User Pass Password Dimenticata? | Registrati

Benvenuto!

Rai Italia, Community- L'Altra Italia, Storie degli Italiani dal Mondo

Programma settimanale da domenica 29 maggio a domenica 5 giugno 2016 - In studio Benedetta Rinaldi e Alessio Aversa


:: Cultura Arte Spettacolo

Ven 27 Maggio 2016 - 19:17


Immagine Principale

Immagine PrincipaleImmagine Principale

 Immagini: Alessio aversa e Benedetta Rinaldi - benedetta Rinaldi con il prof. Michele D'Andrea - La band musicale pop–rock Perturbazione (Tommaso Cerasuolo, Cristiano Lo Mele, Alex Barracco e Rosanno Antonio Lo Mele.

 

 

                                                                                                    Per contattare Rai Italia scrivete a: rai.italia@rai.it

 

COMMUNITY – L’ALTRA ITALIA

 

Conducono Benedetta Rinaldi e Alessio Aversa.

 

Le comunità italiane all’estero: attività, eventi, storie individuali e familiari. I progetti, le ambizioni, i successi,  le storie di chi vive fuori dall’Italia e tiene vivo il legame con il  Paese di origine. Ogni settimana in studio ospiti di eccellenza dello spettacolo, della cultura, dell’industria italiana nel mondo. E poi lo spazio di servizio dedicato agli italiani all’estero, per rispondere a quesiti su pensioni, tasse, sanità, burocrazia... e lo spazio dedicato alla lingua italiana in collaborazione con la Società Dante Alighieri.

 

  • Lunedì 30 Maggio

Ospiti: la divulgatrice scientifica Viviana Panaccia, per parlare della mostra che ha curato, “Il mio pianeta dallo spazio: fragilità e bellezza”, che raccoglie particolarissime e affascinanti immagini satellitari del pianeta; Fernando Ferroni, presidente dell’INFN – Istituto Italiano di Fisica Nucleare, per parlare di Marcello Conversi e “I ragazzi di Via Giulia”, quel piccolo gruppo di fisici italiani del secondo dopoguerra.

 

Storie dal mondo.

Nel Rhode Island, Usa, per visitare l’Università Americana con il maggior numero di studenti laureati in italiano.

Dall’Australia, Massimo Corsini, designer palermitano che si è specializzato in un genere molto particolare: produce lampade industriali con materiali da riciclo.

 

Infocommunity: Pier Felice degli Uberti, Presidente Istituto Araldico Genealogico Italiano (www.iagi.info).

 

Chiude la puntata Paolo Limiti, in collegamento da Milano, con notizie e curiosità su “Cosa Sarà”, una delle più belle canzoni dell’accoppiata Ron e Lucio Dalla.

 

  • Martedì 31 Maggio

Ospiti: il giornalista Emilio Targia, per parlare di Francesco Totti, idolo assoluto dei tifosi romanisti; Maria Beatrice Cesari, artigiana del vetro soffiato, affermata non solo in Italia, ma anche nel mondo; il giornalista Marco Bolasco, direttore del sito Piattoforte, per parlare della mostra in corso a Stupinigi, Torino: Regine & Re di Cuochi, di cui è coordinatore scientifico.

 

 

 

Storie dal mondo.

Da New York, dove Vincenzo Pampillonia si è trasferito nel 1963 da clandestino e sei mesi dopo aveva già aperto il suo negozio di artigiano del ferro. Oggi il “Vinnie’s Italian Ironwork” è un simbolo di Brooklyn. E il figlio di Vincenzo è pronto a portare avanti la missione del padre.

In Cile, dove Francesco Vannucci ha aperto il ristorante-pizzeria “Brunapoli”. Francesco è toscano, ma, per offrire ai clienti i piatti della tradizione partenopea, si è affidato a uno chef napoletano Doc. 

 

  • Mercoledì 1 Giugno

Ospiti: la band musicale pop–rock Perturbazione (Tommaso Cerasuolo, Cristiano Lo Mele, Alex Barracco e Rosanno Antonio Lo Mele) con il brano “L’unica”, presentato sul palco del Festival di Sanremo 2014; il saggista e critico letterario Filippo La Porta, presenta il saggio dal titolo “Indaffarati”; in collegamento, Nicolò Govoni, 23 anni di Cremona, emigrato da 2 anni in India.

 

Storie dal mondo.

