User Pass Password Dimenticata? | Registrati

Benvenuto!

Eurogruppo accoglie le proposte della Grecia, accordo forse in settimana

Dijsselbloem: Sono stati fatti passi nella giusta direzione ma Lagarde frena dicendo, c'è ancora molto da fare


:: Uno Sguardo all' Europa

Mar 23 Giugno 2015 - 01:15


Immagine Principale



di redazione

 

L'Eurogruppo  di oggi ha dato una svolta alla questione greca, dopo  lunghe settimane di stallo, finalmente sono state poste le basi  per un accordo definitivo, che potrebbe arrivare in settimana.
Il nuovo piano di riforme presentato dal premier ellenico Alexis  Tsipras,  sono state accolte con favore dai creditori internazionali,  anche se ha sottolineato il direttore generale  del Fondo monetario internazionale Christine Lagarde, c'è  ancora moltissimo   da fare. 

 Il vertice dei ministri finanziari dall'eurozona iniziato alle 12 di questa mattina ha preceduto l'euro summit  della serata che ha tirato le conclusioni sui passi avanti compiuti nella giusta direzione,  come ha detto il presidente   Jeroen Dijsselbloem, a margine dell'eurogruppo , che non ha voluto entrare nei dettagli del documento greco, perché  arrivato tardi, e non è  stato possibile  approfondire i temi del piano. stato

L'avvicinarsi  di un accordo finale ha rassicurato le borse che, hanno chiuso in rialzo, con Madrid +4%, Parigi e Francoforte +3,8%, e Atene con +9%. Però lo stato di salute degli istituti di credito , la fuga di capitali dalla banche greche rimangono preoccupanti,  insieme alla maxi rata che dal 5 giugno è  slittata al 30 giugno come termine ultimo  di pagamento al Fmi di 1,6 miliardi di euro. 
Il presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker a chiusura delleurogruppo straordinario di oggi, ha manifestato ottimismo su un possibile risolutivo accordo " entro questa settimana ".

 

21 giugno 2015 - Partita in chiusura per la questione greca. Il primo ministro Alexis Tsipras, ha esposto in conference call ad Hollande, Merkel e Juncker, alcune misure che Atene presenterà al vertice dell’Eurogruppo lunedì 21 giugno cui parteciperanno Christine Lagarde (Fmi), il presidente della Bce Mario Draghi e dell’Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem. Il programma fiscale  riguarderà  il blocco dei prepensionamenti, un aumento della tassa di solidarietà per chi  guadagna oltre 30mila euro l’anno e per le società con utili superiori ai 500mila euro annui.

A differenza del piano di giugno Atene sarebbe ora pronta a raggiungere per il 2015 l’obiettivo di un avanzo primario dell’1% sul Pil e di centrare il target di una avanzo del 3,5% per il 2018 come chiedono i creditori. Sempre secondo indiscrezioni Atene dovrebbe raggiungere il 2% nel 2016 e il 3% nel 2017.

Domani il vertice europeo non si accontenterà più di impegni, l’incontro richiederà l’ufficialità di un accordo siglato da Atene e i creditori internazionali.

L’intesa mira a sbloccare l’ultima tranche di aiuti di salvataggio da 7,2 miliardi, per far uscire da una drammatica  situazione di liquidità la Grecia, che negli ultimi giorni ha provocato una consistente fuga di capitali , per più di 4miliardi di euro,  creando nuovo panico nei mercati, già in fibrillazione per il debito di fine giugno, che Atene  dovrà rimborsare al Fondo monetario internazionale (Fmi), relativo alla rata del 5 giugno non corrisposta in quella data, a cui si aggiungono i 2,2 miliardi occorrenti per il pagamento delle pensioni e stipendi di giugno ai dipendenti pubblici.

 

Uno scenario finanziario dunque molto difficile, che fino ad ora il governo greco era riuscito a tamponare, ma che adesso è divenuto insostenibile per la flessione del gettito fiscale, per cui il taglio a stipendi e pensioni sembrerebbe quasi certo.

 

Lunedì l’Eurogruppo tornerà a riunirsi anticipando l’ora prevista delle 15, alle 12. L’eurosummit dei capi di governo, si riunirà intorno alle  19,  per valutare la situazione in caso di mancato accordo con la Grecia, che potrebbe avviarsi verso il default e l’uscita dalla moneta unica o verso nuovi scenari,come annunciato dal premier Tsipras a margine dell’Eurogruppo di giovedì scorso.


Stampa Articolo Print Img




Ti potrebbe interessare:


Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro


:: Uno Sguardo all' Europa

Mar 23 Giugno 2015 - 01:15





0 commento/i




Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro
Sede Giornale: Messina - Roma

Homepage | Foto | Video | Redazione | Disclaimer | Contatti




© Copyright 2014-2017


Feed RSS