User Pass Password Dimenticata? | Registrati

Benvenuto!

In Toscana si festeggiano i 300 anni del vino Chianti

Fra le eccellenze enologiche mondiali è apprezzato in oltre 70 paesi specialmente in Nord America, Germania e Giappone

di Annalisa Crupi


::

Sab 17 Settembre 2016 - 20:37


Immagine Principale



Immagine: Calici pronti per brindare ai 300 anni del Chianti

 

"Trecento anni di storia e neanche una penna bianca". È lo slogan scelto per festeggiare i 300 anni del Chianti classico, sempre più in primo piano a livello internazionale. Sono passati tre secoli dal 24 settembre 1716, giorno in cui il granduca Cosimo III de' Medici emanò un bando per delimitare l'area in cui si produceva il vino Chianti Classico. Il bando si intitolava 'Sopra la Dichiarazione de' Confini delle quattro regioni Chianti, Pomino, Carmignano e Vald'Arno di Sopra', in cui l'area più estesa era rappresentata proprio da quel territorio compreso tra le città di Firenze e Siena in cui nasceva il vino Chianti, poi chiamato Chianti classico.

 

Risale invece al 1924 la nascita del Consorzio del Chianti, al quale oggi aderiscono il 96% dei produttori, che si fregerà della dicitura 'classico' solo dal 1932, per distinguere le produzioni vinicole che rientrano nei confini storici del bando di Cosimo III de Medici. Nel 1984 è la volta dell'ottenimento della Docg. Fin dalla sua nascita l'organo consortile sceglie come proprio simbolo il 'Gallo nero', che sancì, secondo la leggenda medievale, l'unità politica dell'intero territorio chiantigiano.

 

Per celebrare i 300 anni del territorio, il consorzio del Gallo nero ha dato vita a un programma di eventi che ha preso il via nel febbraio scorso nella Stazione Leopolda di Firenze con la 'Chianti Classico Collection': 165 aziende presentarono le ultime annate alla stampa e agli operatori del settore. Tra gli appuntamenti incontri ed eventi (cominciati a maggio per concludersi a ottobre) nella 'Casa del Chianti Classico' nell'ex convento di Santa Maria in Prato a Radda in Chianti. E ancora un convegno in Palazzo Vecchio a Firenze, seguito da un concerto al Nuovo teatro dell'opera il prossimo 24 settembre, giorno del bando di Cosimo III.

 

Il Chianti ha una produzione di circa 800mila ettolitri, un valore che si aggira intorno ai 400 milioni di euro e 110 milioni di bottiglie in commercio, apprezzate in oltre 70 paesi di tutti i continenti seppure con una spiccata concentrazione in Nord America, Germania e Giappone suoi mercati storici cui si aggiungono i recenti approdi in Sud America e Asia dove il consorzio sta sviluppando nuovi rapporti commerciali.

 

 


Stampa Articolo Print Img




Ti potrebbe interessare:


Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro


::

Sab 17 Settembre 2016 - 20:37





0 commento/i




Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro
Sede Giornale: Messina - Roma

Homepage | Foto | Video | Redazione | Disclaimer | Contatti




© Copyright 2014-2017


Feed RSS