User Pass Password Dimenticata? | Registrati

Benvenuto!

È in corso l'invasione delle città dai droni

By Llewellyn King - editorialista, internazionalista - column on PBS Stati Uniti


:: Scienza/Tecnologia

Lun 30 Settembre 2019 - 18:12


Immagine Principale



 

Il futuro potrebbe ronzare sopra la tua testa. C'è una spinta a commercializzare i droni che equivalgono a qualsiasi corsa all'oro. Centinaia di produttori di droni, società di servizi di droni e società di gestione di droni stanno creando nuove macchine, dividendo nuovi usi e pianificando di aumentare la penetrazione dei loro dispositivi o servizi in un mercato che sta fiorendo. Sebbene dominata da DJI, la gigantesca compagnia cinese di droni con sette sedi negli Stati Uniti da sola, ci sono centinaia di compagnie di droni che ogliono entrare in azione. L'acquisizione da parte del drone dei cieli non è più una questione di fantascienza e meccanica popolare. È reale ed è iniziato. Presto i cieli delle città diventeranno affollati come le autostrade di Washington e Los Angeles. Nel mondo dei droni, la grande lotta ora è quella di aumentare i carichi utili.

 

 Ma il vero valore potrebbe essere nella loro capacità di raccogliere ed elaborare enormi quantità di dati, una parte essenziale delle "città intelligenti" del futuro. Brian Krzanich, ex CEO di Intel, ha dichiarato che i dati sono il nuovo petrolio e i droni sono i nuovi pozzi di petrolio. I droni e i veicoli autonomi sono destinati a essere parte integrante delle città intelligenti, con diversi partecipanti che perseguono obiettivi diversi. Uber Eats vuole che le cene per le famiglie di quattro persone vengano sospese in alto dai droni. Amazon vuole droni in grado di trasportare carichi di varie dimensioni e forme. Google vuole essere il proprietario della tecnologia di controllo. Tutti vogliono i dati. I dirigenti delle città, i dipartimenti di polizia, i dipartimenti automobilistici e i primi soccorritori desiderano dati. I marketer e i costruttori di case vogliono dati su come viviamo e viaggiamo, e anche su ciò che facciamo quando non siamo tra il lavoro e il ritorno a casa. Le città intelligenti funzioneranno con dati e i droni faranno parte dell'infrastruttura di acquisizione dati. Morgan O'Brien, co-fondatore di Nextel Communications e ora presidente di Anterix, una società che fornisce comunicazioni sicure a servizi di pubblica utilità e altri, mi dice che i dati saranno alla base delle città intelligenti. "Una città intelligente è" intelligente "allo stesso modo in cui uno smartphone è intelligente. Raccogliendo ed elaborando grandi quantità di dati digitali in tempo reale virtuale, uno smartphone raccoglie un utente su Internet per voce, sms, video ed esperienze di ogni tipo ", ha detto O'Brien, aggiungendo," Allo stesso modo la smart city raccoglierà grandi quantità di dati e praticamente elaborarli contemporaneamente per rendere la città più sicura, più vivibile, più verde e più piacevole. "

Questi dati saranno raccolti da una miriade di sensori, compresi quelli sui droni: gli occhi nel cielo.

 

Carl Berndtson, amministratore delegato di Confex Partners Ltd., un organizzatore di conferenze commerciali di Concord, con sede a Mass, attende 2.500 persone in una conferenza sui droni che si terrà dal 28 al 30 ottobre a Las Vegas. Confex fa parte della gigantesca "Drone Week" all'inizio di dicembre ad Amsterdam, dove sono attesi 3000 imprenditori e ingegneri di droni.

 

Naturalmente, per evitare che tutti quei veicoli senza pilota che consegnano merci, raccolgono dati, si schiantino l'uno contro l'altro, sarà necessario un sofisticato sistema di controllo del traffico micro-aereo - qualcosa di molto al di là del sistema macro di oggi che mantiene al sicuro i grandi velivoli. Una società, AirMap di Santa Monica, California, afferma di essere sulla buona strada nello sviluppo di un sistema di controllo, ma ce ne sono altre e i governi avranno il ruolo essenziale.