A Melbourne per conoscere Ilaria Gianfagna, una giovane udinese che dopo aver studiato giornalismo ha creato “Just Australia”, un Info Point per dare sostegno ai tanti giovani italiani che cercano il loro futuro.

In Brasile, dove Rosa Brambilla da quasi quarant’anni si occupa dell’educazione dei bambini disagiati di Belo Horizonte, creando asili e centri d’accoglienza.

 

Infocommunity: Luigi Gabriele dell’organizzazione Codici–Associazione Consumatori (www.codici.org). 

 

  • Giovedì 2 Giugno – puntata speciale dedicata ai 70 anni della Repubblica

Ospiti: Domenico Vecchioni, ambasciatore e scrittore; Luciano Ghelfi, giornalista quirinalista del Tg2; il professore Michele D’Andrea, storico con un passato nella dirigenza del Quirinale, per parlare delle curiosità che nasconde questo Palazzo.

 

Storie dal mondo.

Da Toronto, il servizio sulla comunità italiana che si è riunita a Casa Loma, per le celebrazioni della Festa della Repubblica; una festa che avvicina idealmente tutti gli italiani.

A Il 24-25 aprile 1945, mentre le truppe alleate invadono la Pianura Padana, è proclamata l’insurrezione generale. Mussolini, catturato dai partigiani, viene giustiziato. 
La dittatura fascista di 
Benito Mussolini, che aveva governato il paese dal 1922, era finita il 25 luglio 1943, ma solo l’8 settembre fu annunciato l’armistizio con il quale il Regno d’Italia firmava la resa agli anglo-americani; non veniva data alcuna disposizione alle forze armate, abbandonate di fatto alla mercé degli ex alleati tedeschi.

 

UN PAESE DIVISO IN DUE

L’Italia si trovò divisa in due: al Sud, il governo formato dai partiti antifascistipreesistenti alla dittatura (Democrazia Cristiana, Partito Socialista, Partito Comunista) e dal Partito d’Azione nato nel corso della resistenza al fascismo;al Nord, la neonata Repubblica Sociale Italiana costituita da Mussolini con l’appoggio determinante della Germania hitleriana che occupò militarmente il territorio, e contro la quale combattevano i partigiani guidati dal C.L.N.A.I. (Comitato di Liberazione Nazionale per l’Alta Italia) composto da tutti i partiti antifascisti.

LA TRANSIZIONE DALLA MONARCHIA ALLA REPUBBLICA

La discussione politica sull’assetto istituzionale della nuova Italia liberata dal fascismo fu rinviata a liberazione avvenuta e le funzioni della monarchia furono affidate a un Luogotenente del Re che, nel maggio 1946, a seguito dell’abdicazione al trono di Vittorio Emanuele III, diventò il quarto Re d’Italia della dinastia dei Savoia. Si trattò di un tentativo di salvare l’istituzione monarchica e la stessa dinastia dal discredito nel quale l’aveva gettata lapolitica di subordinazione al fascismo da parte di Vittorio Emanuele III.

UN PROCESSO COSTITUENTE DAL BASSO

Infatti, già dal 1944, dopo la liberazione di Roma, un decreto legge aveva demandato a un’Assemblea Costituente, eletta a suffragio universale, la redazione di una nuova Costituzione in sostituzione dello Statuto Albertino che aveva retto fino ad allora il Regno d’Italia. 
Per la prima volta nella storia del paese si avviava un processo costituente dal basso, marcando la differenza con le costituzioni ottocentescheoctroyeés, concesse dal re “per grazia di Dio”.
Fu nel 1946 che, sotto la pressione delle forze monarchiche e degli Alleati, si stabilì che nel giorno delle elezioni per 
l’Assemblea Costituente gli elettori e le elettrici (finalmente venivano ammesse al voto anche le donne!) scegliessero anche se la forma istituzionale della futura Italia dovesse essere la Monarchia o la Repubblica. 
Il 2 giugno 1946 si votò: 12.717.923 furono i voti repubblicani, 10.719.284 quelli monarchici. 
L’Assemblea Costituente risultò composta da 207 deputati della Democrazia Cristiana (partito di maggioranza relativa), 115 socialisti, 104 comunisti e altri partiti minori. Il risultato più clamoroso fu l’insuccesso del Partito d’Azione, protagonista della guerra di liberazione, che ottenne solo 7 seggi!
L’Assemblea nominò al suo interno una Commissione di 75 membri che procedette alla redazione di un progetto di Costituzione, discusso in aula dal marzo al dicembre 1947. Finalmente il 22 dicembre 1947 la Costituzione fu approvata con 453 voti favorevoli, 62 contrari, nessun astenuto. Promulgata dal Capo dello Stato il 27 dicembre, essa è in vigore dal 1° gennaio 1948.

