User Pass Password Dimenticata? | Registrati

Benvenuto!

La Spagna esce dallo stallo. Mariano Rajoy è il nuovo premier

Dopo dieci mesi di instabilità la Spagna ha un nuovo governo, ma di minoranza

di Mimma Cucinotta


:: Uno Sguardo all' Europa

Sab 29 Ottobre 2016 - 23:17


Immagine Principale



Immagine: Il nuovo premier spagnolo, Mariano Rajoy. 

 

La Spagna è uscita stasera dallo stallo politico, durato 315 giorni.  Il leader del Pp, Mariano Rajoy è il nuovo premier spagnolo grazie all’astensione dell’opposizione.  Il  Parlamento ha votato la fiducia, con 170 voti a favore su 350, 111 contrari e 68 astenuti. Rajoy, al suo secondo mandato,  guiderà però un governo di minoranza formato con l’appoggio dei deputati del PP, di Ciudadanos, della Coalizione Canaria con l'astensione di 68 su 84 deputati socialisti  del Psoe.  L’instabilità di questi lunghi dieci mesi   dunque non terminerà completamente, Rajoy dovrà ricorrere al  Congresso dei deputati, per l’approvazione di leggi, emendamenti ed articoli, a differenza del precedente mandato durante il quale godeva  della  maggioranza assoluta in Parlamento, invece adesso potrà contare solo su  137 seggi su 350 ed avrà bisogno dell’appoggio delle altre forze politiche per portare avanti il suo programma.  Il premier  ha dichiarato di voler guidare la Spagna  fino al 2020, ma secondo molti  il nuovo governo non avrà lunga vita, forse  solo due anni mettendo insieme congiunture favorevoli e il superamento delle ostilità dei socialisti, il secondo partito in Parlamento,che se, da una parte hanno permesso a Rajoy di formare un governo per porre fine allo stallo, d'altra parte non gli consentiranno  di far passare tutte le sue politiche. Inoltre le lotte interne al Psoe, rischiano di far saltare la durata del governo appena votato, e secondo  l’analista politico Antonio Barroso,  la legislatura non  avrà una scadenza naturale, ‘’di sicuro non durerà quattro anni’’. Rajoy, nonostante l’economia spagnola abbia avuto negli ultimi mesi una ripresa,dovrà in tempi brevissimi, affrontare le difficili sfide europee e riuscire a ridurre il deficit  per il 2017, secondo i  parametri fissati dall’Unione europea, che potrà pretendere un impegno di 5 miliardi di euro in tagli di spesa ed entrate. Inoltre Rajoy che si è sempre battuto a difesa dell’unità del Paese,  ha alle porte  un’altra impresa spinosa sul fronte dell’indipendentismo   della Catalogna,  che punta al referendum per il prossimo anno. 


Stampa Articolo Print Img




Ti potrebbe interessare:


Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro


:: Uno Sguardo all' Europa

Sab 29 Ottobre 2016 - 23:17





0 commento/i




Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro
Sede Giornale: Messina - Roma

Homepage | Foto | Video | Redazione | Disclaimer | Contatti




© Copyright 2014-2017


Feed RSS