commento/i




Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro
Sede Giornale: Messina - Roma

Homepage | Foto | Video | Redazione | Disclaimer | Contatti




© Copyright 2014-2017


Feed RSS