LO SPIRITO UNITARIO DELLE FORZE ANTIFASCISTE

La Costituzione della Repubblica Italiana è frutto dello spirito unitario delle forze politiche antifasciste che già aveva portato all’elezione del liberaleEnrico De Nicola a Capo Provvisorio dello Stato, del socialista Giuseppe Saragat prima, e del comunista Umberto Terracini poi, a presidente dell’Assemblea Costituente, del democristiano Alcide De Gasperi a capo del Governo Provvisorio della Repubblica.
È sempre importante sottolineare la lungimiranza politica, lo spessore intellettuale, la grande visione culturale, la consapevolezza dell’eccezionale momento storico che i membri della Costituente e, in specie, i leaders politici dell’epoca, seppero esprimere in quel tempo. 
Nei giorni e nelle settimane in cui si andava frantumando l’alleanza antinazista e antifascista e si andavano preparando gli anni della futura ‘guerra fredda’ tra il blocco occidentale guidato dagli USA e quello orientale capeggiato dall’URSS, i grandi partiti italiani che pure facevano ideologicamente riferimento a uno dei due blocchi (la 
DC e le forze liberali agli USA, il PCI e il PSI all’URSS) riuscirono a trovare un compromesso ‘alto’ tra le ispirazioni culturali cattolica, liberale e socialista e a costruire una tra le migliori Costituzioni del mondo.

I PILASTRI DELLA COSTITUZIONE

L’architettura della Costituzione è fondata su tre pilastri:
1. I “principi fondamentali”, che sono elencati nei primi dodici articoli;
2. La Parte Prima dedicata ai “diritti e doveri dei cittadini”, dove dall’art. 13 al 54 vengono delineate le posizioni degli individui e dei gruppi, oltre alle relazioni tra loro e con le istituzioni; 
3. La Parte Seconda dedicata all’ “ordinamento della Repubblica”, cioè l’organizzazione dei poteri pubblici e le loro interrelazioni (artt. 55-139).

La questione dei poteri dello Stato e della loro separazione fu posta – assieme a quella dei diritti del cittadino – fin dai testi della Rivoluzione Francese del 1789. La differenza sostanziale, infatti, tra lo Stato Assoluto e lo Stato Democratico sta, a ben vedere, proprio nel fatto che nessun “potere” è“legibus solutus”: ciascuno deve tener conto degli altri e del sistema complessivo. Fondamentale perciò è la separazione tra chi fa le leggi (il potere legislativo), chi amministra il paese secondo le leggi (il potere esecutivo), chi sanziona coloro che non rispettano le leggi (potere giudiziario).

I POTERI DELLA REPUBBLICA

La Repubblica Italiana è una repubblica parlamentare. Questo significa che il nucleo del potere è il Parlamento. Infatti, il primo articolo della Costituzione recita solennemente che “la sovranità appartiene al popolo” che la esercita attraverso i suoi rappresentanti eletti secondo la legge.
L’esercizio della sovranità da parte del Parlamento viene regolato da un sistema di bilanciamento tra tutti i poteri della Repubblica che sono sostanzialmente cinque: oltre al Parlamento, il Governo, la Magistratura, il Presidente della Repubblica, la Corte Costituzionale.
Se ne analizzino, sia pure sommariamente, ruoli e interrelazioni.
Il 
Parlamento è la sede del potere legislativo. È composto da due assemblee, la Camera di 630 deputati e il Senato di 315 senatori (più un esiguo numero di senatori a vita) entrambe con le medesime prerogative. Nel Parlamento risiede la sovranità popolare, e quindi:
- si stabiliscono le leggi a cui tutti i cittadini italiani e coloro che comunque vivono in Italia devono attenersi;
- si vota “la fiducia” al Governo consentendo al potere esecutivo di amministrare il Paese; 
- si svolge una funzione di controllo sull’operato del governo stesso.

Il 
Governo è la sede del potere esecutivo. È composto dal Consiglio dei Ministri e guidato dal Presidente del Consiglio in qualità di primus inter pares. Infatti, sia il Presidente del Consiglio sia i Ministri sono nominati dal Presidente della Repubblica a cui rispondono del proprio operato, anche se possono essere ‘sfiduciati’ e, quindi, costretti alle dimissioni da un voto del Parlamento. 

