User Pass Password Dimenticata? | Registrati

Benvenuto!

New York : Il messaggio a braccio di fine anno del Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki-Moon

Un anno fondamentale in cui l'ONU ha celebrato il 70° anniversario ed è stato concluso l'accordo di Parigi sul clima quale segno di speranza in tempi difficili


:: Esteri

Gio 17 Dicembre 2015 - 15:27


Immagine Principale



New York, 16 dicembre2015 - Buon giorno Signore e signori. Bonjour, Mesdames et messieurs,

Vorrei cominciare augurando tutto il meglio per un felice anno nuovo. Vi ringrazio per tutte le vostre cooperazione e il vostro duro lavoro l'anno scorso.

Ci stanno portando a un anno fondamentale in cui le Nazioni Unite ha celebrato il suo 70 ° anniversario e ha provveduto punto di riferimento per promuovere lo sviluppo sostenibile e accordo sul cambiamento climatico.

L'accordo di Parigi sul cambiamento climatico è un segno di speranza in tempi difficili. E 'un trionfo per un multilateralismo che mostra i risultati delle Nazioni Unite che consegnano il mondo ha disperatamente bisogno.

Il presidente François Hollande e il ministro degli Esteri Laurent Fabius di Francia ha mostrato una leadership ispiratrice - anche rifiutando di essere scoraggiati dagli attacchi terroristici del 13 novembre.

Ringrazio tutti i capi di governo, uomini d'affari e leader della società civile che hanno reso possibile questo risultato.

L'accordo di Parigi ha superato le aspettative. I leader mondiali hanno riconosciuto che potremmo e dobbiamo fare meglio di accontentarsi del minimo comune denominatore. Così raggiunsero più alto.L'accordo di Parigi ci dà Piano A per il pianeta - A per ambizione.

Dal mio primo giorno in carica nove anni fa, nel 2007, ho spinto molto duramente per questo accordo.Ora, io premere di nuovo i leader mondiali a tradurre in pratica la promessa.

Dobbiamo anche seguire attraverso sulle altre pietre miliari del 2015.

Il 2030 Agenda per lo sviluppo sostenibile è la nostra guida generale, cristallizzata in 17 gol per porre fine alla povertà e costruire una società pacifica.

L'Agenda di azione di Addis Abeba, adottato nel luglio è il nostro modello per il finanziamento per lo sviluppo. Investire nello sviluppo precoce eviterà crisi lungo la strada.

Il Quadro di Sendai su Disaster Risk Reduction concordato punti di marzo la strada verso la resilienza.

Nel loro insieme, questi piani e patti hanno posto le basi per un futuro che non lascia dietro.

Signore e signori,

Quest'anno abbiamo visto flussi epiche di rifugiati e sfollati interni. Come si entra il 2016, il mondo ha bisogno di puntare ad un nuovo patto globale sulla mobilità umana. Demonizzando e capro espiatorio queste persone in base alla loro religione, etnia o paese di origine non ha posto nel 21 ° secolo.

Le Nazioni Unite hanno appena chiesto per $ 20 miliardi di dollari per soddisfare i bisogni umanitari del prossimo anno - cinque volte il livello di un decennio fa. I donatori sono stati estremamente generosi - ma probabilmente entrare 2016 con un deficit di finanziamento di più di $ 10 miliardi di dollari - il più grande mai.

Il mondo Vertice umanitario maggio 2016 a Istanbul sarà un momento critico per affrontare i problemi di finanziamento sistemici, e concordare iniziative concrete per preparare al meglio e rispondere alle crisi.

Il mondo deve investire più energia politica per prevenire e porre fine ai conflitti, e per affrontare le violazioni dei diritti umani - i nostri migliori primi segni premonitori di una maggiore difficoltà a seguire.

Signore e signori, questa settimana, gli sforzi per risolvere il conflitto attraverso la diplomazia sono davanti e al centro.

In Libia, le parti sono vicine a un accordo disperatamente bisogno che avrebbe aiutato il movimento paese al di là di crisi prolungata.

Nello Yemen, i colloqui hanno cominciato ieri in Svizzera verso un cessate il fuoco duraturo e una ripresa della transizione politica. I civili hanno fatto le spese del conflitto e che devono essere facendo di tutto per porre fine allo spargimento di sangue e alleviare le loro sofferenze.

In Siria, la comunità internazionale ha attivamente nuovamente impegnati a spingere per una soluzione politica. Il gruppo internazionale di sostegno Siria si riunirà a New York il Venerdì 18 dicembre, seguita da una riunione del Consiglio di Sicurezza. La Siria è una ferita aperta per il Medio Oriente e il resto del mondo. Stiamo spingendo per una nazionale cessate il fuoco e per l'avvio dei negoziati nel mese di gennaio su una transizione politica - e non dobbiamo cedere.

