User Pass Password Dimenticata? | Registrati

Benvenuto!

In occasione dell’uscita del libro La bambina e il sognatore per Rizzoli

Il Circolo dei Lettori di Milano - Fondazione Adolfo Pini, Festeggia DACIA MARAINI, giovedì 28 gennaio ore 18.30

In una conversazione, fra lettura e racconto, tra l’autrice e la giornalista Anna Folli


:: Cultura Arte Spettacolo

Ven 22 Gennaio 2016 - 21:33


Immagine Principale



“FESTA PER DACIA” 
 

Dopo il successo del primo appuntamento dell’anno, che ha visto protagonisti Ferruccio de Bortoli Giuliano Pisapia e Giovanni Valentini, giovedì 28 gennaio alle ore 18.30 il Circolo dei Lettori - Fondazione Adolfo Pini festeggia Dacia Maraini in occasione dell’uscita del suo ultimo romanzo La bambina e il sognatore, pubblicato da Rizzoli.

 

Ne verranno lette alcune delle pagine più belle, in una conversazione speciale fra l’autrice e la giornalista Anna Folli per ripercorrere, anche attraverso fotografie e immagini, le tappe più importanti della lunga carriera di Dacia Maraini e della sua vita, abitata da straordinari personaggi della cultura. A partire dall’amato padre, Fosco Maraini, grande antropologo, viaggiatore e scrittore, dalla madre Topazia Alliata, recentemente scomparsa, pittrice, viaggiatrice, spirito libero, da Alberto Moravia a Pier Paolo Pasolini. Il libro riprende un tema fra i più cari alla scrittrice – la violenza sui bambini, creature ancora più indifese delle donne, se possibile-, ma lo fa attraverso una voce inconsueta: lo sguardo, le azioni e i sogni di un padre, una novità nella sua scrittura.

 

Dacia Maraini è una delle scrittrici italiane più lette al mondo. È autrice di romanzi, racconti, opere teatrali, poesie e saggi, editi da Rizzoli e tradotti in venti Paesi. Nel 1990 ha vinto il Premio Campiello con La lunga vita di Marianna Ucrìa e nel 1999 il Premio Strega con Buio. Nel 2011 è stata tra i finalisti del Man Booker International Prize e dal 2014 è tra i candidati italiani al Premio Nobel per la Letteratura. Il suo ultimo libro è Chiara di Assisi. Elogio della disobbedienza (2013).

 

Anna Folli è giornalista professionista. È stata caporedattore e direttore di riviste di settore. Autrice di interviste, reportage culturali, recensioni di libri, ha collaborato con i principali quotidiani e settimanali italiani. È autrice del programma I Magnifici trasmesso su Radio 24. È stata coautrice e direttrice del festival di letteratura e musica Le Corde dell’Anima.

 

Nato dall’incontro tra la Fondazione di Corso Garibaldi, dedicata alla promozione delle arti, e la curatrice ed editor indipendente Laura Lepri, il Circolo dei Lettori – Fondazione Adolfo Pini prosegue così la propria missione volta a promuovere l’interesse per la lettura e la letteratura, dopo essere divenuto un punto di riferimento milanese per appassionati di libri, autori ed editori nei suoi primi due anni densi di incontri e progetti: quasi 60 gli appuntamenti letterari organizzati per adulti e bambini, 47 i libri presentati, oltre 100 gli autori ospitati tra i quali Francesco Piccolo (Premio Strega 2014), Andrea Vitali, Marco Missiroli (Premio Campiello Opera prima 2006), Vittorio Sgarbi (storico e critico d’arte), Piero Dorfles (giornalista e critico letterario), Luca Formenton (presidente della casa editrice Il Saggiatore).

 

Fin dalla sua creazione Il Circolo dei Lettori si è identificato con una specifica vocazione di promozione della lettura declinando gli appuntamenti per tipologie diverse di lettore. Costruiti sulla falsariga delle collane editoriali, i vari cicli di incontri disegnano una mappa che favorisce l’orientamento e l’approfondimento di fronte alla sovrabbondanza della produzione editoriale contemporanea. Otto gli itinerari finora proposti: Incontri con gli scrittori; le Conversazioni tra amiche che leggono; Raccontami la storia; Leggere le città; Leggere i Classici; Giovani talenti; A due voci; e Scelti da noi.

 

Fondazione Adolfo Pini

Nata nel 1991 per volontà di Adolfo Pini (1920-1986), la Fondazione che porta il suo nome ha sede a Milano nell’elegante palazzina di fine Ottocento in corso Garibaldi 2. Oltre ad Adolfo Pini, uomo di scienza e docente di fisiologia, qui ebbe dimora e studio il pittore Renzo Bongiovanni Radice (1899-1970), zio materno di Pini, che fu una figura chiave nella formazione culturale del nipote, guidandone in particolare l’interesse verso le arti. Per volontà di Adolfo Pini la Fondazione è dedicata alla memoria dello zio con l’obiettivo di promuoverne e valorizzarne l’opera pittorica, attraverso studi e mostre, e il sostegno ai giovani artisti attivi in tutte le arti, con borse di studio, offerte formative e altre iniziative. Essa promuove inoltre anche la figura di Adolfo Pini che, accanto alla sua attività scientifica, fu anche scrittore, poeta, compositore e appassionato d’arte, rappresentando una perfetta sintesi di cultura scientifica e umanistica. Tra le iniziative promosse dalla Fondazione Adolfo Pini vi è il Circolo dei Lettori, a cura di Laura Lepri, e Storie Milanesi, a cura di Rosanna Pavoni.

 

Giovedì 28 gennaio, ore 18.30

“FESTA PER DACIA”

con Dacia Maraini e Anna Folli

Corso Garibaldi 2, Milano

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

 

Informazioni: T. 02 874502

www.fondazionepini.it

Facebook : Fondazione Pini

 

 


Stampa Articolo Print Img




Ti potrebbe interessare:


Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro


:: Cultura Arte Spettacolo

Ven 22 Gennaio 2016 - 21:33





0 commento/i




Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro
Sede Giornale: Messina - Roma

Homepage | Foto | Video | Redazione | Disclaimer | Contatti




© Copyright 2014-2017


Feed RSS