La 
Magistratura è la sede del potere giudiziario. I magistrati vengono nominati per pubblico concorso e rispondono del loro operato al Consiglio Superiore della Magistratura, un organo costituzionale che garantisce l’assoluta indipendenza dei giudici dagli altri poteri dello Stato.

Il Presidente della Repubblica rappresenta l’unità della nazione e svolge una funzione di arbitro tra i tre poteri dello Stato, viene eletto ogni sette anni dal Parlamento in seduta comune ed esercita essenziali poteri: 
- sceglie il Presidente del Consiglio, affidando ‘l’incarico di formare il Governo’ a una persona di sua fiducia, che a suo giudizio potrà presumibilmente riscuotere la fiducia della maggioranza del Parlamento;
- promulga le leggi proposte e approvate dal Parlamento, dopo averne vagliato l’aderenza alla Costituzione; 
- ha il comando delle Forze Armate e presiede il Consiglio Supremo di Difesa;
- presiede il Consiglio Superiore della Magistratura;
- può sciogliere il Parlamento e indire nuove elezioni quando lo ritiene opportuno.
- Inoltre, ha rapporti ufficiali con gli ambasciatori degli altri paesi e quindi può indirizzare, sia pure con discrezione, la politica estera del Paese.

La Corte Costituzionale è l’organo supremo di garanzia della democrazia. Il suo compito è di vagliare la legittimità costituzionale delle leggi emanate dal Parlamento e promulgate dal Presidente del Repubblica. La Corte ha il potere, cioè, di abrogare una legge ritenuta contraria a uno o più articoli della Carta Costituzionale. 
La stessa composizione della Corte Costituzionale contempera e rappresenta i tre poteri dello Stato: i 15 membri sono nominati per un terzo dal Parlamento in seduta comune, per un terzo dal Consiglio Superiore della Magistratura, per un terzo dal Presidente della Repubblica.
In conclusione, la Costituzione disegna una repubblica parlamentare nella quale chi amministra la cosa pubblica deve ottenere sempre la fiducia del Parlamento senza le cui leggi non è possibile governare il paese, ma le leggi stesse possono essere abrogate dalla 
Corte Costituzionale.

Buenos Aires, esattamente al Teatro Coliseo, che accoglie le più importanti manifestazioni della comunità, comprese le celebrazioni del 2 giugno. Grazie al servizio di Pasquale Guaglianone, conosciamo la nuova direttrice del Coliseo.

 

Infocommunity: Jacopo Corona, Country Manager di Go Study Italia, organizzazione educativa che offre assistenza gratuita in qualsiasi percorso di studio, lavoro e viaggio in Australia.  (www.gostudy.it).

 

  • Venerdì 3 Giugno

Ospiti: Luana Rondinelli e Giovanna Mangiù, attrici, 2 delle 3 protagoniste  dello spettacolo “Taddarite”, dove le 3 eroine sorelle, durante un’anomala veglia funebre, tirano fuori verità mai dette; lo scrittore Fabio Toscano, per parlare di Evangelista Torricelli, matematico e fisco del 1600, alla cui vita ha dedicato un libro.

 

Storie dal mondo.

Dal Brasile,  Anita Mosca, attrice italiana che è riuscita ad affiancare alla sua attività teatrale anche l’impegno sociale a sostegno di donne e minori.

A Buenos Aires, per incontrare Sergio Rubin, giornalista di uno dei maggiori quotidiani argentini, che parla dei suoi legami con l’Italia e delle tante esperienze fatte a stretto contatto con Papa Bergoglio.

 

Infocommunity: Dottor Salvatore Ponticelli, Dirigente Convenzioni Internazionali dell’INPS (www.inps.it).

 

Tutti i giorni a Community trova spazio la lingua italiana grazie alla collaborazione con la Società Dante Alighieri: la professoressa Claudia Ballanti e il professor Stefano Telve.

 

Per contattare la redazione scrivete a: community.italia@rai.it

 

 

Programmazione:                                                                                                            

 

Rai Italia 1 (Americhe)

NEW YORK / TORONTO da Lunedì a Venerdì h17.30

BUENOS AIRES da Lunedì a Venerdì h18.30

 

Rai Italia 2 (Australia - Asia)

PECHINO/PERTH da Lunedì a Venerdì h15.45

SYDNEY da Lunedì a Venerdì h17.45

 

Rai Italia 3 (Africa)

JOHANNESBURG da Lunedì a Venerdì h15.00

 

CINEMA ITALIA

 

Cicli, rassegne tematiche, appuntamenti che segnano la memoria e le ricorrenze del cinema italiano, scelti per il suo pubblico e presentati da un nuovo volto di Rai Italia, il giornalista e critico Alberto Farina.