Contrastare la minaccia rappresentata da Da'esh, Boko Haram, al-Shabab e altri gruppi terroristici è cruciale. Il mese prossimo, presenterò agli Stati membri delle Nazioni Unite un piano d'azione in materia di prevenzione dell'estremismo violento. Molti dei conflitti di oggi - e spesso, purtroppo, la risposta a loro - hanno fornito un terreno fertile per la diffusione del terrorismo e l'estremismo violento.

Sono allarmato dalla escalation di violenza in Burundi. Quello che abbiamo visto negli ultimi giorni è agghiacciante. Il paese è sull'orlo di una guerra civile che rischia di travolgere l'intera regione. Ho chiesto al signor Jamal Benomar, il mio Consigliere Speciale, per recarsi nella regione prima della fine di questa settimana per parlare con l'Unione Africana, i paesi della regione e, naturalmente, il governo del Burundi. Un dialogo politico inclusivo è urgente. Dobbiamo fare tutto il possibile per prevenire la violenza di massa e agire con determinazione se dovesse scoppiare.

In Sud Sudan, l'operazione di mantenimento della pace delle Nazioni Unite continua a riparo più di 185.000 civili - un importante passo avanti nei nostri sforzi di protezione umana. Ma questa non è una soluzione definitiva, e molti altri rimangono sfollati interni e sotto la minaccia della violenza. Invito le parti a stabilire le istituzioni di transizione prima della fine di gennaio.

Signore e signori,

Si tratta di situazioni scoraggianti. Prendo cuore dal progresso politico e trasferimenti regolari di potere lo scorso anno, anche in Sri Lanka e Nigeria.

La transizione nella Repubblica Centrafricana sta anche portando avanti, con il referendum costituzionale la settimana scorsa e le elezioni presidenziali e legislative alla fine di questo mese.

Sono incoraggiato dai progressi nei negoziati su Cipro. Una soluzione a decenni di divisione è a portata di mano.

Nelle Americhe, colombiani sono avvicinandosi alla fine del conflitto più lunga del continente.

In Myanmar, il governo e l'esercito stanno collaborando con Daw Aung San Suu Kyi per una transizione stabile. Occorre un impegno costante per iniziare un dialogo inclusivo che porta i gruppi etnici emarginati nel processo. Le Nazioni Unite e personalmente hanno sostenuto il processo per diversi anni. Continueremo a farlo.

Signore e signori,

Il 2015 ha portato sia svolta e orrore.

Le Nazioni Unite continua a rafforzarsi, anche attraverso ampio respiro valutazioni delle operazioni di pace, il consolidamento della pace e il nostro ruolo futuro e capacità.

Nonostante gli alti e bassi, da processi di pace a colloqui sul clima, non possiamo permetterci di mollare. C'è troppo in gioco. Milioni di persone dipendono da noi per continuare a premere avanti.

Non ho perso la fede durante gli anni di alti e bassi di negoziati sul clima.

Continuo a credere nelle Nazioni Unite - e nel nostro personale, molti dei quali hanno fatto l'ultimo sacrificio.

Continuo ad avere fiducia nella capacità delle persone di tutto il mondo a venire insieme per il bene comune - come ha appena dimostrato così enfaticamente a Parigi.

Con questo spirito, possiamo fare 2016 un anno di realizzazione e veramente costruire una vita dignitosa per noi i popoli.

Grazie. Grazie mille.

D: Signor Segretario ... sta funzionando? Va bene. Signor Segretario Generale, a nome del Correspondents Association Nazioni Unite (UNCA), grazie per questa conferenza stampa di fine anno, e grazie ancora a voi e signora Ban per la partecipazione al premio UNCA nella notte di Lunedi. I miei colleghi ed io te e la tua famiglia buone feste e felice anno nuovo augurano. La vostra conferenza stampa è uno strumento molto importante per noi, e per il 2016, ci chiediamo se l'ottima pratica di voi avendo in questa stanza per 30 minuti una volta al mese può essere ripristinato. E infine è la mia domanda sulla Corea del Nord. Qualche settimana fa, c'era la notizia che eri pronto a sbarcare a Pyongyang per una visita storica, ma improvvisamente tutto è stato messo in attesa, e ora la preparazione per il viaggio sembra quasi radioattivo. Può dirci qual è la situazione, se la punta potrà mai compiersi? Grazie.

