User Pass Password Dimenticata? | Registrati

Benvenuto!

Cameron non convoca vertice per Brexit

Il parlamento di Edimburgo deve esprimere consenso legislativo, spiega la premier scozzese Nicola Sturgeon

di Mimma Cucinotta


:: Uno Sguardo all' Europa

Dom 26 Giugno 2016 - 21:29


Immagine Principale



Sulla questione  Brexit potrebbero aprirsi nuovi scenari. E’ quello che emerge nelle ore successive alla vittoria del referendum. La Scozia, non ci sta ad uscire dall’Unione europea. Infatti la premier scozzese, Nicola Sturgeon, in una intervista rilasciata alla Bbc, ha puntualizzato, che al  parlamento di Edimburgo, dovrebbe essere concesso di “esprimere un consenso legislativo”. La leader non spiega però, su  quali  basi giuridiche questo possa verificarsi, dice solo che il parere del parlamento è vincolante. Secondo la Sturgeon, l’assemblea parlamentare scozzese, si opporrebbe e bloccherebbe la Brexit. Il voto del parlamento di Edimburgo rispecchierebbe quel  62 per cento di cittadini scozzesi che vuole restare in Europa.

La premier, sottolinea, inoltre, l’inesistenza del Regno Unito dal 2014, ovvero dal referendum per la secessione della Scozia da Londra. Aaver messo in discussione, infatti, l’unità della Gran Bretagna con il voto, è stato  il segno, netto, di una crisi di identità che il Paese sta attraversando. In ogni modo, la first minister, non appare al momento interessata, dopo quello vinto nel 2014 dagli unionisti, ad un altro referendum  sulla secessione da Londra, e  nonostante caldeggi la separazione, ha affermato, "l'indipendenza non è il mio primo obiettivo bensì la difesa degli interessi della Scozia".

Il presidente della Commissione UE, Juncker , il presidente del Parlamento europeo  Schultz, il presidente del Consiglio europeo, Tusk e il presidente del semestre di turno dell'UE, Rutte,  riuniti a Bruxelles il giorno dopo  il referendum di Londra, nell’evidenziare il rispetto per la  decisione  presa dai cittadini del Regno Unito, hanno congiuntamente sottolineato, la necessità che il governo di Londra, avvii al più presto l’iter  di uscita dall’Europa, nel rispetto della volontà espressa dai  cittadini.” Qualsiasi ritardo prolungherebbe inutilmente l'incertezza. Esistono regole per procedere in modo ordinato.  L'articolo 50 del trattato sull'Unione europea stabilisce la procedura da seguire qualora uno Stato membro decida di lasciare l'Unione europea”, hanno affermato il leader europei.   La cancelliera tedesca, Merkel,  dal canto suo invece, non affretta l’uscita del Regno Unito, anzi temporeggia, forse per averne vantaggio, scrive Die Welt , secondo l’impostazione tedesca. David Cameron,che chiaramente ha tutte le intenzioni di tergiversare sull’argomento Brexit, e non chiederà al vertice di Bruxelles, l'attivazione dell'art. 50 del trattato,  le da questa possibilità. Prendere tempo è quel che serve ad entrambi. 


Stampa Articolo Print Img




Ti potrebbe interessare:


Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro


:: Uno Sguardo all' Europa

Dom 26 Giugno 2016 - 21:29





0 commento/i




Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro
Sede Giornale: Messina - Roma

Homepage | Foto | Video | Redazione | Disclaimer | Contatti




© Copyright 2014-2017


Feed RSS