Film di prima visione o grandi classici del cinema italiano, da vedere e rivedere, che permetteranno di ripercorrere la storia dell’Italia, riflettere sul presente, divertirsi, emozionarsi, scoprire grandi storie, bravissimi attori, grandi registi del cinema italiano.

 

“100 anni di Comencini” dal 4 Maggio al 15 Giugno.

 

La fine è nota, Giallo (1993)

 

Regia: Cristina Comenicini

Cast: Fabrizio Bentivoglio, Carlo Cecchi, Valérie Kaprisky, Valeria Milillo, Mariangela Melato, Valeria Moriconi, Daria Nicolodi, Corso Salani, Stefano Viali, Massimo Wertmüller

 

Un noto avvocato, tornando dal lavoro, assiste al suicidio di uno sconosciuto che perisce gettandosi da una finestra del suo elegante appartamento romano. In casa, sua moglie Maria, è sconvolta: riferisce al marito che l'uomo era venuto a cercarlo per farsi difendere in un imminente processo che lo vedeva imputato per terrorismo. Dell'uomo si conoscono i precedenti ma, l'avvocato, sconvolto per l'accaduto, prende ad investigare per proprio conto sulla vita dell'uomo. Da questo momento si sposterà a Torino, città ove l'uomo aveva risieduto, fino a zone sperdute della Sardegna, luoghi natali del suicida. Dopo aver determinato varie responsabilità a carico dell'uomo, l'avvocato arriverà a una verità inaspettata.

 

Programmazione:

 

Italia 1 (Americhe)
NEW YORK / TORONTO Mercoledì 1 Giugno 2016 h20.00
BUENOS AIRES Mercoledì 1 Giugno 2016 h21.00

 

Rai Italia 2 (Asia - Australia)
PECHINO/PERTH Giovedì 2 Giugno 2016 h18.00
SYDNEY Giovedì 2 Giugno 2016 h 20.00

 

CRISTIANITA’

 

Ogni domenica, suor Myriam Castelli – ideatrice, autrice e conduttrice da 15 anni - propone temi di interesse ecclesiale e gli appuntamenti del Papa in Vaticano. Cristianità è uno dei  “notiziari vaticani” più attenti e più seguiti all’estero, arricchito dal contributo fondamentale di tanti ospiti in studio: Cardinali e alti Prelati, riconosciuti studiosi della grande diaspora italiana, insieme a una vasta gamma di esperti, artisti, professionisti, laici e missionari che vivono “on the road”. Un parterre di italiani che si confrontano con i contenuti della fede e i commenti culturali della modernità. Interviste, servizi e collegamenti in diretta via skype con i telespettatori dei cinque continenti. 
In ogni puntata, voci, immagini, testimonianze di vita di tutte le generazioni, con le immagini delle feste organizzate dagli italiani in tanti Paesi del mondo dove è presente un’italianità laboriosa, attaccata alla propria terra d’origine e soprattutto alla cultura cristiana. 
 

 

L’incontro mondiale dei diaconi, uomini che per  vocazione sono legati alle opere di carità nella vita della comunità cristiana, il loro ruolo come dispensatori della carità e l’appuntamento a Roma per il Giubileo a loro dedicato. E ancora: uguaglianze e differenze tra il diaconato in preparazione al sacerdozio e il diaconato permanente e la possibilità o meno dell’accesso al diaconato per le donne.

 

Al centro la S. Messa presieduta da Papa Francesco in Piazza San Pietro con i diaconi e le loro famiglie giunte da tutto il mondo. Al termine della celebrazione la tradizionale preghiera dell’Angelus.

 

Tra gli ospiti:  Padre Savio Zanetta, dei Legionari di Cristo; il diacono italiano Francesco Picaro e il diacono americano David Parker.