SG: Ho preso in considerazione, come vi ho detto che sono pronto a fornire il mio ruolo di segretario generale, ovunque può prendere per la pace e la stabilità e la riconciliazione nella penisola coreana. E ho ... tale condizione è invariato. E 'ancora in fase di discussione con le autorità della Corea del Nord (Repubblica democratica popolare di Corea). Spero sinceramente che saremo in grado di trovare una data reciprocamente conveniente nel più breve tempo possibile. E questo è quello che posso dire in questo momento. Recentemente, ci sono stati alcuni sviluppi incoraggianti della situazione tra le due parti della Corea, tra cui l'accordo di agosto e anche ricongiungimento delle famiglie separate.Purtroppo, questa Vice Ministri 'zona colloqui ad alto livello tra le due Coree non hanno dato risultati tanto attesi. Ma non dobbiamo essere frustrati. Mi auguro sinceramente che le parti continueranno a impegnarsi in colloqui in modo che possano, prima di tutto, spendere lo spazio politico attraverso il dialogo e gli scambi e la cooperazione, in modo che possano, prima di tutto, costruire la riconciliazione tra le due parti. Lì, sono pronto a fornire qualsiasi servizio come Segretario generale e come uno dei cittadini provenienti dalla Corea. Grazie.

D: Grazie, Segretario Generale. Sherwin Bryce-Pease, South African Broadcasting. Dato l'escalation che hai parlato in Burundi, inclusi gli attacchi che hanno portato a quasi 100 morti lo scorso Venerdì, e, alla luce del fatto che un anziano diplomatico Consiglio di Sicurezza ha descritto la situazione come un paese che sta andando all'inferno, vuoi concedere, signore, che il consiglio di una squadra rinforzata per sostenere il vostro consigliere speciale, non è forse una risposta adeguata alla situazione in evoluzione sul terreno?

SG: Prima di tutto, come ho già detto, io sono estremamente preoccupato per la continua violenza, la violenza tra le forze armate governative e gli elementi armati sconosciuti. Questi sono molto agghiacciante. E ho chiesto, come ho detto, di Jamal Benomar per andare subito alla regione di impegnarsi nel dialogo. Anche durante i negoziati sul cambiamento climatico, sono stato raggiungere i leader della regione. Ho sempre parlato ai leader. Spero sinceramente che, prima di tutto, Governo del Burundi, il presidente [Pierre] Nkurunziza, si impegnerà in un dialogo inclusivo per affrontare questo problema. E io chiedo, ancora una volta, dell'Unione africana e della Comunità dell'Africa orientale e facilitatori incaricati dalla Comunità dell'Africa orientale, il presidente [Yoweri] Museveni dell'Uganda, continueranno a rendere la loro leadership politica per facilitare il dialogo. Il signor Jamal Benomar continuamente impegnarsi. E in questo momento, mi appello a tutti gli attori nazionali a sostenere lo Stato di diritto, i diritti umani, ed esorto le autorità per contribuire a creare le condizioni per un dialogo credibile e inclusivo. Questi sono i presupposti per il dialogo politico.

Per quanto riguarda le opzioni di cui ho raccomandato al Consiglio di Sicurezza, naturalmente, ci sono diverse opzioni. In questo momento, sono incoraggiato che il presidente Nkurunziza aveva incontrato il signor Benomar, il mio Consulente Speciale, e [sarà] essere sempre disponibile per la consultazione.Ho intenzione di discutere di nuovo la questione di questo pomeriggio con i membri del Consiglio di Sicurezza. Prenderemo le azioni necessarie come osserviamo e guardare la situazione, come si evolve.A seconda dell'evoluzione della situazione, possiamo avere per salire di livello la nostra presenza e le nostre attività.

D: Sì, signor Segretario generale, sul processo di Vienna, per favore, se non ti dispiace, ti potrebbe spiegare gentilmente a noi che accordo di cessate il fuoco e che cosa avete in mente, visto che l'area in cui i controlli Da'esh , hanno civili lì. Che cosa hai intenzione di fare per il danno collaterale di così tanti civili? E i combattenti stranieri che ... per esempio, le milizie iraniane in Siria, stanno andando a far parte di quel cessate il fuoco? E, si sa, ancora una volta, la stessa cosa con il regime e le bombe a botte, ovviamente, ma da che parte state se Bashar al-Assad deve restare o andare, e se lui va, quando?

SG: La prima parte della domanda, avete seguito tutta questa situazione. Non vedo l'ora di questo terzo gruppo internazionale di sostegno della Siria, ISSG, incontro, a New York il Venerdì. E io e il mio inviato speciale, Staffan de Mistura, parteciperò. Sto anche cercando l'ora di incontrare molti ministri che parteciperanno ai margini di questo incontro. Ciò che è importante in questo momento, come è stato concordato per Vienna 1 e 2 processo, è importante che dovremmo avere un cessate il fuoco a livello nazionale il più presto possibile. Naturalmente, ci sono alcune zone controllate dai più ISIS. Ma per quanto possiamo, dovremmo spendere questa area per essere coperto da un cessate il fuoco il più ampio possibile.

