User Pass Password Dimenticata? | Registrati

Benvenuto!

Il nuovo governo di Boris Johnson: solo sostenitori di una hard Brexit

Fra scandali e tabloid Johnson segna il cambiamento al Parlamento inglese

di Alessandra Caputo - corrispondente a Milano


::

Gio 25 Luglio 2019 - 09:53


Immagine Principale



Dopo essere stato ricevuto dalla Regina Elisabetta II a Buckingham Palace, Boris Johnson si è insediato al numero 10 di Downing Street. La nuova squadra di governo, ancora incompleta, mostra senza troppe sorprese la direzione che il nuovo premier ha intenzione di seguire.

 

La nuova squadra di governo

 

I nuovi membri sono, come c’era da aspettarsi, tutti sostenitori di una hard Brexit. Come ad esempio Dominic Raab, uno dei più convinti sostenitori di un’uscita dall’Ue senza accordo, diventato il nuovo Ministro degli Esteri. Ma anche Priti Patel, la nuova responsabile degli Interni e Sajid Javid, divenuto cancelliere dello Scacchiere. Non manca poi quel tocco di eccentricità imprevedibile che da sempre contraddistingue Johnson, che ha nominato Dominic Cummings consigliere capo di Downing Street. Cummings si è occupato della campagna a favore della Brexit e ha ideato lo slogan “Take back control” che ha avuto molto successo nel catalizzare l’opposizione all’Unione Europea.

 

Buona parte dei ministri ancora in carica hanno deciso di rassegnare le dimissioni e uscire di scena in autonomia, mentre quelli rimasti, pur favorevoli alla Brexit, sono stati licenziati senza se e senza ma. Infine è stato previsto che un membro del gabinetto abbia una delega speciale alla preparazione di un’uscita dall’Ue senza accordo.

 

Il confine irlandese

 

Ma se la squadra di governo non suscita grande stupore, la questione che invece tiene tutti col fiato sospeso è sempre la stessa: il confine irlandese. Quali saranno i rapporti fra Dublino e il nuovo premier inglese. Cosa accadrà se davvero si arriverà a un’uscita senza accordo?

 

Alla tiepida dichiarazione di Simon Coveney, vice primo ministro irlandese, che ha parlato della possibilità di lavorare insieme a Boris Johnson in maniera costruttiva, si affiancano le posizioni più radicali del partito Sinn Féin. La leader, Mary Lou McDonald, ha scritto una lettera a Boris Johnson dove sottolinea la necessità di onorare gli accordi del Venerdì Santo. In particolare ha parlato di indire un referendum sull’unità irlandese, referendum previsto dagli stessi accordi qualora il numero dei cattolici fosse maggiore di quello dei cittadini protestanti, come in effetti è molto probabile che accada nei prossimi anni. McDonald ha manifestato inoltre la volontà di incontrare al più presto Johnson per discutere del suo impegno a far rispettare la volontà dell’Irlanda del Nord a rimanere nell’Unione Europea.

 

Tra gossip e primati

Aldilà delle questioni strettamente politiche, il nuovo primo ministro inglese suscita interesse anche per un’altra questione: si tratta del primo premier non sposato della storia del Regno Unito. Al 10 di Downing Street infatti alloggerà per la prima volta una coppia di “conviventi”, ovvero Johnson e la sua compagna Carrie Symonds.

Proprio una vicenda che aveva come protagonista la sua relazione con la Symonds aveva creato non poco imbarazzo a Johnson non molto tempo fa: un vicino spaventato da una violenta lite scoppiata fra i due, si era trovato nella necessità di richiedere l’intervento della polizia. Lo scandalo effettivamente rientrò ma ebbe il suo peso sulla reputazione del leader dei conservatori, reputazione che andava già da sé se si considerano i due matrimoni falliti alle spalle, cinque figli di cui due illegittimi (uno dei quali successivamente riconosciuto), molte relazioni extraconiugali e l’ammissione di aver fatto uso di cocaina in gioventù. Insomma i tempi nella vecchia Inghilterra stanno davvero cambiando.


Stampa Articolo Print Img




Ti potrebbe interessare:


Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro


::

Gio 25 Luglio 2019 - 09:53





0 commento/i




Registrazione Tribunale di Messina Registro Stampa n.7 del 20 Maggio 2014
Direttore Responsabile Mimma Cucinotta - Condirettore Domenica Puleio - Direttore Editoriale Silvia Gambadoro
Sede Giornale: Messina - Roma

Homepage | Foto | Video | Redazione | Disclaimer | Contatti




© Copyright 2014-2017


Feed RSS