 

Per contattare la redazione scrivete a: cristianita@rai.it

 

Programmazione:

 

Rai Italia 1 (Americhe)
NEW YORK / TORONTO Domenica 29 Maggio 2016 h04.15
BUENOS AIRES Domenica 29 Maggio 2016 h05.15

 

Rai Italia 2 (Asia - Australia)
PECHINO/PERTH Domenica 29 Maggio 2016 h16.15
SYDNEY Domenica 29 Maggio 2016 h 18.15

 

Rai Italia 3 (Africa)
JOHANNESBURG Domenica 29 Maggio 2016 h10.15

 

CAMERA CON VISTA

 

Un appuntamento quotidiano con il “Made in Italy”. Filmati, servizi, documentari (realizzati anche grazie ai materiali delle Teche Rai) per raccontare e valorizzare un territorio, una città, un borgo italiano, oppure una tradizione locale, un itinerario gastronomico, culturale, naturalistico, oppure ancora un’opera d’arte, un monumento architettonico, un installazione di arte contemporanea, un prodotto di design.

 

  • Lunedì 30 Maggio

Arte.       

Signorie: La Firenze de Medici

Frammenti d’arte: Il Duomo di Siena e la Libreria Piccolomini.

Torna la serie dedicata alle Signorie che hanno forgiato alcune città italiane, arricchendole di straordinarie opere d'arte: dai Malatesta a Rimini, i Gonzaga a Mantova e gli Estensi a Ferrara. Si parte con la Firenze de’ Medici, la città che proprio grazie a questa grande famiglia è diventata la “culla del Rinascimento”.  La puntata si conclude con il Duomo di Siena  e la Libreria Piccolomini, affrescata da Pinturicchio e Raffaello.

 

  • Martedì 31 Maggio

Dolomiti: La nascita dell'Arcipelago

Nuova serie di reportage su una tra le più sorprendenti  meraviglie d’Italia: le Dolomiti, definite dall’UNESCO Patrimonio dell'Umanità, un Bene Naturale che il mondo ci invidia.

 

  • Mercoledì 1 Giugno

Biografie.

I grandi della letteratura: Ungaretti.

Giuseppe Ungaretti, il padre dell’ermetismo, dello stile essenziale, della capacità di mettere in contatto immagini lontane e apparentemente inconciliabili. Visse una lunga vita a cavallo di due secoli, dalla fine dell’Ottocento al 1970,  mantenendo sempre la vitalità dell’eterno viaggiatore e del cantore dell’amore.

 

  • Giovedì 2 Giugno

Viaggio nell’Italia del giro: Gravellona Toce – Cervinia; Saint Vincent - Sestriere

Ultima puntata della serie Viaggio nell’Italia del Giro seguendo le tappe della celebre manifestazione ciclistica. Si parte con il Piemonte, dal Sacro Monte di Varallo fino alle vette valdostane, scorgendo il Cervino. Poi un altro itinerario affascinante e suggestivo:  dalle fortezze della Val d’Aosta fino alla Sacra di San Michele, l’antichissima abbazia che sorge tra le cime della Val Susa.

 

  • Venerdì 3 Giugno

Spettacolo.

La commedia musicale. Piovani: Ulisse I.

Prosegue il viaggio musicale in compagnia di Nicola Piovani.

I Viaggi di Ulisse, un racconto in musica incentrato su uno degli aspetti del personaggio mitologico forse più conosciuto a cui molti artisti si sono ispirati.

Un modo nuovo, quello di Piovani, di rileggere uno dei due grandi poemi epici di Omero.

 

Programmazione:

 

Rai Italia 1 (Americhe)

NEW YORK / TORONTO da Lunedì a Venerdì h14.30

BUENOS AIRES da Lunedì a Venerdì h15.30

 

Rai Italia 2 (Australia - Asia)

PECHINO/PERTH da Lunedì a Venerdì h13.15

SYDNEY da Lunedì a Venerdì h15.15

 

Rai Italia 3 (Africa)

JOHANNESBURG da Lunedì a Venerdì h13.30

 

SPECIALE CAMERA CON VISTA

 

 

Rai Italia presenta gli Speciali di Camera con vista. Un appuntamento settimanale per accompagnare i telespettatori alla scoperta della bellezza del territorio italiano e dei suoi protagonisti passati e presenti.

 

 

FUORI BINARIO: LA MAREMMANA

La nuova puntata di Fuori Binario percorre un itinerario come d'abitudine insolito, un percorso che ha inizio questa volta nella stazione di Roma Termini per poi concludersi in Toscana a Follonica. E' la linea Maremmana, un tracciato che appena lasciata la Capitale si inoltra nella campagna della Tuscia, una volta epicentro dell'Etruria, per poi giungere fino al Parco della Maremma e al Monte Argentario. Sarà questo il contesto di incontri unici, tra pastori poeti e inventori cibernetici, teatranti di strada e pescatori ambientalisti, guardiacaccia romantici e butteri dell'età moderna. Uno straordinario mosaico di luoghi e personaggi, il cuore pulsante di questa nuova puntata di Fuori Binario.