Per questo [di essere] possibile, Staffan de Mistura, si impegnarsi in colloqui intra-siriano nel più breve tempo possibile. Allora possiamo avere qualche politico ... ampliare lo spazio politico. E 'assolutamente necessario che, prima di tutto, dovremmo avere questo cessate il fuoco, cessate il fuoco in tutta la nazione. Questo ci aiuterà non solo il processo politico, anche Nazioni Unite e altre agenzie umanitarie di fornire assistenza umanitaria a molte, molte persone che sono disperato bisogno di questo aiuto. Ci sono 13 milioni di persone, almeno 13 milioni di persone, ad eccezione di questi più di 4 milioni di rifugiati, hanno bisogno di, disperatamente, l'assistenza umanitaria.

D: Puoi rispondere a questa domanda sull'Iran, per favore, e Assad? 

SG: La seconda domanda, penso che questo problema è stato discusso molte volte in passato. In sostanza, in linea di principio, spetta al popolo siriano che dovrebbe prendere una decisione sul futuro del presidente Assad. Ma allo stesso tempo, credo anche che sia inaccettabile che tutta la crisi siriana e la soluzione a questa crisi deve essere in base al solo una questione di destino di un uomo, che non è accettabile. Ma è per questo che le persone hanno discusso la questione per tutto il tempo, ma lascio alle parti interessate per discutere la questione di nuovo in parallelo, cercare di scoprire lo spazio politico così come fornire assistenza umanitaria. In transizione, nel corso della transizione, ci possono essere ... alcune persone sono ora ... alcuni paesi stanno esprimendo alcune posizioni sfumate che ci possa essere un qualche ruolo o necessità per il presidente Assad di rimanere solo una limitata ... un mese limitata, ma che la volontà devono essere decise in seguito.

D: Grazie, signor Segretario. Hai ancora un anno in vostro mandato come segretario generale, e la tua eredità sta per essere collegato in qualche modo ai fallimenti della comunità internazionale in Siria. E lei ha detto più volte che Assad ha perso legittimità. Puoi dire ancora una volta? E puoi dirci: quale ruolo può svolgere l'Iran a risolvere la situazione in Siria, in Libano e nella regione? Grazie.

SG: La crisi siriana continua negli ultimi cinque anni ha creato un sacco di guai e problemi imprevisti, come abbiamo visto. Ha colpito un sacco di situazioni in paesi vicini, tra cui il Libano. Un altro problema è la diffusione del terrorismo e ISIL. Questa mancanza di una buona governance e la tragedia continua e la disperazione completa tra la gente ha reso il terreno di coltura ideale per estremisti e terroristi per impostare le loro radici in là. Pertanto, è assolutamente necessario che noi prima affrontare queste questioni politiche. Questo è una specie di alcune cause profonde, come affrontare le cause alla radice. E dobbiamo anche prendere le azioni necessarie per sconfiggere e contrastare l'estremismo e il terrorismo. Così le nostre sfide sono diventate molto più difficile, più ampia, lo spazio delle nostre sfide sono diventate molto più ampio. Questo è il motivo per cui è di fondamentale importanza che portiamo, il più presto possibile, alla fine di questa crisi.

D: Grazie mille, Signor Segretario Generale. Lei ha parlato in principio sulla necessità di un nuovo Global Compact per affrontare la questione della migrazione, rifugiati, e in fondo l'intolleranza contro le religiose, le minoranze etniche. Puoi dirci che cosa questo compatto sarà simile, il ruolo che le Nazioni Unite è andare a giocare, chi dovrebbe coinvolgere, e che cosa si dovrebbe dire e fare?

SG: Questo massiccio flusso di migranti e rifugiati in Europa e in altre aree in Asia e altrove sono emerse come più di questioni regionali. E 'diventato un problema globale. Apprezzo Unione europea, in particolare, i leader che sono stati impegnati per scoprire qualche quadro più strutturato per affrontare questo problema. Ma è andato oltre dell'Unione europea, e non vi è alcune divisioni, molto gravi divisioni tra i paesi interessati. Ecco perché ritengo che è diventato un problema globale, ed è per questo Nazioni Unite dovrebbero affrontare la questione in stretta consultazione con gli Stati membri.

Quest'anno, nel mese di settembre, il 30 settembre, ho convocato una riunione ad alto livello qui. Ma ho proposto agli Stati membri delle Nazioni Unite che ho intenzione di convocare una riunione al vertice solo un giorno prima dei dibattiti generali. Questo sarà 19 settembre. Sono consapevole che ci sono preoccupazioni emergenti per sostenere la mia iniziativa, la mia proposta. Lì, mi piacerebbe discutere con i leader mondiali e cercare di avere una sorta di Global Compact per la condivisione di responsabilità.

Naturalmente, per le questioni di dettaglio, dobbiamo preparare in stretta consultazione, potremmo avere consultazioni regionali nel corso di diversi mesi. Per affrontare le questioni migratorie e dei rifugiati, ho posto qualche tabella di marcia. Prima di tutto, il 4 febbraio a Londra, ci accingiamo a convocare ad alto livello, conferenza a livello vertice sulla Siria, in particolare per affrontare le questioni dei rifugiati e il sostegno umanitario. Certo, possiamo discutere alcune altre questioni, anche, compresa la migrazione. E questa conferenza è co-sponsorizzato dal Regno Unito, Norvegia, e il Kuwait e Germania e delle Nazioni Unite. Abbiamo già esteso l'invito cosigned dai leader di questi quattro paesi e me stesso.