 

I droni arriveranno in molte dimensioni e forme, dai taxi drone che ci trascinano in giro ai droni api operaie, come quelli già impiegati per ispezionare le linee elettriche e martellare chiodi in tegole sui tetti.

 

Nel film del 1967 "The Graduate", a Benjamin Braddock, un neolaureato, è stato consigliato a dedicarsi alla plastica. Oggi potrebbe essere consigliato  ad entrare nei droni.

 

L'industria dei droni è decollata ed è diretta verso dove vivi e lavori. Attento alla testa.

 

 

Su Twitter: @ llewellynking2

Llewellyn King è produttore esecutivo e conduttore di "White House Chronicle" su PBS.

 Leggi questa colonna su:InsideSources Cronaca della Casa Bianca

 

LLEWELLYN KING

Creatore, produttore esecutivo e conduttore

Cronaca della Casa Bianca

Llewellyn King è giornalista, editorialista, internazionalista, esperto di energia, appassionato di scienza e tecnologia, docente e oratore pubblico. È un emittente britannico con sede a Rhode Island, negli Stati Uniti e un frequente collaboratore di Huffington Post. Llewellyn King è produttore esecutivo e conduttore di "White House Chronicle" su PBS.

Come appassionato campione di ME / CFS ha scritto numerosi articoli sulla malattia e fondato e co-conduttore ME / CFS Alert [1] su YouTubecon Deborah Waroff dal 2011.

Ora nel suo 17 ° anno in onda, il programma può anche essere visualizzato sul Web all'indirizzo whchronicle.com .Una versione audio di "White House Chronicle" va in onda nei fine settimana sul popolare canale di Sirius XM Satellite Radio POTUS (Politica degli Stati Uniti) 124. King è anche un commentatore regolare di POTUS

Oltre alla trasmissione, King scrive una rubrica settimanale per l'Hearst-New York Times Syndicate. La University Press of America ha pubblicato una raccolta delle sue colonne nel 2006, intitolata "Washington and The World 2001-2005." Le colonne sono apparse principalmente sui giornali di Knight-Ridder, tra cui The Miami Herald, The Sacramento Bee, The St. Paul Pioneer Press, The Kansas City Star, The Charlotte Observer e The Columbus Dispatch.

King è stato il caporedattore ed editore di The Energy Daily. La newsletter del settore energetico, creata prima che scoppiasse la crisi energetica nel 1973, era il fiore all'occhiello del suo premiato King Publishing Group, che vendette nel 2006. Gli altri titoli del gruppo includevano la Settimana della Difesa, la Settimana della Nuova Tecnologia, la Navy News & Undersea Technology e casa bianca settimanale.

Nel corso degli anni, i report approfonditi e l'analisi delle energie di King hanno portato a frequenti visite agli ospiti in programmi televisivi, tra cui "Meet the Press" della NBC e "The NewsHour with Jim Lehrer" della PBS e la CNN.

La straordinaria carriera di King nel giornalismo è iniziata nella Rhodesia del Sud, ora Zimbabwe, dove è stato assunto - a 16 anni - come corrispondente estero per la rivista Time . Ha anche riferito dall'Africa per il Daily Express di Londra e News Chronicle e United Press.

Trasferitosi a Londra nel 1959, King ha lavorato come dirigente per The Daily Mirror Group , reporter di Associated Newspapers e giornalista per BBC e ITN. Dopo essersi trasferito negli Stati Uniti negli anni '60, King ha lavorato come redattore e reporter per The New York Herald Tribune, The Baltimore News-American, The Washington Daily NewsThe Washington Post.

Un periodo alla Nucleonics Week della McGraw-Hill ha portato alla sua fondazione The Energy Daily. Ma non fu la prima pubblicazione pionieristica di King; la sua prima era Women Now , una rivista mensile rivolta a donne emergenti professioniste negli anni '60. "Non ha liberato nessuna donna, ma ha liberato tutti i miei soldi", scherza King.

Prima di creare "White House Chronicle", King e sua moglie, la giornalista Linda Gasparello, hanno co-ospitato "The Bull and The Bear", un programma giornaliero di borsa che andava in onda sulle reti televisive via cavo GoodLife e Jones a metà degli anni '90.