 

 

 

Programmazione:

 

Rai Italia 1 (Americhe)
NEW YORK / TORONTO Venerdì 3 Giugno 2016 h23.00
BUENOS Sabato 4 Giugno 2016 h00.00

 

Rai Italia 2 (Asia - Australia)
PECHINO/PERTH Sabato 4 Giugno 2016 h21.15
SYDNEY  Sabato 4 Giugno 2016 h23.15

 

Rai Italia 3 (Africa)
JOHANNESBURG Venerdì 3 Giugno 2016 h22.45

 

UN GIORNO NELLA STORIA

 

Programma che ricorda gli anniversari della nostra storia, per raccontare le biografie, gli eventi, i momenti chiave. Un appuntamento quotidiano con una puntata inedita a settimana per celebrare la nostra memoria collettiva e provare a comprendere il nostro presente insieme.

 

  • Lunedì 30 Maggio

 Giovanni Gentile.

Nasce il 30 maggio 1875. E’ stato filosofo, pedagogista e politico italiano. Nato a Castelvetrano, lì frequenta il ginnasio e a Trapani il liceo classico. Nel 1893 si trasferisce a Pisa perché ha vinto una borsa di studio nella prestigiosa Scuola Normale Superiore. Da un piccolo paese siciliano ad un mondo completamente nuovo. Gentile dirà: ‘dall’antico nel moderno’.

 

  • Martedì 31 Maggio

Giovanni Palatucci.

Nasce a Montella, il 31 Maggio 1909. Giovanni Palatucci, questore di Fiume durante il periodo della Repubblica Sociale Italiana, arrestato dalle SS con l’accusa di aver salvato dalla deportazione, approfittando della sua carica, numerosi ebrei. 

 

  • Mercoledì 1 Giugno

Fausto Coppi.

E’ il 1° Giugno del 1953, Fausto Coppi, l'Airone, come lo chiamavano, avrebbe compiuto la sua ultima impresa, al Giro del 1953: alla vigilia della tappa dello Stelvio i giochi sembrano ormai fatti. Lo svizzero Hugo Koblet indossa la Maglia Rosa, ha quasi due minuti di vantaggio, ma quando l'Airone apre le ali non c'è più nulla da fare: sullo Stelvio passa con due minuti di vantaggio. Arriva a Bormio con tre minuti e mezzo sul campione svizzero. Il quinto Giro d'Italia è suo. Ed è anche il suo ultimo.

 

  • Giovedì 2 Giugno

Referendum: Monarchia o Repubblica?

Domenica 2 giugno 1946, il giorno del referendum istituzionale. Gli italiani sono chiamati a scegliere tra monarchia e repubblica e insieme ad eleggere i componenti dell’Assemblea costituente che dovrà scrivere la nuova Costituzione. “Si vota oggi, fino alle 22, e domani mattina fino a mezzogiorno”. È la prima, grande consultazione nazionale dell’Italia libera. Gli aventi diritto al voto sono circa 28 milioni. Non votano i cittadini dell’Alto Adige e della Venezia Giulia, non ancora tornati totalmente sotto la sovranità italiana.

  •  
  • Venerdì 3 Giugno

La liberazione di Roma.

Il 4 giugno 1945 le truppe americane entrano a Roma. Nell’anniversario della liberazione di Roma va in onda un documentario sulla liberazione della città dalle truppe tedesche. Attraverso interviste a capi storici della resistenza romana, riprese in luoghi simbolo dell’occupazione nazista, si ripercorrono i giorni che hanno portato gli alleati nella capitale, la fuga dei tedeschi, la vita quotidiana in una città, Roma, dichiarata città aperta.

 

 

 

Programmazione:

 

Rai Italia 1 (Americhe)

NEW YORK/TORONTO da Lunedì a Venerdì h07.30

BUENOS AIRES da Lunedì a Venerdì h08.30

 

Rai Italia 2 (Australia - Asia)

PECHINO/PERTH da Lunedì a Venerdì h06.45

SYDNEY da Lunedì a Venerdì h08.45

 

Rai Italia 3 (Africa)

JOHANNESBURG da Lunedì a Venerdì h08.00

CARA FRANCESCA

 

Appuntamento di Rai Italia con gli italiani e i discendenti nel mondo: ogni giorno un telespettatore diventa il protagonista di una puntata a lui interamente dedicata attraverso un collegamento telefonico con Francesca Alderisi.