Nel mese di marzo, in Svizzera, ho chiesto Commissariato per i Rifugiati, UNHCR, da poco nominato Alto Commissario di convocare una riunione ad alto livello per discutere su "reinsediamento plus".

Poi, a maggio, abbiamo mondo vertice umanitaria a Istanbul in Turchia ai margini ... penso che possiamo anche discutere la questione come una parte di questo sostegno umanitario.

Poi, nel mese di settembre, stiamo per avere un incontro al vertice in materia di migrazione. Capisco che il Presidente dell'Assemblea Generale ha anche una idea di convocare, su sua iniziativa, a volte nel mese di luglio un incontro ad alto livello in materia di migrazione. Quindi ci sarà un impegno continuo e una consultazione continua nella comunità internazionale per risolvere questo problema a livello globale.

Q: Follow-up domanda sulla Siria, Segretario Generale. Hai usato le parole "al più presto" poco tempo fa circa il cessate il fuoco e circa i colloqui faccia a faccia. Il comunicato ha dichiarato di Vienna ha detto all'inizio di gennaio. Dato che è solo un paio di settimane di distanza, vuol ora sembrano un po 'troppo ambizioso? E andando avanti, il lasso di tempo, quanto tempo pensi di transizione dovrebbe essere?E se c'è una necessità per le elezioni alla fine di passaggio, sarebbe l'ONU organizzarli?

SG: La conferenza di Vienna 2 ha emesso il proprio accordo, dicendo che cercheremo di avere questo cessate il fuoco a livello nazionale [in] gennaio. Poi abbiamo una linea temporale di 18 mesi per avere transizione politica. Alcune persone possono pensare che questo può essere troppo ambizioso, ma si ha la necessità di essere ambiziosi. Non abbiamo molto tempo da perdere ... a sprecare anche un solo minuto, e, quindi, è assolutamente necessario che noi abbiamo di livello più alto possibile ambizione. E penso che dobbiamo fare tutto quello che possiamo.

D: Dal momento che si sta inserendo il tuo ultimo anno come Segretario Generale, e c'è già una gara di ereditare la vostra posizione, vuoi affrontare, prima di tutto, voci o rapporti che si prevede di correre per la presidenza della Corea del Sud?

SG: Si può solo parlare più forte?

D: Certo. Lei affronterà i rapporti che hai intenzione di correre per la presidenza della Corea del Sud?E anche, vi pegno, ai fini della pianificazione, per chi sarebbe il tuo successore, che si scontare il resto del tuo mandato?

SG: Penso che non sei primo ad avermi fatto questa domanda. [Risate] mi è stato più volte dichiarato durante l'ultimo paio di anni che, come il segretario generale delle Nazioni Unite, ho un ordine del giorno completo. Io rimango concentrata sulla, e durante il prossimo un anno, durante il mio tempo, fino all'ultimo giorno del prossimo anno, mi concentrerò tutto il mio tempo ed energia per fare il mio lavoro come il Segretario generale. Grazie.

D: Grazie, Stéphane. Sì. Grazie, segretario generale. Ieri, il Presidente dell'Assemblea Generale e Presidente del Consiglio di Sicurezza hanno inviato una lettera agli Stati membri di presentare il loro candidato per la prossima ... per il successore per il prossimo Segretario generale. Può dirci il vostro pensiero su questa procedura senza precedenti per ...

SG: Si può solo parlare un po 'più forte?

D: Mi scusi, sì .... [Cross talk] Può dirci il vostro pensiero su questa procedura senza precedenti per scegliere il prossimo segretario generale? E anche, se avete qualche messaggio a questi candidati.Grazie.

SG: Ho visto quella lettera, e ci si aspettava, infatti, perché gli Stati membri hanno discusso attivamente il problema, come fare processo di selezione del mio successore più trasparente. Penso che sia una buona iniziativa, per quanto io credo, e penso che ci sia un consenso ampiamente condivisa che si tratta di una buona iniziativa. Mi piacerebbe vedere che, con questa lettera, spero che gli Stati membri accelerare il loro processo per scegliere il prossimo segretario generale al più presto possibile [in] una maniera molto trasparente. Questo è il mio desiderio.

D: Signor Segretario Generale, domani, l'ONU sta per essere rilasciato il rapporto Deschamps che hai chiesto per quanto riguarda le accuse di abusi sessuali nella Repubblica Centrafricana. E tu hai parlato con forza sulla necessità di ripulire il mantenimento della pace e di cattiva condotta da forze di pace.Mi chiedo solo se si ritiene che, nel corso dei mesi, hai fatto progressi con le ripetuti appelli per le modifiche su questo. 