King ha dato più di 2000 discorsi; è un commentatore erudito sull'energia, gli affari esteri, il Congresso e la Casa Bianca, le piccole imprese, la scienza, la tecnologia e il giornalismo. Ha organizzato più di 1.000 conferenze su temi che vanno dall'energia nucleare alla rimozione delle mine, alla sicurezza sociale e alla finanza delle campagne.

Per il suo contributo di lunga data alla comprensione della scienza e della tecnologia, King ha ricevuto un dottorato onorario in ingegneria dall'Istituto Stevens di tecnologia.

Gli piacciono le cose che si muovono; aeroplani leggeri, barche e cavalli.

 

 -----------------------------------

The Invasion of Cities by Drones Is Underway

The future may be whirring above your head.

There is a push to commercialize drones that equals any gold rush. Hundreds of drone makers, drone service companies and drone management firms are creating new machines, divining new uses, and planning to increase the penetration of their devices or services in a marketplace that is burgeoning.

Although dominated by DJI, the giant Chinese drone company with seven locations in the United States alone, there are hundreds of drone companies keen to get in on the action.

The drone takeover of the skies is not a thing of science fiction and Popular Mechanics anymore. It is real and it has begun. Soon the skies in cities will be getting as crowded as the highways of Washington and Los Angeles.

In the world of drones, the big struggle now is to increase the payloads. But the real value may be in their ability to collect and process huge amounts of data — an essential part of the “smart cities” of the future. Former Intel CEO Brian Krzanich said data is the new oil and drones are the new oil wells.

Drones and autonomous vehicles are destined to be integral to smart cities, with different entrants pursuing different goals. Uber Eats wants dinners for families of four to be wafted aloft by drones. Amazon wants drones that can carry loads of various sizes and shapes. Google wants to own the control technology.

Everyone wants the data.

City managers, police departments, motor vehicle departments and first responders want data. Marketers and homebuilders want data about how we live and travel — and even what we do when we are not between working and getting home.

Smart cities will run on data and drones will be part of the data-acquisition infrastructure. Morgan O’Brien, co-founder of Nextel Communications and now president of Anterix, a company providing secure communications to utilities and others, tells me that data will be the foundation of smart cities.

“A smart city is ‘smart’ in the same way a smartphone is smart. Collecting and processing vast amounts of digital data in virtual real time, a smartphone collects a user to the internet for voice, texting, video and experiences of every sort,” O’Brien said, adding, “The smart city similarly will collect vast amounts of data and virtually simultaneously process that data to make the city safer, more livable, more green and more pleasant.”

This data will be collected from a myriad of sensors, including those on drones: the eyes in the sky.

Carl Berndtson, managing director of Confex Partners Ltd., a Concord, Mass.-based commercial conference organizer, expects 2,500 people at a drone conference which will be held on Oct. 28-30 in Las Vegas. Confex is part of the giant “Drone Week” early in December in Amsterdam, where 3,000 drone entrepreneurs and engineers are expected.

Of course, to keep all those goods-delivering, data-gathering, unmanned vehicles from crashing into each other, a sophisticated micro-air traffic control system will be needed — something far beyond today’s macro system that keeps large aircraft safe. One company, AirMap of Santa Monica, Calif., claims to be well along the way in developing a control system, but there are others and governments will have the essential role.

Drones will come in many sizes and shapes, from drone taxis whipping us about to worker-bee drones, like the ones already employed to inspect electric power lines and hammer nails into shingles on roofs.

In the 1967 film “The Graduate,” Benjamin Braddock, a recent college graduate, was advised to go into plastics. Today he might be advised to go into drones.

The drone industry has taken off and is headed for where you live and work. Watch your head.

On Twitter: @llewellynking2
Llewellyn King is executive producer and host of "White House Chronicle" on PBS.

Read this column on:
InsideSources
White House Chronicle

 


Stampa Articolo Print Img




Ti potrebbe interessare:


Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro


:: Scienza/Tecnologia

Lun 30 Settembre 2019 - 18:12





0 commento/i




Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro
Sede Giornale: Messina - Roma

Homepage | Foto | Video | Redazione | Disclaimer | Contatti




© Copyright 2014-2017


Feed RSS