L'intervista è arricchita dalle istantanee che l’ospite stesso decide di condividere e commentare  e da un breve video amatoriale, con uno spaccato della sua quotidianità.

Il programma si propone di scattare un fermo immagine di un’intera comunità all’estero, alla scoperta di quella Italia che esiste e resiste nonostante migliaia di chilometri di distanza.

 

 

  • Lunedì 30 Maggio

Armida Puzzo nasce a Cervicati, Calabria e si trasferisce a Buenos Aires, in Argentina con la famiglia a 5 anni. Studia per diventare maestra e dopo il matrimonio dà vita con il marito ad un esperimento educativo che prende il nome  di Colegio del Alto Sol, una realtà tutt’oggi esistente.

 

  • Martedì 31 Maggio

Olindo Di Francesco da Rochester, negli Stati Uniti, è nato a Porto Empedocle, in provincia di Agrigento. In America arriva a 19 anni, i primi tempi lavora come carpentiere, in seguito acquista dei camion e apre un grande stabilimento con più di 50 operai. Si sposa con Filomena ed un giorno, dopo aver chiesto una grazia e per la grande devozione a Padre Pio, decide di realizzare qualcosa di straordinario: una cappella dedicata al santo di Pietrelcina.

 

  • Mercoledì 1 Giugno

Milvia Piazza cresce a Ravenna e si trasferisce con la famiglia a Caracas, in Venezuela a 4 anni. Studia giornalismo e si specializza a Roma in Comunicazioni di Massa e coltiva una grande passione per l’arte e la musica. A pochi anni dalla pensione, ha deciso di dedicarsi al management di cantanti pop lirici.

 

  • Giovedì 2 Giugno

Giuseppina Calabresi nasce a Roma nel 1941. Ha 25 anni quando sua madre le propone di trascorrere un periodo all’estero, ma al suo arrivo a Fiumicino la Polizia non le consente di salire sull’aereo; le sue valigie, però, sono già partite! E’ ancora la madre che decide di mandarla in Canada, ad Ottawa, da una zia; là Giuseppina ritorna in possesso dei suoi bagagli, trova lavoro e si sposa con Aldo.

 

  • Venerdì 3 Giugno

Alberto Chirone, da Boa Vista, Brasile racconta di quando
nel 1986, grazie ad un accordo tra la Diocesi di Roraima ed il MLAL, Movimento Laici America Latina, e’ arrivato in Sud America. Il contratto era di tre anni, ma il 16 maggio del 1987,  sposa Adriana Regina. Hanno due figli e lavora come consulente di un deputato.

 

 

 

 

Programmazione:

 

Rai Italia 1 (Americhe)

NEW YORK/TORONTO da Lunedì a Venerdì h10.30

BUENOS AIRES da Lunedì a Venerdì h11.30

 

Rai Italia 2 (Australia - Asia)

PECHINO/PERTH da Lunedì a Venerdì h11.15

SYDNEY da Lunedì a Venerdì h13.15

 

Rai Italia 3 (Africa)

JOHANNESBURG da Lunedì a Venerdì h12.45

IL CALCIO SU RAI ITALIA

 

?Amichevole:  ITALIA – SCOZIA - allo Stadio Ta'Qali di Malta 

Rai Italia 1 (Americhe)

NEW YORK / TORONTO Domenica 29 Maggio 2016 h14.30

BUENOS AIRES Domenica 29 Maggio 2016 h15.30

 

Rai Italia 2 (Australia)

PECHINO/PERTH Lunedì 30 Maggio 2016 h02.30

SYDNEY Lunedì 30 Maggio 2016 h04.30

 

Rai Italia 3 (Africa)

JOHANNESBURG Domenica 29 Maggio 2016 h20.30

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Stampa Articolo Print Img




Ti potrebbe interessare:


Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro


:: Cultura Arte Spettacolo

Ven 27 Maggio 2016 - 19:17





0 commento/i




Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro
Sede Giornale: Messina - Roma

Homepage | Foto | Video | Redazione | Disclaimer | Contatti




© Copyright 2014-2017


Feed RSS