SG: Non vedo l'ora di incontrare il giudice Marie Deschamps, che consegnerà le sue scoperte come la sedia di questo pannello di indagine della Commissione. E dopo averlo ricevuto, mi prendo misure necessarie, comprese renderlo pubblico. Ma, ancora più importante, passeremo in rassegna il contenuto di questa relazione e intraprendere le azioni necessarie per rendere molto più chiaramente impegnata che tutto il personale delle Nazioni Unite, sia in sede o sul campo, deve essere molto più impegnati a proteggere e rispettare i diritti umani , tra cui il divieto ... la prevenzione della violenza sessuale.

D: Grazie, Stéphane. E il signor segretario generale, voglio alzare l'Afghanistan, una questione che mancava sulla dichiarazione di apertura. Lei è stato un forte sostenitore e sostenitore di afghana processo di processo di pace, la pace e la riconciliazione, ma questo processo fatto un inizio promettente in luglio, ma è crollato e la situazione in Afghanistan si è fortemente deteriorata. Signore, anche la Unite ... in cima a questa, gli Stati Uniti hanno ripreso la lotta dei talebani, secondo "The New York Times." In questa situazione, quali sono i tuoi pensieri come questo processo possa essere ripreso e che cosa ... come può aiutare?

SG: La gente in Afghanistan hanno sofferto troppo a lungo, molti decenni. La pace e la stabilità sono stati sempre instabile, e molti paesi hanno coinvolto e ha cercato di sostenere la stabilità e la pace in Afghanistan. Con la nuova leadership, presidente Ashraf Ghani e io ... mi hanno preso atto del fatto che egli si è impegnata con i leader della regione, in particolare con il Pakistan. Mi auguro sinceramente che con tutto il sostegno della comunità internazionale e la buona volontà a sostenere l'Afghanistan, la gente e di governo, in modo che essi saranno in grado di mantenere la pace e la stabilità attraverso la loro riconciliazione nazionale e di piani, e anche ci sono molte conferenze internazionali si sono tenute, come , per esempio, compatta, che hanno fornito economia internazionale e sostegno sociale. Allo stesso tempo, è importante avere una buona cooperazione con i paesi vicini, in particolare per affrontare il terrorismo e gli attacchi estremisti contro l'Afghanistan. E le Nazioni Unite, UNAMA (Missione delle Nazioni Unite di assistenza in Afghanistan) continuerà a svolgere un ruolo importante.

D: Grazie, Stéphane. Signor Segretario Generale, grazie. In Siria, la questione del terrorismo è stata all'ordine del giorno di quasi tutti i paesi che fare con la Siria. Alcuni ... per esempio, alcuni paesi si occupano con i moderati, sostenendo che sono terroristi, ma c'è la minaccia di ISIS. Hai parlato con i lati, soprattutto i russi e gli americani, circa la scelta dei terroristi, invece di opposizione e unire le loro forze in lotta contro il terrorismo? Hai parlato con loro? Che cosa mi consiglia di loro? Grazie.

SG: il terrorismo e l'estremismo Contrastare è emerso ed è emerso come uno dei primi, i problemi più gravi, che dobbiamo affrontare. A tale proposito, apprezzo molto molti paesi partecipanti coalizioni, e il loro contributo è molto importante. Allo stesso tempo, mi è stato chiesto loro di osservare rigorosamente le leggi internazionali sui diritti umani e umanitari internazionali per proteggere ... non [causa] le vittime civili. In altro aspetto, dobbiamo affrontare anche le cause profonde migliorare, migliorare, il buon governo dei leader dei paesi interessati e l'ascolto molto seriamente le voci e le aspirazioni del proprio popolo attraverso il dialogo inclusivo. Ci sono alcuni paesi che mancano tali capacità, in particolare; di conseguenza, delle Nazioni Unite attraverso questo antiterrorismo Centro è veramente cercando di fornire un sostegno il rafforzamento delle capacità, per quanto possibile, ed è per questo che sto cercando di presentare il più presto possibile nel corso del mese di gennaio il Piano d'azione globale per contrastare l'estremismo e il terrorismo.

Quando si tratta di Siria, ci sono molti gruppi armati. Ci sono molti gruppi armati. E capisco che, attraverso questo processo di processo Vienna ... Vienna, stanno cercando di definire e scoprire esattamente chi sono i gruppi terroristici, che sono i gruppi armati. Capisco che il governo giordano è stato incaricato di prendere questa missione. La questione sarà un soggetto continua ora. E apprezzo anche che siriano ... Arabia Saudita ha convocato una riunione della scorsa settimana tra i gruppi armati siriani. Mi auguro sinceramente che ci dovrebbe essere una unità di intenti tra le parti interessate in modo da poter più efficacemente affrontare questa sfida di combattere il terrorismo.

