User Pass Password Dimenticata? | Registrati

Benvenuto!

Museo archeologico di Muro Lucano (PZ): un excursus del territorio della Basilicata nord-occidentale

In esposizione il corredo della tomba del “Basileus” e altri importanti reperti archeologici dall'età del bronzo fino al IV-V sec. d.C.

di Annalisa Crupi


:: Archeologia

Mer 01 Giugno 2016 - 23:26


Immagine Principale

Immagine PrincipaleImmagine PrincipaleImmagine Principale

Il Museo archeologico nazionale di Muro Lucano (PZ) espone le attestazioni archeologiche del territorio della Basilicata nord-occidentale. 
Nel 2003, la struttura si realizza all’interno del Seminario vescovile posto su un alto costone roccioso dal quale si può ammirare il panorama circostante del comprensorio del Marmo-Melandro, un territorio da sempre ricco dal punto di vista storico-archeologico.

All’interno l’esposizione è stata suddivisa in tre settori: il primo illustra i risultati degli scavi condotti nell’ insediamento limitrofo di Baragiano, attraverso la ricostruzione di un settore della necropoli arcaica, in cui sono stati ricollocati i più significativi corredi funerari tra cui quello ricchissimo della tomba del cosiddetto “Basileus” (re) datata alla metà del VI sec. a.C.

Ai lati e ai piedi dello scheletro dell’inumato il servizio di ceramiche composto da olle, anfore e coppe importate dalla Grecia e dall’Etruria ma anche quelle di produzione locale, confermano la pratica, a livello di aristocrazie indigene, di momenti di convivialità di matrice greca.

Il “Basileus” si identifica, tra l’altro, in un guerriero vista la presenza di parti dell’armatura bronzea composta da due elmi corinzi, dallo scudo, dalla spada e di morsi equini appartenuti ai suoi due cavalli.

Il secondo settore rappresenta l’etnos dei lucani nel corso del IV secolo a.C., con l’allestimento dei principali rinvenimenti degli abitati fortificati di Satriano, Ruoti, delle necropoli di Vietri di Potenza, e dei santuari di Fontana Bona di Ruoti e Torre di Satriano.

Il terzo ed ultimo settore, illustra il processo di romanizzazione delle genti lucane dell’area, grazie alle testimonianze provenienti dalle diverse ville individuate nel territorio, di cui sono esposti i ricchi mosaici.

Questi importanti reperti archeologici permettono di ricostruire la storia di questo territorio e con la loro esposizione nelle ampie e luminose sale del museo è possibile ripercorrere un excursus che copre un arco cronologico che va dall'età del bronzo fino al IV-V sec. d.C.

L’ingresso è gratuito e la guida è offerta dal preparatissimo personale e dal Direttore del Museo dott. Salvatore Pagliuca, il quale vi farà immergere nell'atmosfera con la sua passione e dedizione al mondo archeologico.


Info
Via Seminario, Muro Lucano (PZ)
Tel. 0976 71778 - Fax 0976 71778
Apertura:
- in estate: tutti i giorni feriali e festivi 9:00-13:00 e 18:00-20:30
- in inverno: tutti i giorni feriali 9:00-13:00 e 17:00-19:00; sabato e festivi 10:30-12:30
 


Stampa Articolo Print Img




Ti potrebbe interessare:


Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro


:: Archeologia

Mer 01 Giugno 2016 - 23:26





0 commento/i




Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro
Sede Giornale: Messina - Roma

Homepage | Foto | Video | Redazione | Disclaimer | Contatti




© Copyright 2014-2017


Feed RSS