User Pass Password Dimenticata? | Registrati

Benvenuto!

Cooperazione senza alternative al vertice Asia-Europa

di Nuccio Fava


:: Politica

Lun 20 Ottobre 2014 - 21:47


Immagine Principale



La riunione dell’Asem a Milano ha ribadito l’importanza del rapporto Asia-Europa, maggiore in questa fase specialmente per l’Europa esposta ai rischi della recessione. Oltre a quelli asiatici c’erano i maggiori leader europei cui si è aggiunto Putin che ha assunto alla fine il ruolo di protagonista e interlocutore maggiore.

Sul tavolo due questioni di primaria importanza, Ucraina e gas, rispetto alle quali la Russia gioca da mesi una partita politica ed economica rischiosa. L’accordo di Minsk non ha ancora piena attuazione, la Russia chiede garanzie per le popolazioni di frontiera che potrebbero essere assicurate dai principali Paesi europei, mentre l’Ucraina lamenta periodiche rotture della tregua e il non rispetto del trattato di Minsk.

Il presidente ucraino Poroshenko ha parlato, alla fine, di un clima migliorato e della disponibilità di Putin ad alleggerire la posizione per quanto riguarda il gas russo. Il rapporto più che critico tra Kiev e Mosca appesantisce il clima internazionale e isola la Russia dal contributo che dovrebbe esprimere per affrontare le grandi sfide del mondo: dal terrorismo islamista alla povertà e agli squilibri crescenti, dalle tempeste monetarie a ebola. Tutti temi che sono stati affrontati a Milano con un contributo rilevante da parte del nostro governo.

Renzi ha inserito il tema degli sviluppi della costruzione europea, della nuova fase che si apre con l’entrata dell’esecutivo Juncker. La posizione italiana è nota: investimenti, lavoro, crescita. Sono scelte urgenti, indispensabili per dare nuovo slancio a tutta l’Europa e al suo ruolo sulla scena globale. Anche il presidente Napolitano ha richiamato l’urgenza di questa prospettiva per l’Europa definendo positiva l’impostazione della manovra del governo.

Il clima respirato al vertice Asem di Milano, l’apprezzamento per l’azione del nostro governo e la consapevolezza generalizzata di accrescere gli sforzi di collaborazione e cooperazione su ogni piano, hanno in qualche misura contribuito indirettamente ad alleggerire e migliorare la dura posizione delle regioni nei confronti del governo.

Un confronto effettivo non è però ancora cominciato, come del resto con i sindacati. Vanno registrati tuttavia come segnali potenzialmente positivi per il percorso comunque non semplice che la legge di stabilità dovrà compiere.


Stampa Articolo Print Img




Ti potrebbe interessare:


Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro


:: Politica

Lun 20 Ottobre 2014 - 21:47





0 commento/i




Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro
Sede Giornale: Messina - Roma

Homepage | Foto | Video | Redazione | Disclaimer | Contatti




© Copyright 2014-2017


Feed RSS