D: Grazie, Stéphane. Grazie, segretario generale. La menzione per il Medio Oriente e l'Arabia Saudita, solo due giorni fa, ci fu un'alleanza formata tra 34 paesi del mondo arabo e islamico in Arabia Saudita.Qual è la tua visione di questa nuova coalizione che forma, e quanto efficace sarà nell'affrontare olisticamente le cause e le misure antiterrorismo che dovevano essere attuate sul terreno? E vedete come la duplicazione per le coalizioni esistenti guidata dagli Stati Uniti, oppure può essere lavorare ... fuse insieme a un certo punto?

SG: Ho letto che la relazione che l'Arabia Saudita ha avviato di formare una coalizione di campagna guidata musulmano. Come sapete, questa coalizione guidata dai paesi occidentali, compresa la Russia, sono stati di funzionamento delle operazioni militari per combattere contro questo terrorismo, e spero sinceramente che quando c'è una coalizione formata, credo che dovrebbero molto stretto coordinamento con gli altri paesi che stanno già partecipando a coalizioni. Come ho ancora detto, è molto importante quando si mettono in scena le operazioni militari, non ci dovrebbero essere estrema cura e sforzi per non danneggiare la popolazione civile e le strutture civili. E questo è il principio fondamentale dei diritti umani internazionali e del diritto umanitario.

D: Grazie, Signor Segretario Generale. Mi chiedevo perché, nelle sue osservazioni introduttive, non ha citato la Palestina e il conflitto lì. Una media di due palestinesi vengono uccisi al giorno. Oggi il governo israeliano ha annunciato la costruzione di 800 nuove unità di insediamento. E l'assedio di Gaza sotto per gli ultimi otto anni. Gaza è una catastrofe umanitaria, come sapete. Eppure non avete trovato il tempo nelle sue osservazioni introduttive parlare di quello che sta succedendo lì. Perché? Grazie.

SG: Sono molto preoccupato del fatto che non abbiamo visto molti progressi, anche il deterioramento della situazione in Medio Oriente. Come ricorderete, io ero nella regione nel mese di ottobre per discutere la questione con i leader israeliani e palestinesi. E 'importante che, anche se la situazione potrebbe essere molto impegnativo, i leader avrebbe dovuto mostrare il loro alto livello di impegno e ambizione, anche ambizione politica, per affrontare tutte queste questioni in sospeso, penso a sei, sette-dieci anni i problemi, per portare un po '... almeno un piccolo senso di speranza a persone che hanno sofferto. E quando si tratta di insediamento, sono stato più volte, sempre reso la posizione delle Nazioni Unite 'che è illegale in base al diritto internazionale.

D: Grazie, Segretario Generale. Sulla lotta contro la ISIS, c'era qualche speranza che questo nemico comune potrebbe unire i paesi, anche fornire alcuni motivi di progresso in Siria. Ma ora sembra che ci sia qualche disaccordo, alcuni più disaccordi, per esempio, tra la Turchia da una parte, la Russia e l'Iraq sul lato opposto. Come hai potuto spingere personalmente per questi paesi di unire e di un maggiore coordinamento tra i paesi che combattono ISIS? Grazie.

SG: Ancora una volta, ho sollecitato le parti interessate, i paesi interessati, che sono coinvolti in questo processo, prima di tutto, coordinano tra di loro e cercare di rispettare i diritti umani e il diritto umanitario. E di fornire un certo sostegno a diversi gruppi, è possibile trovare risposta dal mio coerente ... Nazioni Unite 'posizione coerente che ci dovrebbe essere molto stretto coordinamento e la cooperazione tra le parti interessate. E spesso, abbiamo visto qualche conflitto, purtroppo, tra e tra i paesi che stanno lavorando per lo stesso scopo. Ci dovrebbe essere l'unità di intenti e di collaborazione. E se e quando non vi è alcuna divisione di posizioni tra e fra i paesi che sono impegnati nella lotta al terrorismo, la lotta al estremismo, penso che dovrebbero davvero dimostrare il loro impegno, prima di tutto, [a] de-escalation delle tensioni tra e tra di loro e [essere] uniti. E ho anche sollecitando i gruppi armati siriani ... ci sono molti di questi gruppi armati diversi, che stanno lavorando per uno scopo. Poi, quando si sono divisi, quando si ha una divisione di posizioni, allora sarà più difficile raggiungere gli obiettivi.

D: Grazie mille. Grazie, Signor Segretario Generale. Come lei ha ricordato, il mondo si occupa di diverse crisi in un momento, e mi chiedevo se si vede alcun legame tra tutte queste crisi e le conseguenze che comportano, come la crisi dei rifugiati e il terrorismo? E se sì, pensi che ci sia una possibilità di trovare una soluzione per una di queste crisi, senza rispetto agli altri? Grazie.

SG: Penso che avete sollevato un enorme grande domanda. [Risate] Dopo aver servito come Segretario generale negli ultimi nove anni, una lezione o l'osservazione che ho tratto è che, in questo mondo, non sta funzionando in modo isolato. Quindi tutto è strettamente interconnessi. Che si tratti di immigrazione o il terrorismo o la pace e lo sviluppo, i diritti umani, penso che tutto il lavoro in un [modo] molto strettamente collegato. Così possiamo trovare alcune cause di alcune questioni che sono strettamente collegati.

Una causa principale sarebbe abietta povertà, la mancanza di una buona governance. Quando c'è una disperazione completa tra la gente, quando c'è un completo disinteresse da parte dei dirigenti sui desideri e le aspirazioni del popolo, allora la gente cerca di trovare altri modi per affrontare le proprie difficoltà e le preoccupazioni e le sofferenze. Nessuno vuole soffrire di qualsiasi ragione, se si tratta di povertà, le malattie, o abuso di autorità o di abuso di potere. È per questo che ho sempre chiesto che il buon governo e il dialogo inclusivo e affrontare la povertà abietta, queste sono le risposte.

Siamo in grado di trovare le risposte quando basta ricollega alla radice le cause e gli autisti di tutti questi combattenti terroristiche straniere. Poi alcuni di ... uno o due o tre fattori che li hanno spinti a fuggire, a migrare, o per diventare radicale o per diventare forze molto radicali. E, quindi, dobbiamo affrontare tutto questo in sincronia, in stretto coordinamento. Per questo motivo, anche se stiamo vivendo in questo mondo di pericolo, ma credo che i leader mondiali hanno fornito qualche buon senso di promessa e di speranza. Si tratta di obiettivi di sviluppo sostenibile, 17 gol, e accordo sul cambiamento climatico. Se implementiamo questi obiettivi di sviluppo sostenibile, compresi i cambiamenti climatici, penso che possiamo aspettarci che la maggior parte delle persone saranno in grado di vivere in un molto meglio, molto più stabile la situazione e molto altro prosperità. Ed è quello che le Nazioni Unite si propone di raggiungere, e abbiamo gettato buone basi di quest'anno. L'anno 2015, credo che sarà registrato come uno dei più importanti anni storici della storia delle Nazioni Unite, dove abbiamo predisposto tutte le buone fondamenta.

D: Grazie, Signor Segretario Generale. Domani il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite riprende il finanziamento del terrorismo e il progetto di risoluzione che avrà i ministri delle finanze che frequentano chiamate sul proprio ufficio, il Segretario Generale, per fornire un rapporto in 30 giorni e, in particolare, a definire e riferire in merito all'assunzione di ISIL e le fonti di finanziamento del terrorismo. Come funziona il vostro ufficio si aspettano di farlo, di parlare con le agenzie di intelligence? E credete che che si uniranno paesi nel tentativo di toccare giù sul finanziamento del terrorismo? Grazie.

SG: Sono molto incoraggiato dal fatto che il Consiglio di sicurezza sta per prendere una decisione storica per la prevenzione dei flussi finanziari verso i terroristi e gli estremisti. Questo è molto importante segno di dimostrare la loro leadership per unità d'intenti per affrontare terroristi e gli estremisti. Purtroppo, essi hanno ricevuto un sacco di fondi senza troppe difficoltà, stato particolarmente islamica, hanno ... secondo quanto riferito, hanno un sacco di soldi a disposizione in là. E pagano per la loro stessa gente vive ... controllate sotto la loro influenza. Pertanto, è molto importante che dobbiamo fare tutto il necessario per tagliare tutta questa fonte di sostegno finanziario a queste persone. Penso che sia uno dei modi, molto efficace nell'affrontare questo problema. E non vedo l'ora alla mia partecipazione domani.

D: Sì. Grazie.Signore, che cosa sono le vostre opinioni sui test da parte dell'Iran di missili balistici progettate per fornire armi nucleari? E in particolare, fanno tali azioni danno preoccupazione per la buona fede dell'Iran andando avanti nel rispetto del JCPOA (piano globale di azione comune)? Grazie.

SG: l'Iran e tutte le potenze, P5 + 1, hanno fatto un ottimo accordo. Pertanto, mi aspetto che il governo iraniano continuerà ad attuare ai sensi del presente accordo e in conformità con tutte le pertinenti risoluzioni del Consiglio di sicurezza. E penso che è il modo migliore per l'Iran, prima di tutto, per ottenere ciò che hanno stabilito. E sono sicuro che, in base a questo accordo, la comunità internazionale sta andando a lavorare insieme con il governo iraniano. Grazie.


Stampa Articolo Print Img




Ti potrebbe interessare:


Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro


:: Esteri

Gio 17 Dicembre 2015 - 15:27





0 commento/i




Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro
Sede Giornale: Messina - Roma

Homepage | Foto | Video | Redazione | Disclaimer | Contatti




© Copyright 2014-2017


Feed RSS